Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Hezbollah ha lanciato dodici nuovi attacchi contro Israele, due dei quali con missili balistici

Hezbollah ha lanciato dodici nuovi attacchi contro Israele, due dei quali con missili balistici

Il gruppo sciita libanese Hezbollah ha annunciato oggi di aver compiuto dodici attacchi contro il nord di Israele (Reuters/Alaa Al-Marjani)

La comunità sciita libanese Hizb allah Annunciato oggi che è esaurito Dodici attacchi al nord di Israele, Due di loro sono stati lanciati con missili balistici, poche ore prima dell’inizio della tregua temporanea a Gaza, alla quale la formazione intende aderire, secondo fonti ad essa vicine.

Le azioni di mercoledì includevano il lancio di due missili balistici.vulcano Si tratta di proiettili di grosso calibro diretti contro obiettivi militari dello Stato ebraico, ha riferito in una serie di dichiarazioni il movimento politico e armato libanese.

In un recente discorso, il leader di Hezbollah Hassan Nasrallah ha annunciato l’inclusione di questi proiettili nel suo arsenale operativo e ha confermato che hanno la capacità La capacità di trasportare testate fino a mezza tonnellata, Anche se finora è stato utilizzato in misura limitata nel Libano meridionale.

La formazione sciita ha lanciato oggi decine di altri attacchi con armi non meglio specificate contro postazioni israeliane, gruppi di soldati e una squadra di supporto logistico che stava effettuando lavori di manutenzione in un sito militare, si legge nelle note.

Una di queste misure, lanciata alle 16:50 ora locale (14:50 GMT), ha preso di mira contemporaneamente un totale di Cinque punti militari Si trova nel nord di Israele.

Dallo scorso 8 ottobre, il gruppo libanese e Israele sono impegnati in attacchi transfrontalieri tra i due paesi, un’esplosione di violenza che ha già lasciato più di 26mila sfollati, almeno 77 morti e circa 300 feriti solo in Libano.

READ  È la porta del purgatorio?

Lo hanno però confermato fonti vicine a Hezbollah Aderirà alla tregua umanitaria Per un periodo di quattro giorni concordato tra Israele e il movimento islamico palestinese Hamas, la cui entrata in vigore è prevista per domani.

Un soldato israeliano in una foto d’archivio (Ilia Yefimovich/dpa)

Mercoledì gli Hezbollah iracheni, sostenuti dall’Iran, hanno avvertito che potrebbero attaccare I nuovi americani bianchi Dopo che gli aerei da guerra americani hanno ucciso molti militanti in risposta all’attacco con missili balistici a corto raggio sulla base aerea di Ain al-Asad pochi giorni fa.

Martedì aerei statunitensi hanno bombardato il centro operativo e il centro di comando e controllo di Kataib Hezbollah vicino ad Anbar e Jurf al-Saqr, a sud di Baghdad, hanno detto due funzionari della difesa, parlando a condizione di anonimato perché non erano coinvolti in dettagli riservati.

C’erano dipendenti Brigate Hezbollah in entrambi i luoghi al momento degli attacchi, ma i funzionari hanno affermato di non poter confermare se le persone siano state uccise lì.

Funzionari della milizia irachena hanno affermato che l’attacco ha ucciso otto membri delle Brigate Hezbollah.

Gli Stati Uniti hanno lanciato attacchi aerei dopo un attacco iniziale In rappresaglia per l’AC-130 pesantemente armato Era nell’aria quando lunedì sera i militanti sostenuti dall’Iran hanno lanciato due missili balistici a corto raggio contro la base aerea di Al-Asad in Iraq. L’aereo è stato in grado di identificare la fonte dei missili e ha aperto il fuoco su un certo numero di militanti che sono fuggiti in macchina, uccidendone alcuni.

Da parte sua, Kataib Hezbollah ha dichiarato in un comunicato che sta studiando la questione “Espansione delle dimensioni delle uova” Se le forze americane continueranno i loro attacchi, aggiungendo che l’attacco “non rimarrà impunito”.

READ  Gli Stati Uniti non permetteranno agli stranieri fortificati di entrare nello Sputnik

Gravi attacchi si sono intensificati da quando le milizie filo-iraniane sotto il nome collettivo di Resistenza Islamica in Iraq e Siria hanno iniziato ad attaccare le strutture statunitensi il 17 ottobre, data in cui un’esplosione ha ucciso centinaia di persone in un ospedale di Gaza. Da allora, almeno 66 attacchi missilistici e missilistici hanno colpito strutture statunitensi e ferito almeno 62 soldati.

L’attacco di lunedì è stato il primo in cui i militanti hanno utilizzato missili balistici e la risposta americana in Iraq è stata immediata.

(Con informazioni da EFE e AP)