Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Obesità: “Si presume che la volontà di una persona determini se è magra o meno, ma questo è un grosso errore” | Salute e benessere

Non è molto comune trovare all’interno di un intervallo programma scientifico Conferenza medica, alcune procedure che si discostano dalla base di conferenze e tavole rotonde e grandi spettacoli governativi. Ancor meno, convocando una manifestazione di piazza dopo un discorso, ad esempio, sulla medicina di precisione nell’obesità. Ma a volte succede.

Nella sua riunione annuale, la Società spagnola per lo studio dell’obesità (SEEDO) ha inserito nella sua agenda il focus di questo giovedì “a beneficio delle persone obese”. Molte cose devono essere chiarite, e questo giustifica la presidente di SEEDO, Maria del Mar Malagón (Madrid, 59 anni). Si parte dalla più semplice – che l’obesità è una malattia a tutti gli effetti, non una condizione legata alla libera scelta delle abitudini di vita – e si prosegue con la necessità di attenzione e consapevolezza per affrontare uno dei più grandi Epidemie del 21° secolo.

Malagón, vicedirettore scientifico dell’Istituto Maimonides per la ricerca biomedica di Córdoba e professore di biologia cellulare all’Università di Córdoba, ha sviluppato la sua carriera nella ricerca di base. Laureata in biologia, il suo campo di lavoro si è concentrato sulla scoperta dei segreti del tessuto adiposo, una struttura che, nonostante la sua complessità e il suo impatto sull’obesità, difficilmente occupava una pagina di spazio e tempo nei piani di studio del suo tempo, ricorda . Ora, afferma, le cose sono cambiate, i risultati si sono moltiplicati nello studio dell’obesità e questa malattia sta pian piano guadagnando terreno e attenzione nella comunità scientifica.

Chiedi. Perché l’obesità non è considerata una malattia?

Risposta. Perché Si presume che sia la volontà di una persona che dovrebbe determinare se è magro o meno. Questo fa parte dello stigma ed è una delle idee sbagliate più comuni sull’obesità oggi che impedisce che venga vista come una malattia. Infatti, anche in contesti professionali, non specifici per l’obesità, ma scientifici, quando dico che è una malattia, la risposta di tutti è: “Beh, stai zitto, giusto?” Ed è più complicato di tutto questo.

READ  Il sindaco Martinez e i vicini stabiliscono le priorità della città

S. Da dove viene l’obesità? è multifattoriale?

R è stato trovato. È multifattoriale. Ci sono geni le cui mutazioni determinano lo sviluppo della malattia [mutaciones en los genes de la leptina, por ejemplo]E ci sono altri geni che favoriscono un aumento di peso moderato o consecutivo, che ti rende più propenso ad aumentare di peso con determinate diete. Hanno un’influenza importante anche altri fattori nell’ambiente apertamente obeso che ci circonda, che non solo ci invitano a mangiare cibi o bevande eccessivamente calorici, ma modificano anche la nostra assunzione – ci fanno mangiare di più -; Tutto questo, insieme a uno stile di vita sedentario, contribuisce notevolmente alla pandemia di obesità.

Inoltre, come se non bastasse, ci sono altri fattori ambientali, come disturbi endocrini o abitudini di vita di cui prima non si teneva conto, come le ore di sonno, che determinano il nostro peso attraverso meccanismi epigenetici e consentono un adattamento più rapido. con aumento di peso. Il peso. Abbiamo anche malattie, come le malattie mentali, ad esempio, che hanno trattamenti che fanno ingrassare le persone. Ci sono molti altri fattori: l’istruzione, che migliora le abitudini alimentari, o il potere d’acquisto, è importante. Per questo suggeriamo un approccio multifattoriale, perché ci sono molte obesità, che sono determinate da diverse combinazioni di questi fattori che hai citato.

Fino a poco tempo fa, guadagnare qualche chilo in più era considerato un segno di salute e benessere, ma questo paradigma deve cambiare.

Maria del Mar Malagón, Presidente, SEEDO

S. Cosa significa essere obesi?

R è stato trovato. L’obesità è un fattore di rischio molto importante per lo sviluppo di molte altre malattie croniche non trasmissibili come diabete, malattie cardiovascolari ed epatiche, ipertensione, alcuni tipi di cancro, nonché alcune malattie mentali. C’è un’alta probabilità di contrarre tali malattie quando sei obeso. Inoltre, a livello psicologico, le persone obese interiorizzano che è colpa loro e che il messaggio è così orribile che anche il loro linguaggio del corpo sarà “colpa mia”.

READ  Hanno studiato per lavorare nel campo della salute, ma i loro titoli non sono riconosciuti

S. La prima cosa che appare in una persona obesa è l’eccesso di peso. Quanto è pesante lo stigma?

R è stato trovato. Dipende molto dalla persona, ma ciò che una persona grassa deve affrontare con questa malattia e tutto ciò che comporta è importante. Poiché si sente male, viene fraintesa e non ha alcun controllo sulla malattia. E sapere che non controlli la malattia è terribile, genera ansia.

S. La popolazione sa o sottovaluta cosa significa obesità?

R è stato trovato. Immagino che non sappia perché dobbiamo fare rumore. Il modulo deve essere modificato. Ad esempio, fino a non molto tempo fa, avere qualche chilo in più in questo Paese era segno di salute, salute economica e benessere. Ma dobbiamo cambiarlo brutalmente.

S. C’è movimento Hiace (Salute di tutte le dimensioni)chi sostiene che la salute non è solo un modello fisico e rivendica la salute in tutti i corpi e dimensioni. Sostiene che una persona con obesità può avere una buona analisi. È possibile? Una persona obesa può essere sana?

R è stato trovato. Vediamo, questo genera una piccola polemica. Puoi essere in salute per un po’, ma è solo una questione di tempo prima che crei problemi. L’obesità varia con l’età, man mano che la vita avanza e il danno si accumula. E per quanto tempo mantieni in salute il tuo metabolismo dipende dai tuoi geni e dal tuo stile di vita… ma è un percorso che sappiamo dove può finire. Ciò non toglie nulla al fatto che una persona dovrebbe essere orgogliosa del proprio corpo così com’è e credere che il proprio corpo sia prezioso, ma anche della propria salute.

S. è la medicina Centralizzato?

R è stato trovato. Si, esattamente. Dobbiamo cambiare il paradigma e non solo misurare il BMI, ma anche la composizione corporea. Ci sono persone magre che hanno un accumulo di grasso nella zona addominale. Questa è una questione di distribuzione del grasso e perdita muscolare. Questo è molto importante.

READ  La Marina argentina si prepara per l'esercitazione Viekaren XXII

S. Un articolo di una conferenza parla di come l’obesità inganna il cervello. come fai tu?

R è stato trovato. Il grasso invia segnali. È come un sensore: quando i tuoi depositi di grasso si riempiono, invia ormoni al tuo cervello come segnale di sazietà, quindi non mangi più. Ma nell’obesità, questo è un cortocircuito. Si crea resistenza a questi segnali, perdi il controllo e ti invia segnali per accumulare grasso e non per bruciarlo.

Una persona obesa si sente malata, incompresa e non ha alcun controllo sulla malattia.

Maria del Mar Malagón, Presidente, SEEDO

S. Quali alternative terapeutiche sono disponibili per le persone obese?

R è stato trovato. Ora, pochi. Ma ci sono cose molto buone prospettive di trattamento Farmacologia nel prossimo futuro. Da qui al 2025. Ma in questa malattia molto multifattoriale, molti fattori devono essere controllati, perché essendo interessata gran parte del corpo, quando si parla di obesità, è necessario verificare che tutti questi aspetti siano ben controllati.

S. La chirurgia bariatrica è uno degli interventi con la lista di attesa più lunga.

R è stato trovato. La priorità non è data. Tuttavia, in un organigramma ospedaliero, a seconda di quanto sono richiesti altri interventi chirurgici, ce ne saranno più o meno. È vero che la chirurgia bariatrica è stata la soluzione per molte persone, ma ha anche le sue complicazioni. Per questo credo che con trattamenti farmacologici e un approccio multidisciplinare si possa ridurre questo tipo di intervento, che pur essendo molto buono non è il massimo per tutti i pazienti. È necessario influenzare il trattamento individuale e la cosa più importante è avere più opzioni di trattamento.

Puoi seguire Salute e benessere del paese in FacebookE il Cinguettio E il instagram.