Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Philip Gamour: “Con Caser, la Spagna rappresenta già il 20% dei profitti dell’Helvetia” | Aziende

Pilippe Gmür (Lucerna, 1963) è CEO del gruppo assicurativo svizzero Helvetia. L’azienda, con sede a San Gallo e fondata nel 1858, è stata protagonista lo scorso anno di una delle operazioni più importanti in Spagna dell’ultimo decennio: l’acquisizione del 70% di Caser, una compagnia di assicurazioni costituita da un gruppo di casse di risparmio . L’azienda svizzera ha speso 780 milioni di euro.

La pandemia di coronavirus ha fatto sì che i manager dell’Helvetia riuscissero a malapena a visitare la Spagna dopo la chiusura del contratto di acquisto di Caser. L’azienda doveva essere rivista e nuovi piani aziendali progettati attraverso riunioni virtuali. Qualcosa di straordinario. Jammour ha visitato la sede di Kaser a Madrid venerdì scorso e ha avuto un incontro con i media per spiegare il progetto.

“Siamo soddisfatti di questo investimento, del mercato assicurativo spagnolo e dell’economia spagnola. “Pensiamo che abbia un grande futuro”, spiega Jammour.

L’Helvetia è uno dei più grandi gruppi assicurativi in ​​Svizzera, con una leadership nell’assicurazione diretta attraverso la sua affiliata Smile, e da 12 anni propone la crescita in altri mercati.

“Siamo soddisfatti di questo investimento, del mercato assicurativo spagnolo e dell’economia spagnola. Crediamo che abbia un grande futuro “.

Il gruppo ha acquisito compagnie assicurative di medie dimensioni e specializzate in Italia, Francia e Austria. In Spagna, l’Helvetia è presente dal 1986, Acquistando la compagnia di assicurazioni Cervantes. Successivamente ha acquisito La Vasco Navarra e la Previsión Española. Dopo la loro fusione, ha stabilito la sede della Helvetia Seguros, a Siviglia, con una grande partecipazione sia in Andalusia che in Navarra.

Helvetia Seguros e Caser continueranno a operare in modo indipendente. In primo luogo, perché il gruppo svizzero possiede solo il 70% della quota di Caser. In secondo luogo, perché entrambi hanno marchi consolidati e diverse aree di influenza geografica. E in terzo luogo, perché il modello di distribuzione è completamente diverso: Helvetia Seguros si concentra sulla vendita tramite intermediari (agenti e intermediari), mentre Caser fa affidamento sulle sue alleanze di assicurazione bancaria con Ibercaja, Unicaja e Liberbank, tutte azioniste al 30% di Caser e, ultimi due, finalizzare la fusione.

READ  I piani di ripresa danno il via alla corsa all'idrogeno nell'Unione Europea | Economie

Sebbene Helvetia Seguros e Caser non si fonderanno, l’acquisto da parte del gruppo svizzero porterà alcune sinergie operative. “Caser sarà in grado di sfruttare le nostre dimensioni per ottenere migliori condizioni di finanziamento e migliori tassi di riassicurazione, il che ridurrà i costi”, riflette Gmür.

Il gruppo svizzero inoltre non ha intenzione di abbandonare il marchio Caser.

“Non venderemo il settore immobiliare e le cliniche perché riteniamo che generino un ecosistema interessante”.


Il più grande acquisto del gruppo

“L’acquisto di Caser è stato il più grande nella storia dell’Helvetia e pensiamo che il suo adattamento sul set sia perfetto”, afferma il regista. Uno dei fattori che ha spinto la compagnia di assicurazioni svizzera a scommettere così tanto sulla Spagna è che vuole trovare un equilibrio più equilibrato tra assicurazione sulla vita e assicurazione generale (auto, incidenti, affari …). In questo senso, “Caser ha un’attività assicurativa molto forte oltre alle assicurazioni sulla vita, che era di particolare interesse per noi”.

Inoltre, la compagnia di assicurazioni spagnola ha un’importante divisione non finanziaria, con cliniche e società di case di cura. “Questa parte dell’attività è molto interessante, perché crea un ecosistema molto interessante in cui crediamo di poter aggiungere molto valore al cliente. Non abbiamo intenzione di venderlo”, spiega Jumour.

In attesa della presentazione finale di Caser Accounts 2020, Il gruppo spagnolo dell’Helvetia rappresenterà circa il 20% e contribuirà con circa 2.000 milioni di rate, Su 10.000 ammessi. “In termini di interesse, riteniamo che contribuirà con il 20% o più”, afferma il manager.

Il CEO svizzero insiste in particolare sul fatto che il processo ha creato valore per gli azionisti sin dall’inizio. Si è verificato un aumento di capitale di 280 milioni di euro, seguito dall’emissione di un prestito obbligazionario ibrido secondario di 600 milioni di euro. Va però tenuto presente che solo nel 2020 pagheremo più di 50 milioni di euro per la nostra partecipazione a Caser, quindi in pochi anni recupereremo tutto ciò che è stato investito. Il processo ha generato valore per gli azionisti sin dal primo momentoIl CEO dell’Helvetia conferma.

READ  La Commissione europea riceve un piano di ripresa dalla Polonia

Dal gruppo hanno calcolato che il rendimento, rispetto al capitale raccolto per l’acquisto di Caser, sarebbe compreso tra l’8% e l’11%.

L’operazione, infatti, è stata ben accolta dal mercato e dalle quote del gruppo e lo scorso anno il suo valore è cresciuto del 34%, sebbene sia ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici.

Sebbene Caser non abbia ancora fornito i risultati del 2020, Gmür ha affermato che l’assicuratore ha ottenuto una crescita dei suoi proventi dai premi non vita del 2,6% e dell’8,2% nell’assicurazione sulla vita a rischio. Ad ogni modo, è al di sopra del mercato. Inoltre, lo ha fatto migliorando l’efficienza e raggiungendo un combined ratio del 91%.

Piano strategico

Per quanto riguarda i progetti futuri del gruppo, l’Helvetia intende sviluppare una nuova assicurazione che possa coprire i rischi della pandemia – “per la quale potrebbero essere necessari partenariati pubblico-privati” -; Polizze specifiche a copertura dei rischi sismici – “che abbiamo visto nel sud Italia, Svizzera o Spagna” -; Prodotti per affrontare il rischio di criminalità informatica e proteggere la documentazione finanziaria per aiutare i tuoi clienti a risparmiare per la pensione di vecchiaia.

“Sfortunatamente, le persone sono sempre più costrette a risparmiare da sole. C’è una sorta di sfiducia nei sistemi di sicurezza sociale. Crediamo di poter aiutare i clienti con una pianificazione finanziaria sostenuta da polizze assicurative e altri prodotti con un profilo finanziario maggiore”, riflette il CEO di Helvetia .

Philip Gamour ha parlato anche dei suoi attuali partner Caser, Ibercaja, Unicaja e Liberbank, e della fusione di questi ultimi due. “Consideriamo positiva questa fusione, perché crea un gruppo bancario più solido. Nella distribuzione delle assicurazioni non si farà notare. Siamo molto a nostro agio con i nostri partner e consideriamo la loro presenza con contratti di assicurazione bancaria e come azionisti del 30% è la formula ideale per garantire il corretto allineamento degli interessi. ” Il manager era inoltre disponibile ad aumentare la quota se una delle banche volesse vendere la propria quota.

READ  I datori di lavoro bancari vedono spazio per ulteriori adeguamenti in questo settore