Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il vaccino Johnson & Johnson mostra promettenti primi segni di protezione contro la variante delta

Un vaccino monodose prodotto da Johnson & Johnson ha mostrato risultati promettenti contro le varianti delta (Foto: REUTERS/Dado Ruvic/File Photo)

Il vaccino COVID-19 di Johnson & Johnson mostra segni promettenti contro la variante delta, in un piccolo studio di laboratorio per proteggersi da questo Un ceppo del virus SARS-CoV-2 che sta circolando negli Stati Uniti. e in altri paesi, ha affermato la società.

al processo, Questo vaccino ha prodotto forti livelli di anticorpi neutralizzanti nei campioni di sangue prelevati da otto persone vaccinateJ&J ha annunciato giovedì.

Le prestazioni positive si aggiungono a un numero crescente di prove che suggeriscono questo I vaccini COVID-19 attualmente autorizzati possono proteggere dalla variante delta, l’allarmante mutazione che allerta molti paesi del mondo e sembra essere più contagiosa dei ceppi precedenti.

Autorità sanitarie di tutto il mondo Guarda da vicino come l’antidoto dell’azienda farmaceutica americana mostra i risultati contro questa alternativa.

La performance positiva si aggiunge a un numero crescente di prove che suggeriscono che i vaccini COVID-19 attualmente autorizzati possono proteggere dalla variante delta (Foto: EFE/Elvis González/File)
La performance positiva si aggiunge a un numero crescente di prove che suggeriscono che i vaccini COVID-19 attualmente autorizzati possono proteggere dalla variante delta (Foto: EFE/Elvis González/File)

Molti paesi hanno forniture, soprattutto perché especially Il vaccino è più facile da spedire, maneggiare e conservare rispetto alle iniezioni di Pfizer e del suo partner BioNTech e Moderna, e grazie al suo vantaggio unico di consegna monodose.

Nuovi risultati pubblicati da Il giornale di Wall Street, “Migliorare la capacità del vaccino COVID-19 di Johnson & Johnson di aiutare a proteggere la salute delle persone in tutto il mondoIl direttore scientifico di J&J ha annunciato, Paul Stoffels.

Johnson & Johnson ha anche avvertito che il suo vaccino fornisce protezione contro SARS-CoV-2 per almeno otto mesi.Questo è il periodo più lungo in cui i ricercatori sono stati in grado di studiare la durata dell’iniezione.

READ  È una donna d'affari, che spende migliaia di dollari a Dubai e rivela un'offerta insolita che rifiuta costantemente

La variante delta è apparsa per la prima volta in India alla fine dello scorso anno in India. Da allora, si è diffuso rapidamente, diventando il ceppo più comune di COVID-19 in molti paesi, compresi gli Stati Uniti.

Johnson & Johnson ha anche avvertito che il suo vaccino fornisce protezione contro SARS-CoV-2 per almeno otto mesi.

La variante costituiva circa il 40% dei campioni di test positivi per il nuovo coronavirus al 27 giugno.Secondo la società di genomica della popolazione Helix OpCo LLC, che raccoglie e analizza campioni di test da vari stati degli Stati Uniti.

La variante delta è una preoccupante mutazione nel virus SARS-CoV-2 che allerta molti paesi in tutto il mondo e sembra essere più contagiosa dei ceppi precedenti (Foto: Adrián Escandar)
La variante delta è una preoccupante mutazione nel virus SARS-CoV-2 che allerta molti paesi in tutto il mondo e sembra essere più contagiosa dei ceppi precedenti (Foto: Adrián Escandar)

La vaccinazione è la miglior difesa contro la variante deltaSecondo le autorità sanitarie pubbliche, che hanno indicato la minaccia rappresentata dal ceppo invitando le persone a vaccinarsi.

Finora, gli studi hanno indicato che vari vaccini sembrano essere efficaci contro il ceppo Delta, specialmente una volta che le persone sono state completamente vaccinate, sebbene i vaccini non siano così protettivi come lo sono contro il virus genitore.

Studi separati in Inghilterra e Scozia hanno scoperto che i vaccini Pfizer-BioNTech e AstraZeneca PLC forniscono una protezione significativa per la variante delta contro i casi gravi di COVID-19 e i ricoveri..

"Questi dati migliorano la capacità del vaccino Johnson & Johnson contro il COVID-19 di aiutare a proteggere la salute delle persone in tutto il mondo,
“Questi dati migliorano la capacità del vaccino di Johnson & Johnson contro il COVID-19 di aiutare a proteggere la salute delle persone in tutto il mondo”, ha affermato Paul Stoffels, direttore scientifico di J&J (JANSSEN VACCINES/REUTERS).

Da parte sua, l’Agenzia per la salute pubblica in Inghilterra ha detto Un’analisi di 14.000 casi ha rilevato che le iniezioni di Pfizer-BioNTech hanno ridotto del 96% il rischio di ricovero in ospedale dopo una lesione delta..

READ  Google Pay: risparmia, paga e gestisci

L’iniezione monodose di J&J si basa su una tecnologia diversa rispetto al vaccino Pfizer-BioNTech e Moderna, ma funziona in modo simile al metodo AstraZeneca.

J&J injection utilizza una versione modificata del virus responsabile del comune raffreddore, portando le istruzioni genetiche che insegnano alle cellule come produrre la proteina spike che sporge dalla superficie del coronavirus.

Gli studi hanno indicato che molti vaccini sembrano essere efficaci contro il ceppo Delta, specialmente dopo che le persone sono state completamente vaccinate, sebbene i vaccini non siano così protettivi come lo sono contro il virus originale (Foto: EFE/Luis Ángel González/File)
Gli studi hanno indicato che molti vaccini sembrano essere efficaci contro il ceppo Delta, specialmente dopo che le persone sono state completamente vaccinate, sebbene i vaccini non siano così protettivi come lo sono contro il virus originale (Foto: EFE/Luis Ángel González/File)

Produzione di proteine ​​da intensificare O pico, a sua volta, spinge il sistema immunitario a sviluppare difese molecolari contro il coronavirus.

Nel loro studio cardine, il vaccino Johnson & Johnson era efficace per il 66% nella protezione da malattie gravi, anche se sembrava essere meno efficace contro una variante trovata per la prima volta in Sud Africa, ora chiamata beta.

La vaccinazione è la migliore difesa contro la variante delta (Foto: REUTERS/Dado Ruvic/Illustration/Archive)
La vaccinazione è la migliore difesa contro la variante delta (Foto: REUTERS/Dado Ruvic/Illustration/Archive)

In generale, è stato molto efficace nei luoghi in cui le variabili erano prevalenti durante i test. La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha autorizzato le iniezioni a febbraio.

J&J ha affermato che l’attività anticorpale neutralizzante trovata nel loro ultimo studio di laboratorio era maggiore per la variante Delta che per la Beta..

Continuare a leggere: