Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

López Obrador ha criticato l’invio di autobus che trasportano migranti a casa di Kamala Harris Il presidente del Messico ha sottolineato che si tratta di una “situazione molto disumana”.

presidente del messico, Andrés Manuel López Obradordescritto questo martedì come “Disumano” Inviato dal governo del Texas alla vigilia di Natale Tre gruppi con immigrati per me residenza ufficiale Vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris. nel mezzo l’arrivo di un gran numero di immigrati Sul suolo americano, Lopez Obrador ha promesso di insistere per il suo ritorno Joe Biden Nel consolidare un piano complessivo per l’immigrazione, durante il vertice dei leader nordamericani che si terrà in Messico il prossimo gennaio.

“Disumano e anticristiano”

“È una situazione molto disumana perché stiamo parlando di un periodo di basse temperature, quindi A causa della loro xenofobia, xenofobia e dei loro interessi politici, osano usare il dolore, il bisogno delle personeLo ha detto López Obrador durante la sua conferenza stampa mattutina dal Palazzo Nazionale.Come nel cuore della notte, con tutto il freddo, lasciano gli immigrati? Celebro quello che stanno facendo le associazioni perché sono già consapevoli del tipo di bassezza di questi politici conservatori e corrotti”, ha aggiunto il presidente.

La notte del 24 dicembre, vicino a Natale, tre gruppi con Immigrati assunti dal governo repubblicano in Texas Arrivano a Washington, uno davanti alla residenza ufficiale del vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris. Il governatore del Texas Greg Abbott ha inviato dozzine di autobus con immigrati negli stati gestiti dai democratici da aprile come un modo per protestare contro la politica di immigrazione di Biden, Il gesto è stato ampiamente criticato dalle organizzazioni per i diritti umani.

Anche López Obrador questo martedì ha criticato la misura, in particolare a causa delle condizioni meteorologiche negli Stati Uniti dove viveva. Il compleanno più freddo degli ultimi 40 anni. “Quest’uomo potrebbe anche essere andato al tempio o aver letto la Bibbia, ma in realtà è molto disumano e anticristiano, perché ciò non è accaduto”, ha detto il presidente riferendosi al governatore del Texas.

Le persone che sono scese dagli autobus dopo 36 ore di viaggio hanno presto raggiunto le organizzazioni sociali che da mesi aiutano questi migranti con vestiti, cibo e riparo. Alcuni sono arrivati ​​a Washington indossando solo magliette nel bel mezzo di una tempesta invernale.

READ  Alberto Fernandez al centenario del Partito Comunista Cinese | "Vorrei ringraziarvi per la vostra collaborazione. Ci avete sicuramente aiutato con le vaccinazioni".

“Il governatore Abbott ha abbandonato i bambini sul ciglio della strada a temperature sotto lo zero alla vigilia di Natale senza coordinarsi con alcuna autorità federale o locale”, ha detto. Abdullah HassanUn portavoce della Casa Bianca che ha descritto la decisione come “Buffa crudele, pericolosa e vergognosa”.

Richiesta a Biden

Lopez Obrador ha affermato, in un’altra sezione della sua conferenza di martedì, che durante il vertice tripartito del prossimo gennaio, dove Biden visiterà il Messico, coglierà l’occasione per ripensare un piano per attuare programmi nei paesi centroamericani per affrontare la migrazione che colpisce il Nord . dal continente. “Proponiamo che ci sia un programma di sostegno per i paesi più poveri, i più bisognosi in modo che le persone non debbano migrare”.e lo ha sottolineato.

Il leader di sinistra ha anche sottolineato che i programmi sociali da lui attuati nei Paesi centroamericani, come il programma di riforestazione “Semprando Vida” e il programma per l’occupazione “Young People Build the Future”, stanno ottenendo buoni risultati. “Abbiamo spesso insistito sul fatto che si debbano affrontare le cause che hanno portato alla migrazione, cosa che si dà non per scelta ma per necessità. Non c’è stata molta volontà in questo senso da parte dei governi“È necessario più lavoro per offrire alle persone opzioni in modo che non debbano migrare”, ha affermato.

Descrivendo sia il presidente Biden che il vicepresidente Harris, López Obrador ha dichiarato: “La nostra proposta è un piano per lo sviluppo di tutta l’America Latina e dei Caraibi, qualcosa che non è stato fatto dai tempi del presidente Kennedy”. Un buon piano “per affrontare il fenomeno dell’emigrazione, portando l’esempio dei visti di lavoro temporanei concessi agli emigrati venezuelani, fatto che ha ridotto il flusso di emigrazione da quel Paese.

READ  Zelensky ha accusato la Russia di non aver recuperato i corpi dei suoi soldati uccisi durante gli scontri.

Espulsione espressa

la scorsa settimana, Diversi stati degli Stati Uniti governati da conservatori, incluso il Texas, sono riusciti in tribunale a ritardare la revoca del titolo 42una politica sanitaria federale che consente la rapida espulsione di persone che attraversano irregolarmente il confine senza poter chiedere asilo.

Questo regolamento è implementato dalla direzione Donald Trump (2017-2021), utilizzato anche dal governo Biden, doveva interromperne l’uso il 22 dicembre su ordinanza del tribunale, ma la Corte Suprema ha congelato la decisione. Nella risposta del governo, ha detto il procuratore generale Elisabetta Introduzione l’ha scritto I pubblici ministeri dei paesi che hanno portato il caso alla Corte Suprema “non rivendicano alcun interesse per la salute pubblica o per fermare la diffusione del COVID-19”..

Invece, continua Prilogar, “dichiarano apertamente che vogliono che gli ordini del Titolo 42 siano usati come misura temporanea per controllare l’immigrazione”. Il procuratore generale ha insistito affinché il governo riconosca che la fine del titolo 42 “probabilmente comporterà insicurezza e un temporaneo aumento degli attraversamenti illegali”.

Ma Prilogar ha anche avvertito che “la soluzione al problema dell’immigrazione non può essere quella di estendere a tempo indeterminato una misura sanitaria che tutti ora si rendono conto che ha superato la sua logica di salute pubblica”. Insomma, l’esecutivo ritiene di non poter mantenere in vigore il regolamento, che si basava su un parere dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) che non è più in vigore, e chiede quindi un ricorso del ” legge sull’immigrazione del sistema stabilito dal Congresso.

Prelogar ha precisato che l’intento del governo è quello di continuare ad attuare un sistema di espulsione del Titolo 8, che consente agli immigrati di chiedere asilo nei porti di ingresso e dà potere esecutivo per espellere e persino imporre sanzioni a coloro che non soddisfano i requisiti. considerato inaccettabile.

READ  Trovano altri documenti riservati nella casa di proprietà del presidente degli Stati Uniti nel Delaware

2,5 milioni di pacchetti

Nei giorni scorsi migliaia di persone hanno varcato il confine con il Messico, molte delle quali concentrate a El Paso, in Texas., poiché devono dormire all’aperto nonostante le basse temperature. Quasi 22.000 migranti sono in attesa di una decisione che consenta loro di attraversare senza il rischio di espulsione immediata.

Disperati all’idea di rimanere in Messico a tempo indeterminato, dove subiscono estorsioni e minacce da parte dei cartelli, diversi migranti decidono di rischiare di attraversare il confine senza essere scoperti dalle autorità di frontiera.

Dalla sua entrata in vigore nel 2020, Il titolo 42 ha consentito quasi 2,5 milioni di trasferimenti alla frontieraSecondo i dati dell’International Rescue Committee. D’altra parte, purtroppo, neanche loro riescono a trovare una via d’uscita. L’arrivo in massa di immigrati nella città di confine di El Paso è discriminatorio tanto quanto il fatto stesso di essere scoperti lì Rifugi che non accettano persone che sono entrate illegalmente negli Stati Uniti.

nelle scorse settimane, La Guardia Nazionale del Texas ha installato più di due miglia di scherma a El Paso. Tuttavia, la scherma non sembra essere una strategia efficace per controllare la migrazione. La Border Patrol registra una media di 1.500 arresti al giornoSenza contare le centinaia che sono entrati senza essere monitorati dai servizi di sicurezza.