Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il regime nordcoreano ha riattivato i suoi impianti nucleari

Il leader nordcoreano Kim Jong Un

Quest’anno la Corea del Nord ha riavviato il suo reattore nucleare e gli impianti di ritrattamento del combustibile nucleareSecondo il rapporto dell’AIEA, che definisce queste attività “estremamente preoccupanti”.

Secondo il documento diffuso oggi, dall’inizio di luglio “ci sono state indicazioni, tra cui lo scarico di acqua di raffreddamento, coerenti con il funzionamento del reattore sperimentale” di 5 megawatt di energia elettrica per il Centro di ricerca nucleare di Yongbyon, a circa 100 chilometri a nord di Pyongyang.

La Corea del Nord sta ottenendo carburante per i dispositivi nucleari che ha testato finora dalla struttura di Yongbyon, a cui l’agenzia nucleare delle Nazioni Unite non può accedere.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica conferma che tra il dicembre 2018, quando Pyongyang si preparava ad aprire le trattative diplomatiche con Washington, e l’inizio dello scorso luglio, non sono state rilevate indicazioni dell’operatività dell’unità di fissione.

Il rapporto aggiunge, sulla base dell’analisi delle immagini satellitari e di altre informazioni, che l’impianto a vapore del Laboratorio radiochimico di Yongbyon, responsabile del ritrattamento del combustibile utilizzato nel reattore per ottenere il plutonio per le bombe atomiche, è operativo da metà febbraio. Quest’anno fino all’inizio di luglio.

La Corea del Nord è tornata a far funzionare il suo reattore nucleare e gli impianti di ritrattamento del combustibile nucleare quest'anno, secondo un rapporto dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, che nega queste attività in quanto "molto noioso".
La Corea del Nord è tornata a far funzionare il suo reattore nucleare e gli impianti di ritrattamento del combustibile nucleare quest’anno, secondo un rapporto dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, che ha descritto tali attività come “estremamente preoccupanti”.

“Questo periodo di cinque mesi corrisponde al tempo necessario per riprocessare un intero nocciolo di combustibile radioattivo dal reattore”. Dal complesso, come ha spiegato l’agenzia sulla base delle informazioni fornite dal regime nordcoreano nei primi anni ’90.

READ  Israele ha lanciato un intenso raid aereo contro Hamas nella Striscia di Gaza e ha distrutto il sistema dei tunnel

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica considera le attività del programma nucleare della Corea del Nord “profondamente preoccupanti” e afferma che costituiscono una “chiara violazione” delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Rilasciato contro Pyongyang per aver sviluppato armi di distruzione di massa.

Questo nuovo rapporto, che è stato presentato venerdì scorso al consiglio di amministrazione dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, è stato rilasciato dopo che il regime ha deciso di interrompere nuovamente le comunicazioni con Seoul questo mese a causa delle esercitazioni militari congiunte Corea del Sud e Stati Uniti nella penisola meridionale.

Allo stesso tempo, La scorsa settimana, Washington ha ancora una volta insistito sulla sua disponibilità a incontrare Pyongyang “ovunque e in qualsiasi momento”. riprendere i colloqui di denuclearizzazione senza una risposta nordcoreana per il momento.

I colloqui sul disarmo sono in fase di stallo dal fallito vertice di Hanoi nel febbraio 2019.

(Con informazioni da EFE)

Continuare a leggere: