Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un centrocampista per l'Italia per superare le qualificazioni agli Europei  opinione

Un centrocampista per l'Italia per superare le qualificazioni agli Europei opinione

Il nuovo ministro italiano dell'Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti (Casago Brabia, 1966), è un altro ammiccamento europeo e moderato di Giorgia Meloni, che sembra aver abbracciato un pragmatismo più assoluto, almeno per quanto riguarda l'economia, quando è entrata in carica in Italia. primo Ministro.

Dal 2016 Giorgetti è vicesegretario federale del partito conservatore e un tempo separatista di Matteo Salvini. Deputato dal 1996, ha ricoperto l'incarico di Segretario di Gabinetto dal giugno 2018 al settembre 2019, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Governo di Giuseppe ContePoi Ministro dello Sviluppo Economico (Industria) da febbraio 2021 a ottobre 2022, nel Governo di unità nazionale presieduto da Mario Draghi.

È nato nel comune lombardo di Casago in Brabia (meno di 1.000 abitanti, sulle sponde del lago di Varese). Lì è cresciuto come figlio di Angela, operaia in una fabbrica tessile Piatti, e Nathalie, pescatrice, cugina del banchiere Massimo Ponzellini. Dopo aver conseguito il diploma di perito commerciale, si laurea in Economia Aziendale presso l'Università Bocconi di Milano, divenendo revisore giurato di aziende, nonché revisore dei conti del comune di Varese.

È sposato con Laura Ferrari (che nel 2008 si è dichiarata colpevole ed è stata condannata a due mesi e 10 giorni di carcere per frode ai danni della Regione Lombardia, su fondi legati ad una ONG da lui gestita), e ha una figlia, nata nel 2002. è tifoso della squadra di calcio inglese del Southampton (tanto da fondare insieme al fratello Francesco l'Italian Saints Fan Club), e dell'umile Varese Calcio (scomparso nel 2019), come suo padre.

All'università fu vicino al Fronte della Gioventù, l'ala giovanile del movimento sociale neofascista italiano. All'inizio degli anni '90 aderisce ai movimenti indipendentisti Lega Lombarda e Lega Nord (la prima unita alla seconda), fondati da Umberto Bossi, e nel 1995 viene eletto sindaco della sua città natale, carica che manterrà fino al 2004.

READ  note a piè di pagina | La luce e la furia - Il salto

È stato eletto per la prima volta alla Camera dei Rappresentanti nel 1996 e da allora è stato rieletto in elezioni successive. Dal 2001 al 2006 è stato Presidente della Commissione Bilancio della Camera. All'interno del partito è stato segretario nazionale della Lega Lombarda dal 2002 al 2012, e dal 2016 è vicesegretario federale della Lega Nord, ora semplicemente Lega.

Molto vicino a Bossy, era considerato il delfino di se stesso. Sotto Salvini, avversario di Bossi e capo della Lega Nord dal 2013, è rimasto uno degli esponenti più influenti del partito. Giorgetti è un politico federale e regionale che sostiene il decentramento. Nel 2018, a proposito dell'ascesa del populismo, affermava che “il Parlamento italiano non è più importante perché non è più compreso dai cittadini, che lo considerano un luogo di indecisione politica”.

Tentativo di corruzione

Nel 2006 si trovò al centro delle polemiche per un tentativo di corruzione due anni prima da parte del banchiere Gianpiero Fiorani. Fiorani, della Banca Popolare dei Lodi, si presentò mentre era assente nell'ufficio di Giorgetti con 100mila euro in contanti, nascosti in un giornale posato sulla sua scrivania, come ringraziamento per aver alleviato l'ostilità della Lega nei confronti dell'allora governatore della banca. L'italiano Antonio Fazio, come ha ammesso lo stesso Fiorani. Giorgetti restituì la tangente, ma non denunciò il tentativo; Inoltre ha invitato Fiorani a dare soldi al Varese Calcio.

È tempo

Il nuovo ministro dell’Economia italiano è filo-europeo, filo-USA, filo-NATO; Economico, moderato e pro-mercato. Nel governo Draghi si è occupato di dossier aziendali complessi come Telecom Italia e Alitalia. È rispettato dalla comunità imprenditoriale, ma lo è anche, secondo ReutersÈ lui la seconda scelta per la Meloni, che da settimane cerca di convincere Fabio Panetta, consigliere della Banca centrale europea e uno dei principali candidati alla guida della Banca d'Italia nel 2023. Secondo l'analista di Reuters Lisa Jucca, Giorgetti dovrà faticare più di Panetta per ottenere l'incarico di direttore della Banca d'Italia. Gli investitori internazionali sostengono il suo Paese indebitato, ma ciò sottolinea l’impegno pro-UE della Meloni.

READ  L'economia è cresciuta dell'11,6% su base annua e ha superato il livello del 2019

I problemi che l’Italia si trova ad affrontare sono simili a quelli affrontati da altri paesi del continente, ma il suo elevato rapporto debito/PIL, pari a circa il 150%, la rende più vulnerabile ai mercati finanziari. Il mantenimento dei sussidi energetici di Draghi (54 miliardi di euro, 3% del Pil) raddoppierebbe il deficit di bilancio del 2023, previsto al 3,4%, a condizione che tutti i fondi Ue siano disponibili dopo la pandemia, pari al 2,% dell’economia nazionale. Le entrate fiscali diminuiranno a causa dell’imminente recessione e la spesa pubblica aumenterà in modo significativo a causa dell’inflazione: nelle pensioni, fino al 16,2% del PIL.

Giorgetti dovrà decidere se mantenere il programma della Meloni e dei soci Salvini e Berlusconi (Forza Italia), che prevede la semplificazione dell'Irpef al 15% per tutti (che costerà alle casse pubbliche 40 miliardi di dollari l'anno) e l'introduzione pensioni (10mila milioni di dollari). . anno), o bagnarsi la barba dopo aver visto cosa è successo nel Regno Unito.

Melonie ha promesso mercoledì Innalzamento del limite per effettuare operazioni in contanti, ora fissato a 2.000 euro; La Lega Giorgetti ne suggerisce 10.000, Draghi intende ridurlo a 1.000.Il presidente del Consiglio sostiene di non credere che ci sia un nesso tra i pagamenti in contanti e l'evasione fiscale, un'altra delle malattie croniche dell'Italia; Sono 1,1 miliardi le persone bloccate in contenziosi legali, nonostante la possibilità di scegliere l'amnistia.

Il confronto è molto acceso e Giorgetti, il giocatore più centrista di una squadra di estremisti, scende in campo a aprirgli la strada.

Le tue opinioni

L’anno 2019 ha confermato che i medici di famiglia sono in calo, perché chi ha meno di 50 anni prescrive lui stesso i farmaci in base a quanto legge su Internet, oppure si rivolge direttamente al medico specialista.

READ  Dichiarazione: Quintas Energy Italia incoraggia gli investitori spagnoli nel mercato solare italiano - Economia

Si chiede il ritorno alla legge elettorale del 1993 (Matarlum, ideata dall'attuale presidente della Repubblica, Sergio Mattarella), che combina sistema proporzionale e maggioritario.