Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Joe Biden chiama il G7 ad agire sull’attacco della Russia all’Ucraina

La Casa Bianca ha dichiarato che prima della riunione del G7, Biden ha convocato una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale… per discutere i recenti sviluppi in Ucraina.

Per settimane, mentre la Russia ha ammassato decine di migliaia di truppe e armi pesanti sul confine ucraino, Biden ha guidato la NATO e altri alleati europei nel tentativo di creare quelle che lui chiama sanzioni “senza precedenti” come deterrente.

Ora che i negoziati sono falliti, probabilmente si concentreranno sul colpire duramente la già traballante economia russa.

Gli Stati Uniti e i loro alleati e partner risponderanno in modo unificato e risoluto. La Russia sarà ritenuta responsabile dal mondo.Biden ha detto nelle sue prime osservazioni mercoledì sera a Washington, dopo che i missili russi hanno iniziato a piovere sull’Ucraina.

Biden ha anche parlato al telefono con il suo omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, dicendo che ha promesso di “fornire supporto e assistenza all’Ucraina e al popolo ucraino”.

Il presidente degli Stati Uniti ha osservato che Zelensky gli ha chiesto di “invitare i leader mondiali a parlare chiaramente” contro “la totale aggressione di Putin”.

Martedì, dopo che Putin ha annunciato per la prima volta che avrebbe inviato forze di “mantenimento della pace” in due piccole regioni già controllate dai separatisti sostenuti da Mosca, i paesi occidentali si sono messi al lavoro.

Il governo degli Stati Uniti si è unito agli alleati europei nell’imporre sanzioni a due banche russe, il debito sovrano di Mosca e diversi oligarchi, tra le altre azioni.

E mercoledì, proprio mentre le forze russe si stavano chiaramente preparando all’attacco, Biden ha annunciato che avrebbe imposto sanzioni al gasdotto Nord Stream 2, che collega la Germania e la Russia, ricche di energia.

READ  L'aumento dell'energia elettrica diminuisce, diminuisce di circa il 3% e verrà pagato domenica a 213,1 € / MWh

La Germania aveva annunciato che avrebbe impedito l’apertura del gasdotto, che ancora non funziona.

Secondo alti funzionari statunitensi, nuove e più severe sanzioni includeranno altre banche più grandi, più oligarchi vicini a Putin e, soprattutto, un divieto di esportazione in Russia di apparecchiature e componenti ad alta tecnologia.

Non era chiaro quante di queste misure sarebbero state annunciate giovedì.

“Nessun istituto finanziario russo è al sicuro”Il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price ha detto mercoledì, poche ore prima dell’inizio dell’invasione.

Price ha affermato che due grandi banche russe erano nel mirino, ciascuna con “attività di $ 750 miliardi, metà del sistema bancario russo nel suo insieme”.

Alcune delle misure rischiano di avere conseguenze economiche per i Paesi occidentali e potrebbero mettere a repentaglio la ripresa economica globale dopo la pandemia di Covid-19.

I mercati azionari sono già in calo e i prezzi del petrolio stanno salendo oltre i 100 dollari al barile.

Tra le sanzioni più controverse c’è l’obiettivo diretto di Putin, che si dice abbia accumulato una fortuna durante i suoi due decenni di governo sulla Russia.

Probabilmente la punizione più significativa sarà l’isolamento di Mosca dalla rete bancaria internazionale SWIFT. Ciò potrebbe, almeno per qualche tempo, disaccoppiare la Russia dal commercio essenziale, sconvolgendo notevolmente l’economia, ma è probabile che abbia anche importanti ripercussioni per il più ampio sistema finanziario guidato dagli Stati Uniti.

Poco dopo l’inizio degli attacchi russi, i senatori statunitensi di entrambe le parti hanno espresso sostegno per una risposta dura.

“Stanotte, l’intero sistema internazionale del dopoguerra è sul filo del rasoio”, ha detto il senatore democratico. “Se Putin non paga un prezzo pesante per questa violazione, la nostra sicurezza sarà presto in pericolo”. Chris Murphy.

READ  Un assediato Berlusconi punta alla presidenza italiana, il suo più grande premio fino ad oggi

Un altro democratico, senatore. Marco Warner“Ora è il momento per noi di aumentare il livello di dolore contro il governo russo”, ha detto.

Ha detto che i russi “pagheranno un prezzo pesante per l’ambizione sconsiderata di Putin, in sangue e danni economici”.

Il senatore repubblicano Mitt Romney ha avvertito del “rischio di voltare le spalle di nuovo alla tirannia di Putin” e ha chiesto “sanzioni economiche più severe” e “la loro espulsione dalle istituzioni globali”.

Secondo Biden, “il presidente Putin ha scelto una guerra premeditata che avrebbe portato a enormi perdite di vite umane e sofferenze umane”.