Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Javier Sánchez-Prieto, CEO di Iberia: “Continueremo a scommettere sul mercato argentino”

Javier Sánchez-Prieto, Presidente e CEO di Iberia

mercato argentino essenza Per quanto riguarda Iberia, diciamo di essere una compagnia aerea spagnola con un’anima latinoamericana, ma se dovessimo dire una nazionalità, sarebbe senza dubbio l’Argentina”, ha affermato Javier Sanchez-Prieto, presidente e CEO di Iberia, la compagnia di bandiera. Buenos Aires era la destinazione numero uno dell’America Latina dove la sua compagnia viaggiò 75 anni fa.

“Da allora abbiamo continuato le operazioni e abbiamo sempre mantenuto la certezza che il mercato argentino è uno dei più importanti che abbiamo, e infatti ora siamo a un livello molto simile a quello che era prima della pandemia”, ha aggiunto l’imprenditore. , in un’intervista a Infobae, dopo aver partecipato al forum dell’Air Transport Association of America Latin and Caribbean (ALTA) tenutosi a Buenos Aires.

Javier Sánchez-Prieto conferma che Buenos Aires è una delle destinazioni centrali per la sua azienda
Javier Sánchez-Prieto conferma che Buenos Aires è una delle destinazioni centrali per la sua azienda

Iberia ha attualmente due voli diretti giornalieri regolari tra Madrid e Buenos Aires, per un totale di 14 voli settimanali, due in più rispetto a prima della pandemia.

Anche se il direttore di Iberia ha notato che in termini di capacità è ancora “un po’ inferiore” rispetto a prima dell’emergere del COVID-19. Questo cambierà presto quando sostituiranno i loro Airbus A330 con il nuovo A350, passando da un aeromobile con una capacità massima di 335 a uno che può ospitare un massimo di 475 passeggeri.

“Crediamo che l’offerta continuerà ad essere forte e continueremo a scommettere sul mercato argentino”, ha confermato Sanchez Prieto.

Sulla nuova percezione del 25% a spese dei beni personali a carico degli argentini che acquistano all’estero biglietti aerei per un valore superiore a 300 dollari, l’imprenditore ne ha sottovalutato l’impatto.

READ  Viaggi in Europa, Stati Uniti e Brasile: quali vaccinazioni sono richieste agli argentini per entrare in ogni paese

“Se guardiamo a questo tipo di azioni da una prospettiva puramente economica, dovrebbe esserci un impatto diretto sulla domanda di biglietti, ma il fatto è che Nel nostro caso non lo sentiamo, l’interesse a viaggiare per gli argentini non mancadisse Sanchez Prieto.

“Ovviamente colpisce le tasche delle persone e la riscossione delle tasse del governo”, ha aggiunto, spiegando che la domanda totale sulla rotta Madrid-Buenos Aires è per il 40% dall’Argentina, per il 35% dalla Spagna e il restante 25% dall’altra Europa. Paesi che utilizzano la capitale spagnola per raggiungere Ezeiza.

Sanchez Prieto ha affermato che l'Iberia non risente dell'impatto di misure come "Dollaro del Qatar"Perché la domanda degli argentini non cambia
Sanchez Prieto ha affermato che l’Iberia non risente dell’effetto di misure come il “dollaro del Qatar”, perché la domanda degli argentini non cambia.

Tale è l’importanza della rotta Madrid-Buenos Aires per Iberia che l’azienda ha pubblicato un rapporto sul suo impatto: in primo luogo, è stata evidenziata la creazione di posti di lavoro, Il collegamento di capitali genera oltre 12.500 opportunità di lavoro (600 diretti, 4000 indiretti e circa 8000 indotti).

In secondo luogo, il percorso contribuisce a PIL del turismo da entrambi i paesi in 196,8 milioni di eurouna media di 54,1 milioni di euro in Argentina e 142,7 milioni di euro in Spagna.

Un altro aspetto degno di nota è che è facile da raggiungere 77.000 viaggi d’affari internazionali all’anno e realizzare le esportazioni 10.000 tonnellate di carico Diverso tra Spagna e Argentina.

Per quanto riguarda la situazione pandemica, in cui l’Argentina ha regolarmente imposto severe restrizioni ai voli delle compagnie aeree, Sanchez Prieto ha osservato che, sebbene la situazione qui sia complicata, ogni governo del mondo ha preso la propria decisione in isolamento, penso che abbia dimostrato che non c’era un destino Grande coordinamento”, ha detto.

READ  Più slot e entrate internazionali

La nostra posizione, che non era quella di tutte le compagnie aeree, era di continuare a volare. Chi ha viaggiato nel 2020 lo ha fatto per necessità, sono stati viaggi spinti da situazioni complicate, anche brutte, ma siamo sempre stati fermi con Voli di ritorno Per non lasciare le persone senza legami”.

La rotta tra Buenos Aires e Madrid offre più di 12.500 posti di lavoro.  Segui Preferito
La rotta tra Buenos Aires e Madrid offre più di 12.500 posti di lavoro. Segui Preferito

“In un momento in cui non c’erano voli dall’Inghilterra o dall’Italia per l’Argentina, noi eravamo il ponte che permetteva a queste persone di tornare a casa e riunirsi alle loro famiglie, e lo sentiamo oggi nell’alta devozione dei nostri clienti”, Sanchez- ha detto Prieto.

Concludendo la conversazione, l’amministratore delegato di Iberia ha condiviso oggi la sua visione del business e l’uomo d’affari ha osservato che dopo la pandemia ci sono ancora mercati che non si sono ripresi e sono lontani da essa, come nel caso del traffico aereo di passeggeri tra Europa e Asia , e ha detto: “Che è ancora meno tra il 40 e il 50 percento di quello che era nel 2019”.

“Crediamo che l’offerta continuerà ad essere forte e continueremo a scommettere sul mercato argentino” (Sánchez Prieto)

Tuttavia, ha sottolineato che mercati come l’America Latina sono riusciti a riprendersi dalle ripercussioni della pandemia e che il prossimo passo per la sua azienda sarà Ripristinare i contatti diretti con Rio de Janeiro e Caracas.

“La mia esperienza mi dice che le nuove generazioni viaggiano sempre di più, io viaggio più di quanto facciano i miei genitori e i miei figli più di me; noi siamo le vere connessioni del mondo globalizzato in cui viviamo, come le nuove tecnologie che sembrano permettere le distanze essere ridotti ma nella dimensione fisica diamo la possibilità di conoscere il mondo”, ha concluso Sanchez Prieto.

READ  La Nación / "L'integrazione è inevitabile", ha detto Acevedo a un vertice su pandemia e disuguaglianza

Continuare a leggere: