Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Chi sono i primi quattro laureati a ottenere una laurea in medicina presso l’Università di Komodoro – Adansor

La storia ci dirà: 30 agosto 2013 – 9 giugno 2022. Sono trascorsi undici anni da quel giorno in cui il Consiglio Supremo di Università Nazionale della Patagonia di San Juan Bosco stabilire all’unanimità professione medica, Finora l’università ha celebrato una festa che includeva i suoi primi laureati.

Questo giovedì presso la sede dell’università CommodoroQuattro nuovi medici hanno conseguito la laurea. riguarda Belen Balalif, Lucas Tapoada, Melissa Botha e Chiara Archioneche passerà alla storia come i primi professionisti sanitari ricevuti a Comodoro Rivadavia.

Chi sono i primi quattro laureati in medicina dell'Università di Komodoro?

La Patagonia National University San Juan Bosco ha due nuovi corsi post-laurea a Trelew

Una gara che è stata combattuta

La gara è iniziata 2009durante la presidenza dell’amministrazione Adolfo Genini, e la sua creazione è stata supportata dal Ministero della Salute, dalla Segreteria Politiche Universitarie, dalla Giunta Provinciale, dal Ministero della Salute Chubut e dalla Segreteria Sanitaria Comunale che ha raccolto oltre 2.000 firme a sostegno di la causa.

Uno dei primi precedenti racconta che in quell’anno il vice governatore della provincia e capo della legislatura Mario Vargas chiese all’Università Nazionale della Patagonia di San Juan Bosco di preparare Studio di fattibilità che è stato successivamente implementato dall’Università di La Plata. Il risultato è stato positivo e nel 2013 il Consiglio Supremo della Casa degli Studi ne ha approvato la creazione.

per il primo anno, Nel 2015 si sono registrati 570 candidati. Tuttavia, solo 330 studenti sono stati qualificati per seguire il corso e circa 100 sono arrivati ​​alla fine dell’anno dopo la difficile prima parte, con solo due studenti passati.

Il farmacista che ha portato i fiori di Bach a Komodoro e ha aperto la strada ai grandi preparativi

Mentre molti hanno messo in dubbio la professione, la sua capacità di formare medici e il modo in cui gli studenti delle scuole superiori hanno raggiunto il livello universitario, i primi ad adottare hanno continuato la loro formazione e 16 dicembre 2019, Belén Paillalef è diventata la prima studentessa a finire la scuola.

giovane donna da Barilocheche ha studiato i suoi primi due anni alla Kumahoe University, all’epoca aveva 29 anni e ha ricevuto la Clinica II, una materia annuale che comprende unità di gastroenterologia, reumatologia, gastroenterologia ed endocrinologia, integrate da psichiatria, neurologia, oftalmologia e dermatologia.

La fine era responsabilità degli insegnanti Martin Gonzalez, professore, psichiatra Marta Rodriguez, e Beilin è riuscita a superarla. In questo modo è abilitato all’esecuzione Prove finali obbligatorie (PFO)un lavoro di 10 mesi, durante i quali gli studenti svolgono diversi servizi: quattro mesi per ambulatorio, due per ginecologia, due per chirurgia e due per pediatria, alternati nei centri sanitari della città. Un totale di 1.600 ore di formazione.

Hanno usato la sua carta, Komodoro Bank ha chiesto un debito di 500.000 pesos e ora devono risarcirlo

Mentre Beilin aspettava l’inizio dell’Autorità di Polizia Palestinese, Altre tre ragazze sono al college. O no Melissa Botha e Chiara Archione, che il 17 febbraio 2020 ha rinunciato al suo ultimo tema di gara ed è diventato il primo Comodorense a completare quella tappa rispettivamente all’età di 24 e 25 anni. Poi Noelia Roart, una giovane donna che lavorava come cameriera in un ospedale, ha voluto andare a prendere di più.

Così, il 2 marzo 2020, i tre hanno avviato il PFOsenza immaginare che dopo 18 giorni sarebbe stata emessa una quarantena obbligatoria.

La pandemia ha rimandato tutti i suoi piani, proprio come è successo a Lucas, il primo uomo del Commodoro, la cui ultima finale si è arresa il 12 marzo.

Con la pandemia, il PFO è stato sospeso. Era impossibile immaginare di esporre gli studenti a un virus che all’epoca sollevava più dubbi sulla certezza e minacciava il sistema sanitario globale.

Quattro anni dopo l’affondamento del peschereccio “Rigl”

Per mesi i ragazzi hanno aspettato risposte e quando non sono arrivati ​​si sono uniti Una domanda nazionale per gli studenti di medicina Tra tutti i collegi che hanno chiesto di poter svolgere questa pratica.

Così, nel novembre 2021, dopo la firma degli accordi tra l’università e il Ministero della Salute del Chubut, è stata ripresa la pratica definitiva obbligatoria presso l’Ospedale Regionale di Komodoro.

Per evitare il sovraffollamento, le autorità hanno deciso di distribuire gli studenti in diversi servizi. Così, Belen è finita in clinica medica, Lucas in pediatria e Melissa in ostetricia e ginecologia. Mentre N.Oelia e Chiara hanno posticipato il loro tirocinio a causa della maternità.

Infine, il 6 maggio 2021, Belen ha terminato la sua pratica medica ed è diventata la prima studentessa laureata nella professione medica presso la Patagonia National University San Juan Bosco. Sarà poi seguito dal resto dei suoi compagni di squadra, tra cui Noelia Roart, che ha terminato gli allenamenti e porterà a casa il suo titolo alla prossima cerimonia di classifica.

Per amore del calcio e della nazionale: sono dei paesi limitrofi della Patagonia e si sono conosciuti a Finalissima grazie alla magia della radio e dell’ADNSUR

Lucas, Chiara e Melissa con Lydia Blanco, Preside dell'Università Nazionale della Patagonia San Juan Bosco (a sinistra).  Immagine: audiologia universitaria.
Lucas, Chiara e Melissa con Lydia Blanco, Preside dell’Università Nazionale della Patagonia San Juan Bosco (a sinistra). Immagine: audiologia universitaria.

Chi sono e come funzionano?

Pelin Bialalif È originaria di Bariloche, ha completato gli studi primari in quella città, ha frequentato il liceo presso la Scuola Italiana Dante Alighieri e si è diplomata al Colegio Patagónico, con orientamento sociale.

Terminate le scuole superiori, decise di studiare come insegnante di educazione fisica con orientamento alpino nella sua città natale, ma quando stava per finire gli studi si rese conto che alcune materie legate alla medicina gli piacevano.

Pertanto, ha deciso di iscriversi Università di Comaho, a Neuquen, Ha studiato i suoi primi tre anni e ha completato il 50% del corso. Poi, per motivi privati, decise di cambiare aria e venne a Comodoro Rivadavia.

Parità nell’insegnamento nazionale: quanto terreno avrà il governo del Chubut per negoziare con le unioni popolari

Proveniente da un’altra università, quando si è iscritto all’Università Nazionale della Patagonia, San Juan Bosco ha dovuto studiare alcune materie e seminari del secondo anno, e nel 2017 ha iniziato al terzo anno.

Durante la sua carriera, Belen ha condotto stage presso i CAPS Primary Care Centers, i Municipal Health Centers e l’Alvear Hospital, dove ha studiato biologia. Negli ultimi anni è stato nell’ospedale regionale con studi in clinica, pediatria, chirurgia e servizi di custodia.

Beilin sta attualmente facendo Specializzato in nefrologia A Neuquén studia il primo anno di specializzazione.

Belén Paillalef fuori dall'ospedale regionale.  Foto: Freddy Carrera.
Belén Paillalef fuori dall’ospedale regionale. Foto: Freddy Carrera.

Utilizzi portafogli virtuali? 10 “Suggerimenti” per evitare truffe o perdere denaro in caso di furto o smarrimento del cellulare

Melissa Botha È di Comodoro e ha sempre voluto studiare medicina. Quando finì il liceo, la sua carriera non si era ancora aperta e decise di studiare biochimica presso l’Università Nazionale della Patagonia San Juan Bosco. Tuttavia, quando la professione medica è stata autorizzata, ha deciso di cambiare e ha finito per far parte di quella prima spazzatura.

In tempi di pandemia, i quattro si sono dedicati al volontariato. In un primo momento, hanno lavorato alla reception per distinguere i pazienti respiratori dai pazienti respiratori, quindi sono stati assegnati vari compiti. Era normale vedere Melissa dentro Scopri il pianoOppure sondare le persone o condurre uno screening che determini se è necessario un test rapido.

Facendo attualmente Specialità di chirurgia generale Presso l’Ospedale Regionale Comodoro Rivadavia.

Check parity in Chubut: il peso del debito presunto e delle royalties quasi dimezzato, nonostante il rialzo del prezzo mondiale del petrolio

Melissa Botha mentre conduceva il suo apprendistato presso Commodore CAPS.
Melissa Botha mentre conduceva il suo apprendistato presso Commodore CAPS.

Chiara ArchioneIntanto viene da famiglia dei mediciE vuole sempre seguire il percorso dei suoi nonni da padre, madre e padre. Nel suo caso, la gara è iniziata Università di El Salvador a Buenos Aires. Tuttavia, quando la corsa si aprì a Comodoro, decise di tornare per essere più vicino alla sua famiglia.

Nel suo caso, le prove finali obbligatorie sono iniziate il 2 marzo 2020, ma la pandemia ha costretto a ritardare il completamento della gara. Nel frattempo Chiara è diventata mamma e si è dedicata alla cura del suo bambino. Tuttavia, ciò non ha impedito alla pratica finale obbligatoria di raggiungere l’orgasmo successivo. Attualmente risiede clinica Medica All’ospedale Alvear.

Il gruppo che determinerà il futuro politico di Chubut: “L’asso di picche” di Archeoni e l’eliminazione dell’organizzazione Basso nel boicottaggio armato

Chiara ha ricevuto il titolo giovedì presso l'Aula Magna dell'università.
Chiara ha ricevuto il titolo giovedì presso l’Aula Magna dell’università.

Lucas è finora l’unico uomo a laurearsi in medicina presso l’UNPSJB. giovane da Commodoro Rivadavia. Ha frequentato la Scuola Elementare 1, la Scuola Superiore ENET 1 e ha sempre sognato di fare il medico.

Quando finì il liceo, andò a studiare a Buenos Aires. Tuttavia, dovette tornare per motivi personali e decise di cercare lavoro.

Per un po ‘di tempo, Lucas ha lavorato in un’azienda di trasportie, dove era destinato a pacchi e pacchi. Tuttavia, quando la professione medica è stata istituita, la sua famiglia gli ha consigliato di lasciarla e di dedicare il suo tempo allo studio.

Sonia, l’edicola storica che conosce tutte le generazioni di Rada Tele

Nel suo caso Lucas avrebbe iniziato la pratica a maggio 2020, ma a causa della pandemia ha potuto farlo solo a novembre, a cominciare dal servizio pediatrico.

Attualmente ha la licenza medica, ma non è arrivato alla scadenza per sostenere l’esame unico di residenza nazionale. Lavori nel lavoro sociale e quest’anno presenterà domanda per l’ammissione all’istituzione della clinica medica.

Lucas Tapoada fuori dall'ospedale regionale.  Foto: Freddy Carrera.
Lucas Tapoada fuori dall’ospedale regionale. Foto: Freddy Carrera.

READ  Gli esperti medici criticano l'allenamento di Adele come "eccessivo"