Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il contrabbando di rifiuti è un business inquinante multimilionario che arriva in Spagna dalla Francia e dall’Italia

Il contrabbando di rifiuti è un business inquinante multimilionario che arriva in Spagna dalla Francia e dall’Italia

“I documenti dicevano quello che dicevano, ma in pratica il Spazzatura È passato da un container in Francia o in Italia a un buco a Saragozza”, spiega il comandante Carlos Astrine, capo della squadra antinquinamento dell'UCO (Unità operativa centrale) della Sebrona (Servizio di protezione della natura) della Guardia civile.

Il gruppo ha partecipato negli ultimi mesi allo sgombero di diversi gruppi coinvolti nell'”importazione” clandestina di rifiuti solidi urbani (spazzatura) da entrambi i paesi in varie parti della Spagna. Il basso costo dei terreni in Spagna mantiene stabile il paese Una sorta di paradiso fiscale per questa truffaCiò avviene nonostante il divieto di trasferimento transfrontaliero dei rifiuti.

clicca per ingrandire

cadere.

Il prezzo basso dei territori spagnoli rende il paese una sorta di paradiso fiscale per questa truffa

La chiave sta nel prezzo: Portare via una tonnellata di rifiuti costa 250 euro in Francia e dai 40 ai 60 in Spagna.Un camion da venti tonnellate genera un margine lordo di 4.000 euro.

Uno dei cumuli di smaltimento, che importava rifiuti dalla Francia per lo smaltimento in una discarica di Saragozza, ha funzionato per tre anni spostando venti rimorchi di quel volume al giorno.

Non tutti trasportavano contrabbando, ma molti lo facevano Circa 16 milioni di euro di fatture fraudolente in questi tre anniLo spiega il ricercatore.

“La spazzatura arriva dalla Francia via camion e dall'Italia via mare”

“Dal sud della Francia, da est a ovest, la spazzatura arriva con i camion. “Viene via nave dall'Italia, principalmente da Roma e Napoli.”Astrain afferma, sottolineando che “la gestione o l'eliminazione dei rifiuti muove molti soldi”.

“La gestione o l'eliminazione dei rifiuti muove molti soldi”, afferma Astrain

Ci sono affari Due tappe principali, una documentaristica e l'altra logisticaCiò comporta l’invio dei rifiuti in Spagna in siti vicino alle città in Francia e Italia dove teoricamente verranno sepolti o riciclati.

READ  Google Pay: salva, paga e gestisci

Permette alle aziende di depositare denaro derivante dalle raccolte comunali e dalle spese di cura Per eliminarlo verrebbe speso solo un quinto del budgetEccedenza dedicata allo spostamento della merce nel paese di destinazione finale e al pagamento del capannone.

“Le aziende scelgono i bandi nei comuni di Francia e Italia In pratica mandano la spazzatura a essere sepolta in Spagna”Usano aziende che fungono da intermediari per simulare che lo scambio interno sia corretto, osserva Thalapathy.

Per questo, “Falsificare dichiarazioni sulla tipologia dei rifiuti, sulla loro provenienza e destinazione o trattamento È “obbligatorio” trasportare il carico alla discarica perché “la compagnia di navigazione prepara l'avviso di ciò che trasporta il camion”.

“I rifiuti di Francia e Italia sono sepolti”

Questa mossa fa della discarica dell'azienda Saragozza Rinza (Rifiuti Industriali Saragozza) il centro nevralgico del contrabbando internazionale di rifiuti, anche se con una particolarità: “Lì sono stati sepolti i rifiuti provenienti dalla Francia e dall'Italia, ma l'azienda non ha commesso alcun abuso. Questi rifiuti venivano loro inviati da altre societàA volte mescolato e altre volte coperto da uno strato di lettiera.

Quasi due anni fa Sebrona aveva già arrestato tre persone per averle trasportate in una discarica. 6.000 tonnellate di rifiuti da Blanquefort (Francia). Che doveva essere riciclato come se provenisse dalla Navarra e che la sua destinazione fosse salvata.

L'ultima operazione di smaltimento è stata un po' complicata, con una società a Fraga e un'altra a Terrazza

L'ultima funzione rimossa è un po' più complicata. con una società a Fraga (Huesca) e un'altra a Terraza (Barcellona) Questo, secondo l'indagine, simulava che la spazzatura provenisse dai comuni circostanti.

READ  L'Italia rifiuta di estradare Reverberi in Argentina per crimini contro l'umanità

“Ogni giorno venivano depositati in modo incontrollabile Tonnellate di tutti i tipi di rifiuti, compresi quelli pericolosi e tossici“, la Guardia Civil ha riferito che le strutture di Rinza e altri luoghi, come Xeros (Lileda), avevano discariche segrete.

L'operazione è stata lanciata dopo che alla frontiera è stato rilevato un traffico insolitamente intenso di camion che trasportavano rifiuti urbani dal sud della Francia verso aziende della Catalogna e dell'Aragona. Sono entrati ma non sono morti, Mentre continuavano il loro viaggio verso Saragozza.

Ha più di 30 conti bancari

L'indagine ha potuto verificare che queste società avevano effettuato Accordi internazionali per la gestione dei rifiuti urbani a tariffe inferiori a quelle di mercatoLa Guardia Civil denuncia la “localizzazione di 34 conti bancari utilizzati per dirottare alloggi e benefici illegittimi”.

Delle 19 società indagate sono state incluse due delle sei società presunte persone giuridiche Sono accusati di falsificazione di documenti, reati ambientali e appartenenza ad un'organizzazione criminaleIncarcerato per ordine del tribunale n. 1 di Fraga.

“Abbiamo avuto il sostegno del giudice e del pubblico ministero nei due anni di indagine Hanno capito che si trattava di un crimine premeditato” spiega il comandante Aztrain.

“Ci concentriamo sulla criminalità organizzata perché lo è Hanno la capacità di costituire società e dispongono del supporto documentale necessario per operare. “Prima, se un camion veniva intercettato, questo tipo di comportamento comportava solo una multa di 3.000 euro”, aggiunge.

“L'Aragona non può essere un paradiso fiscale per la spazzatura”

Scoperta e conferma dell'esistenza del complotto Corridoio internazionale del contrabbando di rifiuti, Saragozza è uno dei suoi principali punti di destinazioneE il flusso di persone provenienti dalla Francia e soprattutto dall'Italia, dove alcune famiglie mafiose si dedicano da decenni al business dei rifiuti, ha provocato la reazione di alcuni gruppi di sinistra.

READ  Il girone B dell'Eurocoppa è "La Muerte" con Italia e Spagna

Per questo Izquierda Unida e ZeC (Zaragoza en Común) hanno chiesto “responsabilità, controllo e coordinamento tra il Governo dell'Aragona e il Comune di Saragozza”. Evitare che la comunità e la sua capitale diventino centro di “traffici illegali”. Spazzatura”.

IU e ZeC hanno chiesto responsabilità al Governo dell'Aragona e al Comune di Saragozza.

“Questo è molto preoccupante e dobbiamo sapere cosa sta succedendo alle tonnellate di rifiuti sepolti ogni giorno a Saragozza, compresi i rifiuti pericolosi e tossici provenienti dall'Europa, a costo di danni irreparabili agli ecosistemi e alla salute delle aree circostanti.” ha sottolineato la portavoce Elena Tomás.

“Vogliamo sapere come è possibile che si seppelliscano i rifiuti non trattati nel territorio aragonese. Non può trattarsi di un paradiso fiscale per i rifiuti. Potremmo diventare la discarica dell’Europa” ha affermato Alvaro Sanz, deputato regionale e coordinatore dell’IU.

Da parte sua, un portavoce del Ministero dell'Ambiente lo ha confermato “Mantiene una stretta collaborazione” con le forze di polizia“Le attività effettivamente sviluppate sono il risultato della collaborazione con contributi di documenti e informazioni da entrambe le parti.”

Un anno e mezzo fa, nel luglio 2022, un’operazione congiunta di Sebrona, della polizia, dei Mozos de Escuatra e della Gendarmeria francese ha portato a una dozzina di arresti e allo smantellamento della rete, che ne aveva effettuati diversi in due anni. Il paesaggio della Catalogna 30.000 tonnellate di rifiuti di plastica e carta non riciclati i cui documenti indicavano che si trattava di un rudere.