Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Economia forte e resiliente

Il primo riferimento ufficiale noto sull’andamento dell’economia della Navarra nel primo trimestre del 2022 rivela che il prodotto interno lordo (PIL) ha mantenuto il tasso di crescita registrato alla fine dello scorso anno, nonostante il deterioramento del contesto economico mondiale e il forte aumento dell’inflazione verificatosi dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

Secondo le prime stime di Nastat, il prodotto interno lordo della Navarra tra gennaio e marzo 2022 è cresciuto dell’1% rispetto ai tre mesi precedenti, un tasso simile a quello registrato nel quarto trimestre del 2021, stimolando la ripresa dell’economia della Navarra e avvicinando l’attività. al livello pre-Covid.

Inoltre, su base annua, la crescita del PIL è accelerata al 6,5% dal 4,9% stimato nel trimestre precedente.

Situazione economica

Gli indicatori di breve termine segnalano una ripresa dell’attività, soprattutto nel settore dei servizi, grazie alla revoca delle restrizioni legate al covid, e ciò si riflette nel fatturato del settore, cresciuto di oltre il 20% nei primi due mesi . Rispetto allo stesso periodo del 2021. Anche la produzione industriale è cresciuta in modo significativo, crescendo dell’11% tra gennaio e febbraio. Tuttavia, gli indicatori relativi alla costruzione, come l’acquisto e la vendita di case o il numero di case avviate, sono stati un po’ più contenuti dopo la risposta positiva che ha avuto nell’ultimo anno.

Dal lato della domanda spiccano la crescita degli investimenti aggregati e il contributo positivo della domanda estera, mentre i consumi finali sono in rallentamento.

Prospettive – Prospettive

In merito alle prospettive per i prossimi mesi, il ministro dell’Economia e delle Finanze del governo della Navarra, Elma Saez, ha confermato che nel secondo trimestre dell’anno è previsto un peggioramento più pronunciato. Gli effetti collaterali delle sanzioni contro la Russia, le complessità nelle catene di approvvigionamento causate dalle restrizioni in alcune regioni della Cina, insieme agli aumenti dei prezzi e alla stretta monetaria, indicano questa tendenza”.

READ  UniCredit tratta i dettagli per l'acquisizione del Monte dei Paschi | comp

Secondo Saez, il nuovo quadro geopolitico ed economico internazionale derivato dalla guerra in Ucraina e dal forte aumento dei prezzi “ci fa rafforzare gli sforzi nell’analisi del comportamento della nostra economia”. In tal senso, e alla luce dei dati a disposizione del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è necessario “continuare a lavorare con obiettività e cautela, sapendo che ci troviamo in un contesto molto incerto e soggetto a fattori esterni che possono essere un segno dello sviluppo dell’economia globale, nazionale e regionale nel breve e medio termine “”.

commercio estero

Le esportazioni sono cresciute di 532 milioni rispetto al 2021, principalmente grazie al settore automotive.

Nei primi quattro mesi del 2022 è aumentato del 15,5% e le importazioni del 25,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il valore è di 3639,1 milioni di euro.

Il volume delle importazioni è di 2.321,0 milioni di euro, con un aumento del 25,6% rispetto allo stesso periodo del 2021.

E le “auto” hanno registrato la componente più importante delle esportazioni, un aumento del volume delle vendite del 33,6%. Tale crescita è dovuta principalmente all’aumento dei volumi di vendita in Germania con un tasso di varianza dell’89,4% e in Francia del 16,6%.

Quanto al resto delle esportazioni, senza tener conto del settore automobilistico, sono cresciute dell’8,6%, il che evidenzia il buon andamento dei “ricambi e accessori auto” che sono cresciuti del 13,7% e degli “ortofrutticoli” del 7,6%. I “Generatori elettrici rotativi e trasformatori” sono diminuiti del 18,2%.

I principali paesi destinatari delle esportazioni della Navarra sono, in ordine economico, Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Portogallo. Si evidenzia l’aumento dei volumi di vendita in Germania (38,1%), Regno Unito (36,5%) e Italia (20,2%).

Per quanto riguarda le importazioni da Navara, la componente principale è “ricambi e accessori auto”, che ha registrato un incremento del 18,7%. Tale aumento è dovuto principalmente all’aumento degli acquisti dalla Germania (17,4%) e dalla Repubblica Ceca (19,0%).

READ  L'apertura al turismo straniero ha raggiunto solo 2 milioni di passeggeri a giugno

struttura aziendale

Il grande tessuto imprenditoriale di Navarre si estende dal settore primario a quello industriale e terziario, generando sinergie che facilitano la riduzione dei costi, la produttività e la redditività. Se si analizza la struttura produttiva della Comunidad Foral, si può notare che l’industria ha un peso maggiore nell’economia della Navarra che in altre società spagnole. Attualmente, il peso del tessuto sintetico è molto forte; Rappresentano oltre il 25% del PIL, quasi 13 punti al di sopra della media spagnola.

Navarra ha più di 125 multinazionali provenienti da più di 20 paesi dedicati a diversi settori. Dall’altro lato, c’è un vasto tessuto commerciale di piccole imprese che faticano a crescere e modernizzarsi in tempi non solo a causa della pandemia ma anche di una rivoluzione nelle abitudini dei consumatori e dei clienti e dalla completa digitalizzazione.

Infatti, l’80% del tessuto imprenditoriale in Navarra sono imprese a conduzione familiare, per lo più nel settore primario. Questi hanno una maggiore redditività e longevità rispetto ai non familiari.

Nella classifica delle 200 maggiori aziende di Navarra (implementata utilizzando i dati eInforma, un marchio INFORMA D&B), mostra chiaramente i settori che contribuiscono al volume delle vendite nell’economia della Navarra. La maggior parte delle vendite di tutte queste grandi aziende e motore dell’economia della società si concentra nei settori automobilistico, delle energie rinnovabili e dell’agroalimentare, che sono stati colpiti in modo non uniforme da questa crisi sanitaria.

Tuttavia, l’economia della Navarra ha una struttura molto diversificata in termini di settori. Dai macchinari e attrezzature, alla carta, ai prodotti farmaceutici, all’edilizia, ai trasporti, ecc… D’altra parte, altri settori importanti come il commercio o l’industria alberghiera sono scarsamente rappresentati in questa classifica a causa della piccola dimensione media delle aziende nel tuo settore.

Secondo i dati del 2020 dell’Istituto di statistica della Navarra, un totale di 21.262 aziende (56,7%) sono raggruppate in ospitalità, trasporti, magazzinaggio, informazione e comunicazione, attività finanziarie e assicurative, attività immobiliari, professionali, scientifiche e tecniche e attività amministrative attività. Servizi ausiliari, attività educative, sanitarie, sociali e altre attività sociali, compresi i servizi alla persona.

READ  L'Ibex 35 è salito a metà sessione, superando 8.830 punti grazie alle banche

Il commercio all’ingrosso, al dettaglio e intermediario rappresenta 8.453 imprese (22,6%), mentre le costruzioni rappresentano l’11,7% e le imprese industriali, compresa l’energia, il 9,0%.

Come indicato, la Comunità Foral è un’area per le piccole imprese. Le aziende con meno di dieci dipendenti rappresentano il 93% delle 37.483 aziende attive con cui è iniziato l’anno 2020. Solo 16.573 aziende, il 44%, hanno dipendenti. Operano in un totale di 41.663 stabilimenti, dalle fabbriche ai negozi, passando per uffici e altri edifici.

Le aziende della Navarra hanno una media di 4,1 dipendenti, anche se l’80% non arriva a tre, una percentuale che è cambiata di poco negli ultimi due decenni. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che la maggior parte delle società è di proprietà di persone fisiche (56%). Queste tipologie di società impiegano in media 1,5 persone mentre nelle restanti forme giuridiche (società cooperativa, società per azioni, società per azioni) i dipendenti sono più di dieci.

La maggior parte delle società attive è concentrata nella regione centrale della Navarra (58,4%) e nella Ribera de Tudela (13,4%) e le maggiori diminuzioni si sono verificate nella Ribera del Arga e in Aragona (-2,5%).

Una parte significativa delle imprese industriali, che si distinguono per l’alto livello tecnologico e la notevole capacità di esportazione, appartengono ai due più importanti sottosettori di attività dell’industria della Navarra: le macchine e le attrezzature automobilistiche. Tra i sottosettori e l’industria agroalimentare, rappresenta più della metà del PIL industriale della Navarra.