Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopo settimane di preparazione, la Russia lancia una grande offensiva nell’Ucraina orientale | Il presidente Zelensky ha dichiarato “l’inizio della battaglia per il Donbass”

Lunedì la Russia ha lanciato la sua offensiva di terra a lungo annunciata nella regione dell’Ucraina orientale nota come Donbass.Secondo le autorità ucraine. L’avanzata avviene circa due mesi dopo l’inizio dell’invasione e nel mezzo di intensi combattimenti e bombardamenti russi delle città in quella parte del paese europeo, uccidendo almeno otto civili.

Battaglia del Donbass

Il presidente ucraino ha dichiarato: “Ora possiamo dire che le truppe russe hanno iniziato la battaglia del Donbass, che stavano preparando da molto tempo. Una parte significativa dell’intero esercito russo sta ora prendendo parte a questa offensiva”. Volodymyr Zelenskyin un discorso trasmesso su Telegram. Non importa quanti soldati russi vengono portati qui, combatteremo. Ci difenderemo.Zelensky ha confermato.

Poco prima del governatore ucraino della regione di Luhansk, Sergey GaidaiHa anche annunciato l’inizio dell’offensiva russa sull’Ucraina orientale. “Questo è l’inferno. L’attacco di cui parliamo da settimane è iniziato.”Ha detto sul suo account Facebook. “Ci sono combattimenti a Rubezhny e Popasna, combattimenti in corso in altre città pacifiche”, ha detto Jeday.

Almeno otto civili sono stati uccisi lunedì dal fuoco e dagli attacchi russi, secondo le autorità regionali. Gaidai ha detto su Telegram che quattro persone sono state uccise nella piccola città di Kremina nella regione di Lugansk, caduta in mano ai russi lunedì. e altri quattro nella vicina regione di Donetsk, secondo il governatore ucraino di quella regione, Pavlo Kirilenko.

Da quando la Russia ha annunciato il ritiro delle sue forze dalla regione di Kiev, ha concentrato le sue forze armate nell’Ucraina orientale, che è stata ripetutamente bombardata dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio. Diverse settimane fa, l’esercito ucraino ha annunciato una grande offensiva di Mosca nella regione del Donbass, gran parte della quale è sotto il controllo dei separatisti filorussi delle autoproclamate repubbliche di Luhansk e Donetsk.

READ  Quanti anni di vita hanno perso le persone con coronavirus nel 2020: la Russia è stato il Paese più colpito

Resistenza a Mariupol

Nella città di Mariupol, gli ultimi combattenti, rintanati nel complesso minerario Azovstal, hanno ignorato l’ultimo avvertimento di Mosca Cessate il fuoco ed evacuazione della zona. “La città non è ancora caduta”.Ha detto il Primo Ministro Dennis Schmihal. “Abbiamo ancora forze militari e soldati e combatteranno fino alla fine”, ha detto alla ABC.

Mariupol, che aveva una popolazione di 440.000 abitanti prima della guerra, è un obiettivo importante per Mosca e l’ultimo ostacolo per garantire il suo controllo sulla striscia marittima che si estende dalle terre separatiste filo-russe del Donbass alla Crimea, che Mosca ha annesso nel 2014. Il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite ha indicato che più di 100.000 civili a Mariupol sono sull’orlo della fame e senza acqua né riscaldamento.

Attacco a 16 obiettivi militari

Parallelamente, il ministero della Difesa russo ha indicato che sono stati attaccati 16 obiettivi militari ucraini. Secondo l’esercito russo, le sue forze Distrutto con “missili ad alta precisione” un importante centro logistico e importanti lotti di armi straniereconsegnato in Ucraina negli ultimi sei giorni dagli Stati Uniti e dai paesi europei, e ivi immagazzinato “vicino a Lviv, nella parte occidentale del paese.

Da parte sua, il governatore regionale di Lviv, Maxim Kozytsky, ha osservato che in quella città sono stati registrati quattro attacchi di missili da crociera, lanciati dal Mar Caspio: tre su infrastrutture militari e uno su un garage di pneumatici. Tutti gli obiettivi sono stati “gravemente danneggiati”, ha detto Kozetsky, riferendo che “sette morti” e “undici feriti, incluso un bambino”.

grupposituato lontano dal fronte e vicino al confine con la Polonia, Divenne un rifugio per gli sfollati. In esso ci sono anche diverse ambasciate occidentali, trasferite da Kiev. Da parte sua, l’Unione europea ha condannato il “continuato bombardamento indiscriminato e illegale di civili e infrastrutture civili da parte delle forze armate russe”.

READ  Bill Gates ha confermato che ci aspettano le fasi peggiori dell'epidemia

Più di 14.000 persone sono state uccise in questo conflitto, secondo le Nazioni Unite, e il presidente russo Vladimir Putin afferma che uno degli obiettivi dell’offensiva in Ucraina è proteggere il Donbass di lingua russa dal “genocidio” che, dice, è stato commesso lì dalle nuove autorità filo-occidentali a Kiev, che lui chiama “neo-nazisti”, negli ultimi otto anni.

La Russia si è opposta ai colloqui di pace con l’Ucraina

Il governo russo ha affermato lunedì che la dinamica dei negoziati di pace per porre fine alla guerra in Ucraina “lascia molto a desiderare” e ha affermato che l’invasione “sta andando secondo i piani”. In dichiarazioni alla stampa compilate dall’agenzia di stampa russa Interfax, il portavoce del Cremlino ha affermato: Dmitrij Peskovesprimilo La parte ucraina “non mostra particolare persistenza” sui punti concordati dalle due parti.

Peskov ha detto, osservando che è in corso una “operazione militare speciale” e, secondo Putin, “sta andando secondo i piani”.

Successivamente, il numero due della delegazione russa alle Nazioni Unite, Dmitry Polyansky, ha ribadito che “non vi era alcuna possibilità” di negoziare con l’Ucraina “nelle condizioni attuali”, e ha denunciato “palesi atti di spionaggio” da parte del personale della missione missione. L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) nella regione del Donbass.

Continuare a leggere