Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli Stati Uniti hanno condannato l’attacco delle forze di Putin a Odessa il giorno dopo l’accordo sul grano: “La Russia è responsabile dell’aggravamento della crisi alimentare globale”.

Putin ha lanciato l’attacco un giorno dopo l’accordo sull’esportazione di grano

Gli Stati Uniti condannano fermamente l’odierno attacco missilistico russo al porto ucraino di Odessa. Solo 24 ore dopo la conclusione di un accordo per consentire la ripresa delle esportazioni agricole ucraine attraverso il Mar Nero, “La Russia ha violato i suoi obblighi attaccando il porto storico da cui verranno ritrasportate le esportazioni di grano e prodotti agricoli in base a questo accordo”, ha affermato il ministro degli Esteri Anthony Blinken..

Lo ha aggiunto il funzionario statunitense Il Cremlino continua a mostrare la sua indifferenza per la sicurezza di milioni di civili mentre continua il suo assalto all’Ucraina. “La Russia sta privando l’Ucraina della sua vitalità economica e il mondo del suo approvvigionamento alimentare attraverso un blocco efficace del Mar Nero”.

Questo attacco getta seri dubbi sulla credibilità dell’impegno della Russia nei confronti dell’accordo di ieri e mina il lavoro delle Nazioni Unite, della Turchia e dell’Ucraina per portare cibo essenziale ai mercati mondiali. Blinken ha affermato che la Russia è responsabile dell’aggravarsi della crisi alimentare globale e deve porre fine alla sua aggressione e attuare pienamente l’accordo che ha accettato.

Dichiarazione del Dipartimento di Stato sugli attentati di Odessa

parla anche tu Ambasciatore degli Stati Uniti a Kiev, Bridget Brink:È uno scandalo. La Russia attacca la città portuale di Odessa meno di 24 ore dopo aver firmato un accordo per consentire la spedizione delle esportazioni agricole. Il Cremlino continua a usare il cibo come arma. La Russia deve essere ritenuta responsabile”.

Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterresanche “inequivocabilmente” ha respinto gli attacchi missilistici che ha avuto luogo oggi nel porto ucraino di Odessa, è la chiave dell’accordo sull’esportazione di grano negoziato dalle Nazioni Unite tra Russia e Ucraina. “Il segretario generale condanna inequivocabilmente gli attacchi denunciati oggi al porto ucraino di Odessa”, ha affermato in una nota il suo vice portavoce, Farhan Haq, aggiungendo che “la piena attuazione (dell’accordo) da parte di Federazione Russa, Ucraina e Turchia ” è la formula.

READ  Gli Stati Uniti stimano che 6000 soldati russi siano stati uccisi in due settimane dall'invasione

L’Unione europea condanna fermamente l’attacco missilistico russo al porto di Odessa. Attaccare un importante obiettivo di esportazione di grano il giorno dopo la firma degli Accordi di Istanbul è particolarmente riprovevole Mostra ancora una volta il completo disprezzo della Russia per il diritto e gli obblighi internazionali. #stoprussiaL’Alto Rappresentante per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza dell’Unione Europea ha scritto sul suo account Twitter. Giuseppe Borrel.

Sabato l’Ucraina ha rivelato che la Russia ha lanciato missili nel porto di Odessaun importante porto sul Mar Nero, appena un giorno dopo un accordo per riprendere le esportazioni di grano interrotto dall’invasione.

Il nemico ha attaccato il porto di Odessa con i missili da crociera Kalibr. Le forze di difesa aerea hanno lanciato due missili. Sergei Prachuk, portavoce dell’amministrazione regionale di Odessa, ha dichiarato in una dichiarazione pubblicata sui social media che due hanno colpito le infrastrutture del porto.

Il presidente russo Vladimir Putin e il ministro della Difesa Sergei Shoigu in una foto d'archivio del 22 giugno 2022 (Reuters)
Il presidente russo Vladimir Putin e il ministro della Difesa Sergei Shoigu in una foto d’archivio del 22 giugno 2022 (Reuters)

L’attacco è arrivato il giorno dopo che le due parti avevano firmato a Istanbul un accordo con le Nazioni Unite e la Turchia per consentire l’esportazione di grano bloccato nei porti ucraini, stimato tra i 20 ei 25 milioni di dollari.

READ  Hanno pubblicato una foto di Boris Johnson che beve vino con altre persone durante il blocco nel 2020 | La nuova polemica con il premier britannico avviene abbastanza presto nell'alternativa Omicron

La Federazione Russa ha impiegato meno di 24 ore per mettere in discussione, con gli attacchi missilistici sul territorio del porto di Odessa, gli accordi e le promesse fatte alle Nazioni Unite e alla Turchia nel documento firmato ieri a Istanbul”Lo ha annunciato il portavoce del ministero degli Esteri Oleg Nikolenko.

Lanciando missili al porto, il presidente russo Nikolenko ha affermato che Vladimir Putin “ha sputato in faccia al segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e al presidente turco Recep (Tayyip) Erdogan, che hanno compiuto grandi sforzi per raggiungere questo accordo”.

Il portavoce ha aggiunto che la Russia si assumerà “la piena responsabilità” in caso di fallimento dell’accordo e per “l’aggravarsi della crisi alimentare globale”.

I brutali attacchi russi di sabato intaccano l’accordo raggiunto ieri da Kiev e Mosca, dopo mesi di difficili negoziati. L’accordo, che include la Turchia e le Nazioni Unite, ha cercato di alleviare la crisi alimentare globale causata dal blocco delle forniture di grano nel Mar Nero ed è stato il primo grande accordo tra le parti in guerra dall’invasione russa dello scorso febbraio.

L’accordo, infatti, prevede la realizzazione di un corridoio marittimo per alleviare la crisi alimentare da tre porti ucraini, uno dei quali proprio nella città bombardata sabato scorso, Odessa. Gli altri due sono Pivdennyi e Chornomorsk. Tra i tre, circa 22 milioni di tonnellate di grano, mais e altri cereali sono stoccati in silos e sono stati banditi da Mosca.

Questo accordo dovrebbe rappresentare un sollievo per i paesi che dipendono dai mercati russo e ucraino, che rappresentano il 30% del commercio mondiale di grano, ma ora – con l’invasione russa – il loro futuro è in pericolo.

READ  Gli argentini sono stati investiti da un'auto di pattuglia in Messico: sono molto pericolosi e servono 45mila dollari

Continuare a leggere: