Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Stati Uniti: protesta delle trombe solitarie | Alcune centinaia chiesero che i predoni fossero liberati dal Campidoglio

da Washington DC

Questa volta, la polizia del Campidoglio degli Stati Uniti ha voluto dimostrare di poter essere preparata. Ha eretto una doppia recinzione attorno al Campidoglio a Washington, D.C. Una fila di poliziotti a cavallo e un altro in bicicletta hanno portato un’unità antisommossa e si sono assicurati che la Guardia Nazionale fosse pronta a rispondere rapidamente se necessario.. Tutto ciò che non ha fatto il 6 gennaio, quando una folla di Trump ha preso d’assalto il Campidoglio. Ma questa volta il processo è stato esagerato: Solo poche centinaia hanno partecipato alla manifestazione, che ha chiamato a protestare contro l’arresto di coloro che erano coinvolti nella ribellione di gennaio.

“Giustizia per 6e”, lo hanno battezzato gli organizzatori, convinti che chi è ancora in carcere, senza cauzione, per l’attentato dello scorso gennaio soffra di “persecuzione politica”. ma Il raduno di sabato è stato solo l’ombra di altre iniziative che suggerivano anche una riscrittura Cosa è successo quel giorno.

bassa affluenza

È stato progettato da Look Ahead America, un’organizzazione guidata da un ex consulente per Donald TrumpLa manifestazione dovrebbe ricevere circa 750 seguaci, secondo la richiesta presentata al sindaco della capitale americana. Infatti Polizia del Campidoglio Il numero di persone nell’area designata per la protesta è stimato in un massimo di 450 persone, un numero che include le squadre dei media.

indifferente alla scarsa affluenza, Matt Brainard, il leader dell’organizzazione organizzata, ha parlato da un pulpito e ha espresso la sua opinione sui diversi casi dei manifestanti del 6 gennaio che sono ancora in carcere. Quando si visualizza l’immagine di un file Sciamano Qanoune La teoria della cospirazione di estrema destra su cui prospera un po’ di trumpismoBrainard ha detto sarcasticamente che l’uomo era stato accusato semplicemente di “indossare abiti terribili”. “Non importa quello che ha fatto quel giorno, non merita nove mesi di isolamento senza una condanna”, ha detto.

READ  Il segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un "arresto immediato" dell'offensiva talebana in Afghanistan

“trattamento equo”

I manifestanti, che portavano le bandiere del Paese nordamericano, hanno cercato di denunciare la presenza di “manifestanti americani imprigionati illegalmente” nell’ambito delle indagini sugli eventi del 6 gennaio, secondo uno dei manifesti che portavano. Quel giorno, una folla di sostenitori di Trump ha conquistato il Campidoglio, dove ha vinto Joe Biden nelle elezioni presidenziali.

Per coloro che chiedono “un trattamento equo” e che la giustizia segua “un processo legale”, i manifestanti del 6 gennaio sono “patrioti” che esercitano solo il loro diritto di esprimersi. “Ora entrare in un luogo senza permesso chiamano ribellione”.Ha detto uno dei manifesti al raduno di sabato. QuellaLa storia che Trump racconta a se stesso.

Ashley Babbitt

Alla manifestazione, i manifestanti hanno cantato l’inno nazionale e gridato il nome Ashley Babbitt, la donna uccisa da un poliziotto durante l’ammutinamento. Dopo le parole di Brainard, hanno lasciato l’area in piccoli gruppi.

Questa non è stata la prima protesta a sostegno dei detenuti per essere entrati in Campidoglio a gennaio. Due mesi fa, una manifestazione simile si è riunita davanti al ministero della Giustizia e ha visto la partecipazione di personalità come il rappresentante repubblicano. Marjorie Taylor GreenIl Trampista e i seguaci di Kanun.

Ma questa volta, teorie e paranoia hanno influito sulla marcia stessa: come i gruppi di estrema destra ragazzi orgogliosi, che erano a Washington il 6 gennaio, questa volta scoraggiarono i loro seguaci e chiesero loro di non partecipare. Per loro era solo una dimostrazione trappola del governo Per identificare coloro che hanno attaccato il Campidoglio.