Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cosa accomuna gli Stati Uniti della Corte Suprema di Giustizia? | Intrusione e abuso di potere

Gli Stati Uniti e la Corte Suprema Argentina Hanno in comune, nel primo caso, la tendenza a intromettersi negli affari interni dei loro vicini e, nel caso della Suprema Corte, ad andare oltre i limiti delle loro funzioni e ad interferire con i poteri del potere esecutivo e legislativo . L’intrusione e l’abuso di autorità sono fattori comuni che sminuiscono il pieno esercizio della democrazia in paesi come l’Argentina, che sta vivendo il più lungo periodo ininterrotto di democrazia nella sua interezza come entità indipendente.

Ad ogni modo, sono convinti che questa sia la loro missione, indipendentemente dal fatto che gli Stati Uniti siano i guardiani della libertà o la Corte Suprema come guardiani della Repubblica Argentina. Il risultato che suggeriscono queste violazioni, più che tutori Rende pericolosa la libertà e la validità della Repubblica.

L’unico significato di questo parallelo è che nell’ultima settimana questa immagine denigratoria degli Stati Uniti e della Corte è stata rivelata dalla reazione combinata di diversi presidenti latinoamericani, in un caso, e nell’altro, di 17 governatori statunitensi. tutti davanti.

La discussione specifica affronta questioni sostanziali come la restrizione della sovranità nazionale in un caso e la sovranità popolare o cittadina nell’altro.. Nel caso degli Stati Uniti, si discute se abbiano il diritto o la capacità di prendere una decisione senza consultare l’esclusione di tre paesi in un incontro regionale.

Il rifiuto iniziale del presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador, ha suscitato la solidarietà di altri governi, come i governi della Bolivia, del Guatemala, dell’Honduras e della maggior parte dei Caraibi. Il presidente Alberto Fernandez e il suo omologo cileno Gabriel Borek hanno criticato la decisione degli Stati Uniti, ma hanno detto che avrebbero partecipato. Questa settimana, l’inviato speciale del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, l’ex senatore Christopher Dodd, è arrivato nel paese. Il compito dell’ex senatore è persuadere i capi distrettuali a partecipare alla riunione a Los Angeles, che dovrebbe iniziare il 6 giugno.

READ  Questi i cinque libri suggeriti da Bill Gates: le recensioni e perché li ha scelti

Dodd ha già convinto il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, che ha detto che non viaggerà. Bolsonaro sostiene Donald Trump – che ha appena perso clamorosamente il candidato dello stato della Georgia – ed è molto critico nei confronti di Biden. Lo ha detto il brasiliano che ha rassicurato con il suo aiuto l’ex senatore Dodd, che aveva già confermato la presenza del cileno Borek a Los Angeles.

L’inviato di Biden ha incontrato Alberto Fernandez e Gustavo Pelez. Il comunicato ufficiale non ha detto se il presidente avrebbe partecipato alla riunione, ma lo ha confermato Ha sollevato con l’inviato degli Stati Uniti il ​​suo rifiuto di escludere Nicaragua, Venezuela e Cuba.

Washington porta il dibattito sulla situazione interna di quei paesi. Ma ciò che è in discussione è che, da un lato Ha davvero plagiato che non gli piace escludere tre paesi. D’altra parte, gli incontri regionali con eccezioni cessano di essere regionali e diventano ideologici. Inoltre, se Washington decide sulle eccezioni, si tratta di un’ideologia subordinazionista del potere nordamericano. La cosa reale è quella Dopo il fallimento dell’Accordo di libero scambio delle Americhe (ALCA), gli Stati Uniti non avevano più una proposta per la regione se non quella di proporre la subordinazione ideologica del “cortile di casa”.. È così che ha operato il Gruppo Lima, che un governo ha unito per il cambiamento durante l’amministrazione Trump.

In settimana la Cassazione penale ha ribaltato la decisione che confermava l’accusa nel caso cosiddetto “aereo Canelita”, in cui Cristina Kirchner era stata condannata e processata da Claudio Bonadio perché secondo lo stesso giudice confermata senza testimoni. O prove, i giornali sono stati trasportati da Buenos Aires a Calafate su voli privati ​​del presidenziale Tango 01.

READ  The Economist Boch Argentina: Perché alla fine di 50 paesi sono tornati alla normalità economica prima della pandemia

La Camera ha respinto il ricorso a causa delle azioni irregolari commesse da Bonadio. È un peccato che questo personaggio sia morto, perché se fosse stato vivo avrebbe dovuto affrontare così tante richieste di impeachment come lo era la sua fedina penale. Tutti i casi che questo giudice ha riunito, e che sono stati elogiati dai leader machrista alle riunioni dell’ambasciata nordamericana, sono falliti per mancanza di prove.

Non erano interessati alla giustizia o alla corruzione, ma cercavano solo di proiettare quell’immagine imperiale di un presidente che usava l’aereo presidenziale come un capriccio faraonico per consegnare giornali al suo palazzo nel sud.

Questi atti arbitrari e quelli commessi contro altri ex funzionari nei governi di Kirchner costituivano l’uso della magistratura a fini di persecuzione politica. E non solo il tribunale lo ha permesso, ma ha anche avuto un ruolo nella guerra legale.

I quattro giudici della Corte si concentrano sul potere che li ha portati a interferire e interferire con l’esecutivo, ostacolando i decreti e le decisioni presidenziali, e il potere legislativo, con l’abrogazione delle leggi approvate dal Parlamento e l’installazione di altre leggi che sono state abrogate. È inoltre fuori ogni logica per il funzionamento separato di due organi, che il capo del tribunale sia anche il capo della magistratura, perché per qualche ragione i poteri dell’uno sono stati separati dall’altro. Se l’idea durante la creazione della magistratura era di separare i lavori, quello che hanno fatto ora è di mescolarli di nuovo.

Il progetto ufficiale per aumentare il numero dei membri della corte è stato arricchito dalla proposta del senatore per il Rio Negro Alberto Weretelnik, che ha recepito criteri federali e di genere per una composizione veramente funzionale e democratica.

READ  Ancora una volta, Duque ha descritto la violenza registrata durante le proteste come "sabotaggio criminale".

La riunione dei conservatori al Consiglio federale per gli investimenti di questa settimana, dopo la quale hanno emesso questa proposta per formare una nuova Corte suprema, può essere interpretata come parte di una nuova strategia del partito al governo per spingere le sue iniziative al necessario. Riforma giudiziaria.

Indipendentemente dal fatto che facesse o meno parte di quella strategia, la proposta dei conservatori includeva queste due componenti che sono assenti nell’attuale composizione e assenti anche nel dibattito. Ha senso che la corte aumenti il ​​numero dei suoi membri e abbia una rappresentanza federale e di genere.

I quattro giudici della corte resistono a qualsiasi emendamento. Ma queste iniziative sono venute alla luce quando il presidente della Corte Suprema, Horatio Rosati, si è insediato votando per se stesso per poi compiere il grande passo di abrogare una legislazione e di imporne un’altra con lo scopo di nominarsi anche capo della magistratura. Se ci fossero più giudici, questa clamorosa mossa personale che sconvolse tutte le altre istituzioni repubblicane sarebbe ancora più difficile. Un altro fattore è l’arbitrarietà con cui Mauricio Macri ha favorito la città di Buenos Aires quando ha raddoppiato la sua quota con il pretesto di finanziare il trasferimento della polizia. Quando Alberto Fernandez ha tirato fuori uno dei due punti e mezzo preferiti da Macri, ora è in tribunale il caso che non fa mistero nemmeno della sua vicinanza al macrismo.