Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Per la seconda volta nella storia, il cuore di un maiale è stato trapiantato in un uomo vivente

Per la seconda volta nella storia, il cuore di un maiale è stato trapiantato in un uomo vivente

(CNN) — Per la seconda volta nella storia, il cuore di un maiale è stato trapiantato in un essere umano vivente, ha annunciato venerdì il Centro medico dell’Università del Maryland.

La procedura innovativa è stata eseguita il 20 settembre all’UMMC dalla stessa squadra di trapianti che ha eseguito la prima operazione pilota di questo tipo nel 2022.

In un comunicato stampa, l’ospedale ha affermato che il ricevente, Lawrence Fawcett, 58 anni, “sta attualmente respirando da solo e il suo cuore funziona bene senza l’aiuto di dispositivi di assistenza”.

Faucette soffriva di una malattia cardiaca cronica. L’ospedale ha dichiarato nella dichiarazione che soffriva di malattia vascolare periferica e complicazioni emorragiche interne, che lo rendevano non idoneo per un trapianto di cuore tradizionale. È stato ricoverato all’UMMC il 14 settembre dopo aver sviluppato sintomi di insufficienza cardiaca.

“L’unica speranza che mi resta è un cuore di maiale, un trapianto di organi”, ha detto Fawcett all’ospedale in un’intervista interna diversi giorni prima dell’operazione.

Un trapianto sperimentale di organi ha ricevuto il via libera nell’ambito del programma di “uso compassionevole” della Food and Drug Administration. secondo Amministrazione degli alimenti e dei farmaciil programma è “un potenziale mezzo con cui un paziente affetto da una malattia o da una condizione grave o immediatamente pericolosa per la vita può accedere a un prodotto medico sperimentale (farmaco, prodotto biologico o dispositivo medico) per un trattamento al di fuori di una sperimentazione clinica quando non è disponibile alcun prodotto simile o soddisfacente”. sono disponibili opzioni terapeutiche alternative”.

Il cuore di maiale utilizzato proveniva da un maiale geneticamente modificato da Revivcor, una filiale della United Therapeutics Corporation. Il maiale aveva 10 geni alterati, di cui tre che sono stati “cancellati” o inattivati ​​per eliminare lo zucchero alfa-gal nelle cellule del sangue del maiale, che può innescare una reazione pericolosa nel sistema immunitario umano, causando il rigetto dell’organo. Un altro gene suino è stato modificato per controllare lo sviluppo del cuore del maiale e 6 geni umani sono stati aggiunti al genoma del maiale per aumentarne l’accettazione da parte del sistema immunitario. La Food and Drug Administration statunitense ha approvato per la prima volta nel 2020 i suini geneticamente modificati per un potenziale uso e consumo terapeutico.

READ  Talent4Iberia promuoverà la ricerca sullo stoccaggio dell'energia in Estremadura • SMARTGRIDSINFO

I medici stanno anche trattando Faucette con una terapia anticorpale sperimentale per sopprimere ulteriormente il sistema immunitario e prevenire il rigetto. Sarai attentamente monitorato per eventuali segni di rigetto o sviluppo di virus legati alla carne di maiale. Anche il maiale donatore è stato attentamente esaminato per individuare eventuali segni di agenti patogeni.

“Ancora una volta, offriamo a un paziente morente l’opportunità di una vita più lunga e siamo estremamente grati al signor Fawcett per il suo coraggio e la sua volontà di aiutarci a far progredire la nostra conoscenza in questo campo”, ha dichiarato il dottor Bartley Griffiths nella nota. Griffiths, il chirurgo che ha eseguito il trapianto, è professore di chirurgia presso la School of Medicine dell’Università del Maryland.

Secondo l’ospedale, Fawcett ha dato il pieno consenso al trattamento sperimentale ed è stato informato di tutti i rischi. Inoltre, è stato sottoposto ad una valutazione psichiatrica completa e ha discusso il suo caso con un esperto di etica medica.

Secondo il comunicato stampa dell’ospedale, Fawcett è sposato, padre di due figli, originario di Frederick, nel Maryland, veterano della Marina da 20 anni, e più recentemente ha lavorato come tecnico di laboratorio presso il National Institutes of Health prima di andare in pensione.

“Non abbiamo altre aspettative se non quella di trascorrere più tempo insieme”, ha detto sua moglie, Anne Fawcett, nella dichiarazione. “Potrebbe essere semplice come sedersi in veranda e prendere un caffè insieme.” Attualmente non esistono studi clinici che utilizzino organi di maiale per il trapianto in esseri umani viventi. L’Università del Maryland ha eseguito la prima operazione sperimentale di questo tipo su David Bennett, 57 anni, nel gennaio 2022. Bennett è morto due mesi dopo l’operazione.

READ  Come possiamo abbattere le barriere per espandere l'accesso alla medicina anestetica

Sebbene non vi fossero segni di rigetto nelle prime settimane dopo il trapianto, l’autopsia concluse che Bennett alla fine morì per insufficienza cardiaca causata da una “serie complessa di fattori”, inclusa la sua condizione prima dell’operazione. Bennett era già stato ricoverato in ospedale e collegato a una macchina di bypass per sei settimane prima del trapianto. Tuttavia, uno studio condotto da medici e pubblicato su The Lancet ha anche indicato prove della presenza di un virus suino precedentemente non identificato.

Secondo il governo federale ci sono più di 113.000 persone nella lista dei trapianti, di cui 3.354 necessitano di un cuore. Il gruppo Donate Life America afferma che ogni giorno muoiono 17 persone in attesa di un donatore di organi.