Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una giovane donna ha perso l’appetito per 15 mesi dopo aver subito un ictus

La giovane donna non ha avuto alcuna reazione fisica al non mangiare, il che le ha fatto perdere il desiderio di mangiare. (Foto: Pixabay)

Una strana condizione medica ha spinto una recente inchiesta pubblicata su Neurocase a parlarne Una giovane donna in Canada ha perso la sensazione di fame per circa un anno dopo aver subito un ictus, che sarebbe il primo caso del genere riportato nella letteratura medica.

L’autore della ricerca Dr. Dang Hua Nguyen dell’Università di Montreal ha scoperto ictus ischemico del lobo insulare sinistro (parte della corteccia cerebrale situata in profondità nel solco laterale del cervello) dopo che il 28enne è entrato in clinica con te l’anno scorsoParalisi del lato destro del corpo e disturbi del linguaggio chiari.

La giovane ha trascorso undici giorni in ospedale ed è riuscita a riprendersi dalla malattia da cui era stata dimessa. Tuttavia, dopo circa sei mesi dall’inizio del sequestro, mi sono reso conto che da quando aveva lasciato Medicare, Non aveva fame.

Questa è la ragione per cui lui è Saltare alcuni pasti senza accorgersene, cosa che all’inizio non si accorse, pensando che fosse il risultato di malattia e stanchezza.

Infarto cerebrale (foto: file)
Infarto cerebrale (foto: file)

Ma dopo un mese senza fame, la giovane ha deciso di denunciare le sue condizioni ai medici. Gli specialisti dell’Università di Montreal l’hanno esaminata e hanno scoperto che il suo corpo non sentiva alcun segnale fisiologico che era ora di mangiare. Ad esempio, lo stomaco di una giovane donna non emette i tipici rumori intestinali quando ha fame.

Sebbene non avesse problemi a percepire il gusto, l’odore e la consistenza del cibo, la sua perdita di appetito ha fatto sì che i suoi cibi e prodotti preferiti smettessero di renderlo felice.

READ  Le effemeridi di oggi: cosa è successo il 10 dicembre | Eventi in Argentina e nel mondo

Sedici mesi dopo il suo incidente cerebrale, la paziente è tornata dai medici per un nuovo studio e ha riferito che la sensazione di fame era tornata un mese prima. Per tutto quel tempo, la giovane donna ha perso 13 chilogrammi ed è aumentata da 73 a 60 chilogrammi, ma non ha sofferto di altri sintomi a causa della sua mancanza di appetito.

La perdita della fame non era attribuibile a farmaci, abuso di sostanze o disturbi clinici e persisteva per 15 mesi. Lo studio conferma.

In questo contesto, Nguyen e colleghi hanno collegato direttamente il problema all’infarto cerebrale e hanno notato che si trattava del primo caso descritto nella letteratura medica. come hanno specificato, Il lobo isolato generalmente valuta lo stato fisiologico del corpo, svolge un ruolo importante nell’elaborazione dei segnali gustativi ed è coinvolto nel controllo dell’appetito e nel bilancio energetico.

In che modo il tuo lavoro è stato influenzato dall’ictus, Si presume che ciò possa aver causato un malfunzionamento del sistema nervoso autonomo.

stesso lobo collegato Il sistema nervoso parasimpatico e, in generale, il danneggiamento di queste vie possono influenzare negativamente la capacità di percepire la fame.

Continuare a leggere