Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

G7 in Giappone per analizzare il mercato del lavoro e l’agricoltura

G7 in Giappone per analizzare il mercato del lavoro e l’agricoltura

Tokio (EFE). I ministri del lavoro dei paesi del G7 hanno sottolineato oggi l’importanza di applicare gli insegnamenti tratti dalla pandemia e di impegnarsi a migliorare l’accesso alla formazione continua e l’ulteriore integrazione nel mercato del lavoro per la sua sostenibilità.

Da parte loro, i ministri dell’agricoltura hanno sostenuto l’importanza di diversificare le filiere agricole e adottare pratiche più rispettose dell’ambiente per ottenere sistemi resilienti e sostenibili.

Pubblicità congiunta sul lavoro

Al termine del loro incontro di due giorni questa domenica a Kurashiki, nel Giappone occidentale, i vertici del Gruppo dei Sette (Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti), insieme al rappresentante del Settore dell’Unione europea, ha adottato una dichiarazione congiunta che invita i paesi ad aumentare gli investimenti in denaro capitale umano.

Il ministro giapponese del Lavoro, Katsunobu Kato, durante la riunione del G7 a Kurashiki. EFE/EPA/Jijij Press

In questo senso, sottolineano l’importanza di “imparare lezioni dalle politiche associate a COVID-19 per poter rispondere alle crisi future senza mettere a repentaglio la sostenibilità dei sistemi di protezione sociale”, dati i costi di bilancio imprevisti che queste misure hanno sollevato. In alcuni paesi, per fare pressione sui loro sistemi di disoccupazione.

Con questo in mente, hanno chiesto lo sviluppo di politiche che includessero maggiori sussidi in modo che i lavoratori possano rimanere, entrare o tornare al lavoro in qualsiasi circostanza.

La pandemia ha determinato cambiamenti nelle forme di produzione e consumo e l’espansione dell’uso delle piattaforme digitali, accelerando la trasformazione del mercato del lavoro e delle comunicazioni.

Per adattarsi a questa nuova situazione, il G7 chiede la promozione di “adeguate opportunità per migliorare e aggiornare le competenze professionali, per contribuire a ridurre i rischi di insicurezza del lavoro, squilibri e lacune di competenze e carenza di lavoratori qualificati nei nostri mercati del lavoro”.

READ  Brooklyn Fitboxing raggiunge la sua 200esima palestra dopo l'apertura di un nuovo centro in Italia

“Rinnoveremo i nostri sforzi per migliorare la disponibilità di un’istruzione di qualità e le opportunità di formazione continua, in particolare per coloro che ne hanno più bisogno”, anche rafforzando il coordinamento tra il settore pubblico e quello privato, data la “significativa disparità” nell’accesso ai programmi di formazione tra le economie del G7. , hanno aggiunto.

Per quanto riguarda il calo delle dimensioni della forza lavoro, i ministri del G7 hanno chiesto di rafforzare la partecipazione al mercato integrando i lavoratori anziani e le persone con disabilità, che possono utilizzare il lavoro a distanza, la robotica o l’intelligenza artificiale (AI).

I titolari di posti di lavoro del gruppo hanno riconosciuto che c’erano ancora differenze nell’accesso all’occupazione, compreso il divario di genere e “la segregazione occupazionale e le visioni stereotipate dei ruoli di genere, in particolare nelle posizioni manageriali”, quindi si sono impegnati a continuare a lavorare.

Il gruppo ha incluso nel testo una condanna dell’invasione russa dell’Ucraina, “che ha causato danni indicibili al popolo ucraino, nonché l’aumento dei prezzi del cibo e dell’energia che minaccia milioni di persone con un aumento del rischio di povertà, e ha avuto un impatto sociale significativo, impatti economici e sul mercato del lavoro in Ucraina e oltre”.

Agricoltura rispettosa dell’ambiente

In una dichiarazione congiunta dei ministri dell’Agricoltura del Gruppo dei sette grandi paesi industrializzati, adottata oggi al termine del loro incontro di due giorni nella città sudoccidentale di Miyazaki, il gruppo ha condannato l’impatto dell’invasione russa dell’Ucraina sulla sicurezza alimentare, ma ha rilevato che anche prima. La fame cronica durante la guerra ha colpito 828 milioni di persone.

“È chiaro che sono urgentemente necessarie risposte politiche”, hanno affermato i funzionari dell’agricoltura di Germania, Canada, Stati Uniti, Francia, Italia, Giappone e Regno Unito, ai quali si è unito il capo della sezione dell’Unione europea. Chi ha detto che la guerra russo-ucraina ha solo esacerbato i problemi esistenti di queste attività, come il cambiamento climatico o le malattie infettive, con la pandemia di COVID-19 come esempio.

READ  "Le piastrelle sono aumentate del 30% a causa dei costi"

A breve termine, “è essenziale sostenere l’Ucraina e mitigare gli effetti negativi della guerra”, hanno affermato i ministri, sottolineando anche l’importanza di “continuare il passaggio urgentemente necessario verso pratiche agricole resilienti e sostenibili per ottenere una produzione sufficiente nel medio e lungo termine per sfamare una popolazione mondiale in crescita.” .

Riunione dei ministri dell'Agricoltura del G7, oggi a Miyazaki (Giappone)
Riunione dei ministri dell’Agricoltura del G7, oggi a Miyazaki (Giappone). EFE/EPA/Jijij Press

La popolazione mondiale raggiungerà gli 8 miliardi nel 2022

I problemi con le catene di approvvigionamento durante la pandemia, l’aumento dei costi e il peggior accesso a elementi chiave come i fertilizzanti, hanno “reso più evidente che mai l’importanza di assumere una prospettiva ampia sui” sistemi alimentari “”, afferma la dichiarazione.

Per raggiungere un’agricoltura più sostenibile a lungo termine, i capi di Stato del G7 ritengono importante “diversificare le filiere internazionali, regionali e nazionali” per migliorare le risorse agricole e la produzione di ciascun Paese e che l’impatto dei fattori esterni sia minore per coloro che dipendono di più sulle esportazioni alimentari.

Il G7 ha anche sottolineato il suo impegno a sviluppare un commercio “equo, aperto, trasparente, prevedibile, non discriminatorio e basato sulla legge”, nonché ad aumentare la disponibilità di diete salutari a prezzi accessibili.

Tenendo presente la crescita della popolazione globale, i ministri dell’agricoltura del G7 hanno citato la necessità di ridurre le emissioni di gas serra e invertire la perdita di biodiversità, tenendo conto della “significativa interdipendenza tra la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici” e l’agricoltura.

I ministri dell'Agricoltura del G7 si incontrano oggi in Giappone.
I ministri dell’Agricoltura del G7 si incontrano oggi in Giappone. EFE/EPA/Jiji Press

Il gruppo ha chiesto di rafforzare il proprio impegno a rispettare i trattati internazionali relativi al clima e alla biodiversità e ha evidenziato diverse misure che potrebbero contribuire al suo recupero, come l’agricoltura biologica, la gestione dei parassiti senza fare affidamento esclusivamente su pesticidi chimici o sistemi di irrigazione.

READ  La siccità in Europa influisce sulla produzione globale di olio d'oliva e ne fa aumentare il prezzo

La dichiarazione riflette anche sull’importanza dell’innovazione e degli investimenti per trasformare il settore agricolo, anche attraverso l’integrazione della tecnologia, per creare maggiori opportunità di lavoro che attirino l’occupazione e aiutino a rivitalizzare le zone agricole rurali che invecchiano o si spopolano.