Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La pandemia di COVID-19 ha superato i cinque milioni di morti in tutto il mondo

Protocolli a un’impresa di pompe funebri, l’immagine si ripete milioni di volte in tutto il mondo (Reuters)

Il bilancio delle vittime di COVID-19 ha superato lunedì cinque milioniA meno di due anni dalla crisi che non solo ha devastato i paesi poveri, ma ha anche umiliato i ricchi con sistemi sanitari di prim’ordine.

Il bilancio delle vittime, secondo le statistiche della Johns Hopkins University, è il bilancio delle vittime 5.000.425 Alle 9 GMT di lunedì, è all’incirca uguale al bilancio delle vittime nelle battaglie interstatali dal 1950, secondo una stima dell’Oslo Peace Research Institute. Da parte sua, la statistica Reuters ha registrato 5.233.739 morti, oltre 246.84 feriti.

Il numero impressionante è quasi certo Meno numeri a causa di test limitati e persone che muoiono a casa senza cure mediche, specialmente nelle parti più povere del mondo. Le metodologie di conteggio variano a seconda delle autorità sanitarie di ciascun paese.

Gli Stati Uniti, l’Unione Europea, il Regno Unito e il Brasile – tutti paesi ad alto o medio reddito – costituiscono un ottavo della popolazione mondiale, ma quasi la metà di tutti i decessi registrati. Gli Stati Uniti da soli hanno registrato più di 740.000 persone che hanno perso la vita, più di qualsiasi altro Paese.

I cimiteri sono stati costretti ad espandere i loro territori per soddisfare la crescente domanda (Reuters)
I cimiteri sono stati costretti ad espandere i loro territori per soddisfare la crescente domanda (Reuters)

A livello globale, il COVID-19 è ora la terza causa di morte dopo le malattie cardiache e l’ictus. “Questo è un momento spartiacque nelle nostre vite”, ha affermato il dottor Albert Ko, specialista in malattie infettive presso la Yale School of Public Health. “Cosa dovremmo fare per proteggerci e non raggiungere i 5 milioni in più?”

READ  Coronavirus in Messico dal 19 aprile: 4.262 nuove infezioni e 582 decessi registrati

I punti caldi si sono trasformati nei 22 mesi dall’inizio dell’epidemia, facendo diventare rossi vari punti sulla mappa del mondo. Ora il virus sta colpendo Russia, Ucraina e altre parti dell’Europa orientale, soprattutto dove voci, disinformazione e sfiducia nei confronti del governo hanno ostacolato gli sforzi di vaccinazione. In Ucraina è vaccinato solo il 17% della popolazione adulta; In Armenia solo il 7%.

“La cosa unica di questa pandemia è che ha colpito duramente i paesi ad alto reddito”, ha affermato il dott. Wafaa Al-Sadr, direttore del Global Health Center della Columbia University. “Questo è il paradosso del COVID-19”. Al-Sadr ha osservato che i paesi più ricchi, con aspettative di vita più lunghe, hanno una percentuale maggiore di anziani, sopravvissuti al cancro e residenti in case di cura, tutti particolarmente vulnerabili al COVID-19. I paesi più poveri tendono ad avere una percentuale maggiore di bambini, adolescenti e giovani adulti, che hanno meno probabilità di contrarre gravi malattie a causa del coronavirus.

L’India, nonostante lo spaventoso aumento del delta che ha raggiunto il picco all’inizio di maggio, il tasso di mortalità giornaliero ora riportato è molto più basso di quello di Russia, Stati Uniti o Gran Bretagna, le nazioni più ricche, nonostante l’incertezza sui loro numeri.

L’apparente disconnessione tra ricchezza e salute è un paradosso su cui gli esperti di malattie meditano da anni. ma Il modello osservato varia ampiamente, quando si confrontano i paesi, se esaminati più da vicino. All’interno di ogni paese ricco, quando vengono mappati morti e feriti, i quartieri più poveri sono i più colpiti.

Negli Stati Uniti, ad esempio, il COVID-19 ha colpito gli afroamericani e gli ispanici, che hanno maggiori probabilità dei bianchi di vivere in povertà e hanno meno accesso all’assistenza sanitaria. “Quando tiriamo fuori i nostri microscopi, lo vediamo E i più vulnerabili all’interno dei paesi sono quelli che hanno sofferto di piùDiego Ko.

READ  Google Pay: risparmia, paga e gestisci

Anche la ricchezza ha avuto un ruolo nella campagna di vaccinazione globaleAccusa anche i paesi ricchi di ostacolare i rifornimenti. Gli Stati Uniti e altri paesi stanno già distribuendo vaccini di richiamo in un momento in cui milioni di persone in tutta l’Africa non hanno ricevuto una singola dose, anche se le nazioni ricche stanno anche inviando centinaia di milioni di vaccini al resto del mondo.

La vaccinazione di William "progetto di legge" Shakespeare, 81 anni, all'inizio del programma di immunizzazione del Regno Unito, 8 dicembre 2020 (Reuters)
William “Bell” Shakespeare, 81 anni, viene vaccinato all’inizio del programma di immunizzazione del Regno Unito, 8 dicembre 2020 (Reuters)

L’Africa rimane la regione meno fortificata del mondo, con solo il 5% dei suoi 1,3 miliardi di abitanti completamente coperti.

La pandemia ha unito il mondo nel dolore e ha portato i sopravvissuti al punto di rottura.

A Bergamo (Italia), dove si è verificata la prima ondata fatale in Occidente, a Fabrizio Fidanza, 51 anni, è stato negato l’ultimo saluto mentre suo padre, 86 anni, stava morendo in ospedale. Più di un anno dopo, sta ancora cercando di adattarsi alla perdita. Non l’ho visto, ha detto Fidanza durante una visita alla tomba di suo padre nell’ultimo mese. “È stato il momento peggiore. Ma venire qui ogni settimana mi aiuta”.

A Rio de Janeiro, Erica Machado esamina un elenco di nomi incisi su un’alta e sinuosa scultura in acciaio arrugginito che si trova nel cimitero di Benitencia come tributo ad alcune delle vittime brasiliane del COVID-19. Poi la trovò: Wagner Machado, suo padre. “Mio padre era l’amore della mia vita, il mio migliore amico”, ha detto Machado, 40 anni, una commessa che ha viaggiato da San Paolo per vedere il nome di suo padre. “Era tutto per me.”

READ  La Corea del Nord ha testato un nuovo missile e ha avvertito che ha già la capacità di sparare da un sottomarino

(con informazioni sull’AP)

Continuare a leggere: