Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un immigrato ecuadoriano è morto dopo essere caduto da un’auto La Bestia in Messico

Un immigrato ecuadoriano è morto dopo essere caduto da un’auto La Bestia in Messico

Il corpo di Aaron Lindau Basurto è stato ritrovato tra i binari del treno. (X/ Cristian Sanchez Mendieta)

Aaron Lindau Basurtodi nazionalità ecuadoriana, ha tentato di salire sull’aereo il mostroconosciuto anche come Treno morto. Questo mezzo di trasporto viene utilizzato da migliaia di immigrati che intendono raggiungere gli Stati Uniti attraversando il Messico. L’ecuadoriano ha perso un braccio ed è morto il 25 novembre, ma… Le autorità messicane non hanno rivelato la sua identità fino a questa settimana, dopo l’autopsia legale.

Come migliaia di altri ecuadoriani, Lindau Basurto ha intrapreso un viaggio pericoloso alla ricerca di nuove opportunità. Si dice che mentre cercava di salire a bordo della Bestia, Ha perso l’equilibrio ed è cadutoAnche. Una delle ruote ferroviarie Lo ha colpito e gli ha tagliato un braccio.. L’infortunio fu così grave che morì poco dopo. Il suo corpo è stato ritrovato tra i binari del treno.

Accanto al corpo dell’ecuadoriano, gli agenti messicani hanno trovato una borsa contenente le sue cose, grazie alle quali sono riusciti a identificarlo.

Diversi gruppi di migranti viaggiano sul treno conosciuto come “La Bestia” per raggiungere il confine tra Messico e Stati Uniti. (EFE/Luis Torres)

Questo è il secondo caso noto di un ecuadoriano gravemente ferito a La Bestia. Nel marzo di quest’anno, un uomo ha perso un piede mentre cercava di salire su un treno.

Secondo quanto è noto, i funzionari consolari ecuadoriani in Messico hanno avviato le procedure per restituire il corpo di Lindau Basurto e consegnarlo alla sua famiglia.

Ultimo rapporto dell’organizzazione Human Rights Watch Human Rights Watch ha dimostrato quanto sia pericoloso attraversare il Darien Gap, una foresta paludosa tra Colombia e Panama che è diventata un corridoio obbligatorio per i migranti sudamericani che cercano di raggiungere gli Stati Uniti. Dal 2022, Più di 80.000 ecuadoriani hanno attraversato questa foresta Sono tra le tre principali nazionalità con cui percorrono questa rotta Venezuelani E Haitiani.

Gruppi familiari e bambini, a volte non accompagnati, rischiano il viaggio nella giungla nella speranza di proseguire il loro viaggio verso gli Stati Uniti. (EFE/Bianvenido Velasco)

Secondo la ONG, le restrizioni imposte dal Messico e da altri Paesi sudamericani, e promosse dagli Stati Uniti, “hanno contribuito ad aumentare il numero di persone che attraversano il Darien Gap, esponendole a violazioni, compresa la violenza sessuale, e promuovendo crimine organizzato.” “.

READ  L'ultimo volo del Concorde: l'aereo supersonico utilizzato dai ricchi e famosi per attraversare l'Atlantico

Secondo Human Rights Watch, Più di 440.000 venezuelani hanno attraversato il Darien Gap Da gennaio 2022. I venezuelani hanno attraversato il confine più spesso delle altre nazionalità. Nel loro caso, afferma Human Rights Watch, “stanno fuggendo da una grave emergenza umanitaria, che ha portato ad un accesso limitato al cibo e alle medicine, nonché a maltrattamenti e persecuzioni da parte delle forze di sicurezza, dei gruppi armati e delle bande criminali”. Inoltre, anche un gran numero di ecuadoriani e haitiani hanno attraversato il Darien Gap:Molti degli oltre 80.000 ecuadoriani che hanno colmato il divario da gennaio 2022 stanno fuggendo dalla crescente violenza nel paese, caratterizzata da tassi di omicidi ed estorsioni senza precedenti.“, come spiegato nel rapporto della ONG.

I migranti che attraversano il fiume Darien affermano che il viaggio irregolare è la loro unica opzione, perché ottenere un visto per gli Stati Uniti è difficile. Un falegname ecuadoriano di 48 anni, che ha parlato con Human Rights Watch sotto uno pseudonimo Javier Britoraccontò del suo viaggio con lui attraverso la foresta del Darien Una figlia di 25 anni e un nipote di 7 anni. L’uomo ha deciso di emigrare dopo che i criminali hanno ucciso suo fratello, nel novembre 2022, per rubargli il telefono. Sebbene la polizia li abbia arrestati, Javier è stato successivamente minacciato. Nel suo viaggio attraverso il fiume Darien, Javier portò suo nipote sulle spalle quando dovevano attraversare i fiumi: “È triste lasciare la famiglia e vedere così tante persone morte nella foresta. C’erano molti cadaveriLo ha detto alla ONG. Ha anche ammesso che “è difficile ottenere il visto per gli Stati Uniti e gli ecuadoriani non lo concedono”.

READ  Il minore britannico trovato in Francia verrà restituito al Regno Unito | Un ragazzo si riunirà alla nonna dopo essere scomparso per sei anni