Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Rafael Nadal con il cuore in mano: si aspetta che il sole tramonti?  |  Il primo ha parlato prima del suo ritorno: “Tutto ha un inizio e una fine”.

Rafael Nadal con il cuore in mano: si aspetta che il sole tramonti? | Il primo ha parlato prima del suo ritorno: “Tutto ha un inizio e una fine”.

Rafael Nadal Sta vivendo un momento molto speciale che di solito capita alle grandi leggende. L’uomo che può fermare l’orologio non è ancora nato. Nemmeno un atleta campione come lui potrebbe farlo.

Ma provatelo, ovviamente: questo martedì Il 37enne spagnolo tornerà in pista, nel Campionato di Barcellona, Che lo vedeva nientemeno che come un eroe Dodici volte tra il 2005 e il 2021. Tornerà contro l'italiano Flavio Copoli (62) dopo un'assenza di tre mesi: Non gioca dal torneo di Brisbane di gennaio. Quando raggiunse i quarti di finale – e perse contro l'australiano Jordan Thompson – giorni Prima di ritirarsi dagli Australian Open a causa di un piccolo strappo muscolare.

“A livello personale è un dono essere al Barcellona e considerarlo il mio ultimo anno. Voglio godermi ogni momento. In questa vita c'è un inizio e una fine. A livello sportivo è così. Considero questo il mio ultimo contributo. Cercherò di essere competitivo. Non andrò a lodare: “Ho intenzione di uscire per tutto e vedremo cosa succede”, ha spiegato. Anche Nadal non è riuscito a tornare in campo nelle ultime settimane a causa di un infortunio addominale Ciò gli impedisce di servire normalmente.

L'ex numero uno del mondo, come al solito, non ha voluto però parlare nel dettaglio dei suoi infortuni Suo zio è l'allenatore ed ex allenatore Toni Nadal Settimane fa, ha sollevato il problema che teneva suo nipote fuori dai tribunali: Ha aggiunto: “Non si è ancora ripreso e soffre di problemi, soprattutto in trasmissione”. Perché per tutto il resto non ci sono problemi durante l'allenamento.

Vincitore di 22 tornei del Grande Slam È stato quindi costretto a sottolineare il suo problema addominale, Cosa che gli impedisce di gareggiare da metà febbraio, anche se ha deciso di non approfondire la questione: “Sappiamo cosa esiste e i problemi che dobbiamo affrontare ne ho parlato perché me ne ha parlato mio zio. Quando ho lasciato Monte Carlo ho detto che non potevo giocare. Non mi piace dire che ho un problema qua o là. Sono stanco di parlare delle mie difficoltà. “La cosa peggiore che potrebbe succedere è che non potrò più giocare.”

READ  Serie A: l'Italia si offre di ospitare le partite del campionato ucraino

Nadal potrà servire normalmente al suo debutto con il Real Club de Tenes Barcelona? Anche se si sente meglio rispetto alla settimana scorsa, quando ha dovuto rifiutare il Campionato del Principato di Monaco, è vero Non c’è certezza finché non calpesto la polvere di mattoni. Dopo essersi allenato normalmente con il boliviano Hugo Dillian (178 gradi), sotto la supervisione dei suoi tre allenatori: Carlos Moya, Marc Lopez e L'argentino Gustavo MarcaccioHa detto: “Ho ottenuto molto poco negli ultimi mesi e gli oneri devono essere sopportati gradualmente. Bisogna convivere con l’incertezza di non sapere cosa potrebbe accadere. Devo essere competitivo. Sono qui”.

il presente Nadal, senza dubbio, si aspetta un declino della sua carriera. la domanda è Quanto è lontana la fine. Per misurare la situazione attuale non basta riassumere il numero di partite che ha potuto giocare negli ultimi anni: Ha completato solo sette impegni ufficiali negli ultimi 16 mesi.

L'inizio dell'ultimo? calvario È stato incastrato a gennaio della scorsa stagione, quando ha deciso di frenare dopo gli Australian Open Danno di secondo grado alla regione iliaca della gamba sinistra. Muscolo di spinta dell'anca È fondamentale per i movimenti tennistici, e non li lascia più soli e li spinge a rilasciare una doppia dichiarazione roboante che risuona in ogni angolo del pianeta: È uscito dal Roland Garros e, come se non bastasse, ha detto che il 2024 sarebbe stato il suo ultimo anno Come tennista professionista. “Starò via per diversi mesi. Cercherò di ringiovanire il mio corpo, ma devo dare un punto alla mia carriera. L”idea è quella di fermarsi in modo da poter affrontare il prossimo anno e Addio ai campionati che mi hanno contraddistinto. “Voglio darmi questa opportunità.”

READ  Le perle della storica vittoria di Temperley: beffa a Demichelis e dedizione al River Plate nello spogliatoio

Arrivò l'anno successivo e, tutt'altro che ideale, la continuità desiderata al momento non apparve. La partita di martedì a Barcellona sarà la svolta Per il prossimo futuro. Qualcuno pensa che una leggenda come Nadal possa giocare al Roland Garros solo per salutarlo? Gli dei non si arrendono: o competono per vincere oppure no. Il dilemma di Nadal, l'ultimo Nadal, è esistenziale: Quanto è lontana la fine?

[email protected]