Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Messico e Italia stanno accelerando l’economia circolare nel settore manifatturiero

Messico e Italia stanno accelerando l’economia circolare nel settore manifatturiero

Nel corso della prima edizione della “Giornata Nazionale del Made in Italy”, tenutasi presso l’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, gli esperti hanno evidenziato l’urgente necessità di adottare l’economia circolare nel settore manifatturiero messicano. Con più di 20 relatori e 170 partecipanti, l’evento ha evidenziato l’economia circolare come pilastro fondamentale dello sviluppo sostenibile.

“L’economia circolare è la quarta rivoluzione industriale. È lo strumento più efficace per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 e dell’Accordo di Parigi, ha spiegato Cécile de Moleón, direttrice della Camera di commercio messicana in Italia. Ha aggiunto: “È il meccanismo di applicazione concreta che ci permetterà di andare verso un'economia ecologica e rinnovabile in grado di soddisfare il benessere umano e rispettare i confini del pianeta”.

Dal canto suo, Lorenzo Vianello, Presidente della Camera di Commercio Italiana in Messico, ha sottolineato il recupero energetico come elemento chiave dell’economia circolare, evidenziando la necessità di modelli di partenariato pubblico-privato per una gestione efficiente dei rifiuti. Vianello ha sottolineato che esistono una serie di opportunità di cooperazione tra Messico e Italia nel campo dell’economia circolare, in particolare nella gestione dei rifiuti.

Lorenzo Vianello, Presidente della Camera di Commercio Italiana in Messico, ha parlato delle opportunità di cooperazione nel campo dell'economia circolare tra Messico e Italia, con un focus sulla gestione dei rifiuti.

Questo evento ha anche contribuito a evidenziare i legami e la cooperazione tra Messico e Italia riguardo alle pratiche sostenibili. I due Paesi hanno scambiato esperienze e conoscenze per promuovere un modello economico più sostenibile e si sono impegnati a promuovere l’economia circolare come strategia per ridurre l’impatto ambientale.

Una di queste sinergie positive è l’organizzazione di Ecomundo, focalizzata sull’economia circolare, la gestione dei rifiuti, la bioenergia e il trattamento delle acque reflue, la cui terza edizione si svolgerà dal 17 al 19 aprile presso la Fiera di Guadalajara. In questo senso Alessandra Astolfi, Global Exhibition Director del Dipartimento Green Technology di Italian Fair Group, ha sottolineato che l'obiettivo di Ecomondo Mexico è quello di esportare il know-how italiano nella gestione dei rifiuti e nell'economia circolare.

READ  Il settore degli agrumi avverte che il nuovo controllo è "insufficiente"
Una delle sinergie per promuovere l’economia circolare in Messico è l’organizzazione di Ecomondo, fiera delle tecnologie ambientali nata in Italia alla fine del XX secolo e che il prossimo aprile celebrerà la sua terza edizione in Messico con Italian Exhibition Group.

“Stiamo cercando di collaborare con le aziende manifatturiere e le autorità messicane per costruire soluzioni, utilizzando le migliori tecnologie disponibili, che riducano l’impatto ambientale delle aziende che operano nel Paese”, ha detto Alessandra Astolfi alla vigilia di Ecomondo Mexico.

Alessandra Astolfi, rappresentante di Italian Exhibition Group, ha sottolineato l'importanza dell'economia circolare per l'industria manifatturiera messicana.

Con un focus particolare sulla “transizione ecologica e l'economia circolare”, l'evento ha trattato temi quali il recupero dei rifiuti, il riutilizzo dell'acqua, le città intelligenti e la mobilità sostenibile. Questo approccio è in linea con l’impegno del Messico a rispettare la Legge generale sull’economia circolare e ad aumentare i programmi di riciclaggio di materiali chiave come ferro, acciaio, plastica, carta, cartone e vetro.

La data dell'evento non è stata scelta a caso; Il 15 aprile si commemora la nascita di Leonardo da Vinci, il pioniere della sostenibilità ambientale, le cui opere evidenziano l'importanza dell'equilibrio con la natura.

La prima edizione della “Giornata Nazionale del Made in Italy” rappresenta un passo importante verso la promozione dell’economia circolare in Messico, evidenziandone la capacità di migliorare la competitività delle imprese, incoraggiare l’innovazione e generare occupazione, tutelando al contempo l’ambiente per le generazioni future.

Cultura e ambiente completano la Giornata Nazionale del Made in Italy

Durante questo evento, che si è tenuto presso l'Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, l'artista italiana Emanuela Ascari ha presentato la mostra “Capa Delgada”. Il pensiero artistico di Emanuela Ascari è profondamente incentrato sul pensiero ecologico e sull'osservazione delle interazioni con l'ambiente, evidenziando la fragilità e la malleabilità degli elementi naturali e artificiali presenti sul pianeta.

Inoltre, è stata presentata una mostra collettiva sulle eccellenze del Made in Italy nel campo dell'economia circolare, i cui temi principali sono stati i rifiuti come risorsa, la bioenergia e l'agricoltura, il ciclo dell'acqua e l'economia blu, nonché le città sostenibili.