Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

USA: Temono una seconda grande ondata di COVID-19 a causa della variabile omcron | “Un aumento significativo dei casi e dei ricoveri”

Le autorità sanitarie statunitensi sono preoccupate per i progressi La variante BA.5 di Ómicron, che è diventata il virus dominante in quel paese in poche settimane. Può essere un processo che porta a La seconda più grande ondata di epidemia In quel paese, ha sottolineato il quotidiano britannico Guardiano.

Anche questo arriva in un momento Gran parte degli Stati Uniti ha allentato quasi tutte le restrizioni Da covid-19 in pubblico e dove la vita è in gran parte tornata alla normalità, il rapporto pubblicato di recente ha dettagliato.

È molto chiaro che il COVID-19 non è ancora finito. Stiamo assistendo a un aumento significativo del numero di casi e ricoveri in molte località degli Stati Uniti”. Jason Salmi, professore associato di epidemiologia presso la School of Public Health della University of South Florida, ha ammonito, citando il rapporto.

“Con BA.5 che inizia a influenzare gli Stati Uniti, stiamo andando nella direzione sbagliata”, ha avvertito Salemi, aggiungendo: “L’abbiamo visto arrivare da un po’. L’abbiamo visto scambiare praticamente invariato”.

Più di un americano su tre vive in una contea a rischio medio di contrarre il coronavirus E uno su cinque è a rischio elevato, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Secondo Salmi, questa è la percentuale più alta di persone a rischio nel Paese da febbraio.

Avviso dell’OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso martedì di mantenere l’emergenza internazionale a causa della pandemia di COVID-19è in vigore da quasi due anni e mezzo e mette in guardia sui rischi dell’attuale controllo lassista delle infezioni che stiamo osservando in molti paesi.

READ  Il perfetto vicino e padre di famiglia che è riuscito a nascondere il suo passato per 50 anni

Il Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, si è lamentato in conferenza stampa, dopo aver sottolineato che l’organismo mantiene il più alto livello di emergenze epidemiche, “c’è uno scollamento significativo tra la percezione della diffusione del morbo di Covid tra gli scienziati comunità, leader politici e opinione pubblica”.

Tedros lo ha scelto dopo aver ricevuto le raccomandazioni del Comitato Emergenza Covid, che si riunisce ogni tre mesi per analizzare la situazione epidemica e lo ha fatto per la dodicesima volta l’8 aprile.

Dopo tre ore e mezza di deliberazione, gli esperti della commissione, guidata da gennaio 2020 dall’epidemiologo francese Didier Houssein, hanno concluso che il Covid “rimane un evento straordinario che continua a incidere negativamente sulla salute globale”.

Il comitato ha anche avvertito che il calo dei test in molti paesi, in un momento in cui i casi lievi sono in aumento tra quelli con alti tassi di vaccinazione, influisce sulla capacità degli esperti di analizzare l’evoluzione del virus Corona.

In questo senso hanno lamentato la “bassa copertura e qualità della sorveglianza”, che si traduce, tra l’altro, in una diminuzione della spedizione di sequenze genetiche di casi di coronavirus in tutte le regioni.

Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato: “Il virus si sta diffondendo liberamente e i paesi non stanno gestendo i rischi in modo efficace secondo le proprie capacità” e ha avvertito dell’impatto che il “virus Covid-19” ha in molte regioni, oppure il mantenimento dei sintomi nei pazienti già guariti. .

Anche con meno controllo sull’epidemiaNelle ultime due settimane, a livello globale è stato segnalato un aumento del 30% dei casi di virusIl comitato di emergenza ha avvertito, a causa delle sottocatene BA.4 e BA.5 della variante omicron.

READ  Gli Stati Uniti stanno lavorando a un piano per consentire l'invio di rimesse al popolo cubano senza che il regime di Castro possa confiscare una parte di quelle valute.

Tedros ha riassunto: “Le nuove ondate del virus mostrano ancora una volta che il virus è ancora lontano dall’essere finito”, mentre gli esperti della commissione hanno sottolineato che la dinamica del virus era ancora “imprevista”.

Raccomandazioni

In questa situazione, la commissione ha proposto misure per ripristinare i precedenti livelli di sorveglianza, che potrebbero includere una migliore incorporazione nei dati nazionali dei risultati degli autotest che molti cittadini praticano attualmente, piuttosto che PCR o test antigenici. .

Gli esperti hanno mantenuto la raccomandazione di vaccinare almeno il 70% della popolazione del paese per ridurre casi gravi e decessi e hanno consigliato di aiutare i paesi che non hanno ancora raggiunto tassi del 20% in modo che possano sviluppare strategie per espandere le vaccinazioni nei loro territori.

Allo stesso tempo, hanno raccomandato di seguire le misure per limitare la diffusione del virus negli eventi di massa e altre misure individuali come l’uso di mascherine, il distanziamento fisico o l’igiene frequente delle mani, applicate dall’inizio della crisi sanitaria. anni e mezzo fa.