Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I talebani hanno imposto nuove regole e separeranno i parchi della capitale afgana per genere

Quattro giorni alla settimana, i parchi e i parchi divertimento di Kabul saranno riservati solo agli uomini, i restanti tre alle donne. Fotografia: Jorge Silva/Reuters

talebano Sono separati per genere nei giardini della capitale afgana Questa domenica, a uomini e donne è stato vietato di condividere questi spazi pubblici, meno di una settimana dopo aver vietato il previsto ritorno degli adolescenti ai centri di istruzione secondaria.

Lo ha annunciato oggi il Ministero della promozione delle virtù e della prevenzione del vizio nel governo provvisorio dei fondamentalisti I parchi e i parchi divertimento di Kabul saranno riservati quattro giorni alla settimana solo agli uomini e i restanti tre alle donne.

“I giorni di visita alle aree ricreative e ai parchi sono divisi tra uomini e donne e le donne devono indossare il velo”, ha affermato il ministero in una nota.

Le autorità hanno indicato che coloro che violano la legge saranno puniti.

Questa nuova misura arriva dopo che i talebani mercoledì scorso hanno impedito il previsto ritorno degli adolescenti nelle scuole secondarie in Afghanistan, nonostante le molteplici promesse ufficiali al riguardo.

Durante il loro primo mandato al potere, tra il 1996 e il 2001, i fondamentalisti hanno seguito un'interpretazione rigida dell'Islam che li ha portati a vietare l'iscrizione delle donne nelle scuole ea rinchiudere le donne in casa.  Foto di Zohra Bensemra/Reuters
Durante il loro primo mandato al potere, tra il 1996 e il 2001, i fondamentalisti hanno seguito un’interpretazione rigida dell’Islam che li ha portati a vietare l’iscrizione delle donne nelle scuole ea rinchiudere le donne in casa. Foto di Zohra Bensemra/Reuters

La chiusura, in atto da quando la formazione è salita al potere lo scorso agosto, ha suscitato critiche da parte della comunità internazionale.

Oggi è una delle restrizioni imposte dai talebani da quando sono saliti al potere.

Lo scorso dicembre il Ministero delle Virtù ha vietato alle donne di viaggiare senza velo e senza un compagno maschio nei lunghi viaggi a Kabul, in una serie di regolamenti che impediscono ai tassisti di ascoltare musica.

READ  Aung San Suu Kyi è stata condannata dal regime golpista militare in Myanmar | Condanna internazionale del Premio Nobel per la pace

Durante il loro primo mandato al potere, tra il 1996 e il 2001, i fondamentalisti hanno seguito un’interpretazione rigida dell’Islam che li ha portati a vietare l’iscrizione delle donne nelle scuole ea rinchiudere le donne in casa.

Proteste contro la mancanza di istruzione

Sabato, decine di studenti, genitori e insegnanti hanno manifestato davanti al Ministero dell’Istruzione afghano, protestando contro la decisione dei talebani questa settimana di tenere le scuole chiuse alle ragazze delle scuole secondarie nonostante le loro promesse di aprire.

Dal file: una studentessa afgana legge il suo libro all'interno di una casa a Kabul.  Fotografia: Charlotte Greenfield/Reuters
FILE FOTO: Una studentessa afgana legge il suo libro all’interno di una casa a Kabul. Fotografia: Charlotte Greenfield/Reuters

“Vogliamo giustizia per le ragazze afgane, vogliamo lavoro e istruzione”Decine di residenti di Kabul presenti hanno fatto eco al loro rifiuto della decisione dei fondamentalisti.

Zulia Barsi, uno degli organizzatori della protesta e membro del cosiddetto movimento spontaneo di attivisti, ha detto a Efe di aver “protestato contro la riapertura delle scuole secondarie e superiori” per ragazze in un ambiente “teso”.

Il gruppo ha dovuto affrontare il divieto generale dei talebani di protestare contro il suo regime e in passato ha organizzato manifestazioni a porte chiuse e altre azioni per rivendicare i diritti delle donne minacciate in Afghanistan.

“La protesta era programmata davanti al Ministero dell’Istruzione, ma il governo talebano non ci ha dato il permesso e ci ha minacciato di non andare”, ha detto a Effie l’attivista Laila Bassim, una dei manifestanti.

La protesta è rimasta nei pressi dell’edificio, tre giorni dopo che i fondamentalisti avevano impedito alle ragazze adolescenti di tornare in classe dopo una chiusura di sette mesi, da quando i talebani avevano preso il controllo del Paese lo scorso agosto.

Le Nazioni Unite sono rimaste scioccate da questa decisione, affermando che la continuazione della chiusura
Le Nazioni Unite sono rimaste scioccate dalla decisione, affermando che la continua chiusura “viola i diritti umani di donne e ragazze”. Foto di Zohra Bensemra/Reuters

Il governo talebano inizialmente ha affermato di aver impedito alle ragazze adolescenti di tornare alle scuole secondarie per “adattare” la loro istruzione alla legge islamica, o sharia.

READ  Una delle più grandi incognite sul divorzio di Gates: chi otterrà la mega-villa "Xanadu 2.0" del valore di $ 150 milioni?

Tuttavia, i talebani hanno recentemente annunciato che la riapertura delle classi dopo la pausa invernale includerà anche le studentesse delle scuole superiori.

L’improvvisa decisione di mantenere la chiusura ha lasciato studenti e insegnanti delusi, oltre che indignati dalla comunità internazionale.

Le Nazioni Unite sono rimaste scioccate dalla decisione, affermando che la continua chiusura “viola i diritti umani di donne e ragazze”.

(Con informazioni da EFE)

Continuare a leggere: