Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nel 2010, Osama bin Laden aveva predetto che Joe Biden avrebbe “portato l’America in crisi”.

presidente degli Stati Uniti Joe Biden Affronta gravi critiche da affrontare Ritiro delle forze statunitensi dall’Afghanistan Dopo che i talebani sono tornati al potere. In questo contesto, nei giorni scorsi il documento del compianto leader Al Qaeda Osama Bin Laden, Dove ha indicato che l’attuale presidente degli Stati Uniti “Porterebbe gli Stati Uniti in una crisi”.

È un messaggio del 2010 pubblicato per la prima volta nel 2012, un anno dopo l’assassinio del leader di al-Qaeda. Nella lettera di 48 pagine – che è stata trovata nel luogo in cui sono state uccise le forze speciali statunitensi – Bin Laden ha impedito ad al-Qaeda di assassinare Joe Biden: mirava a uccidere l’allora presidente Barack Obama, perché Biden avrebbe preso il suo posto e “condotto gli Stati Uniti in crisi”.

secondo mail giornaliera, Bin Laden scrisse quella lettera a un aiutante chiamato “Fratello Sheikh Mahmoud”, il cui vero nome è Attia Abdel Rahman.

6 errori commessi da Joe Biden dopo aver lasciato l’Afghanistan

Afferma la sua intenzione di distogliere risorse dagli attacchi terroristici in altri paesi musulmani per dirigere attacchi contro gli Stati Uniti. Secondo il documento, voleva formare due divisioni: Uno in Pakistan e l’altro in Afghanistan, con l’obiettivo di pianificare attacchi nel caso in cui Barack Obama e l’ex direttore della CIA David Petraeus visitino quei due paesi.

La nota afferma che “Obama è il leader dell’infedeltà e ucciderlo renderà automaticamente Biden la presidenza per il resto, come è consuetudine lì”.Aggiunge che”Biden non è assolutamente pronto per questa situazione che porterà l’America in crisi“.

READ  La Polonia ha denunciato un "cambiamento di tattica" di Lukashenko al confine con la Bielorussia

Riguardo all’ex direttore della CIA, dice: “Per quanto riguarda Petraeus, è l’uomo del momento in quest’ultimo anno di guerra, e ucciderlo cambierebbe il corso della guerra”.

Mentre gli analisti dell’intelligence statunitense che hanno divulgato il documento al Washington Post nel 2012 hanno affermato che nessuno di questi presunti piani di attacco era realistico o equivaleva a qualcosa, il messaggio è stato menzionato di nuovo in questi giorni a causa delle critiche di Biden sulla sua gestione della situazione.

I Bin Laden sono morti, ma Al Qaeda resta forte come sempre

Joe Biden sotto pressione per agire in Afghanistan

Nelle ultime ore il presidente degli Stati Uniti ha difeso il “duro” Evacuazioni in Afghanistan Ha detto che non può garantire quale sarebbe il “risultato finale”, poiché migliaia di americani e afgani cercano di fuggire dopo il ritorno dei talebani dopo 20 anni di presenza degli Stati Uniti.

“Non posso prometterti quale sarà il risultato finale o quale sarà senza il rischio di perdite. Ma come comandante in capo, posso assicurarti che mobiliterò tutte le risorse necessarie”.ha detto Biden.

Un funzionario del Pentagono ha ammesso, secondo una dettagliata dichiarazione, venerdì scorso la sospensione dei voli in partenza dall’aeroporto di Kabul per diverse ore a causa della saturazione delle basi Usa nel Golfo, soprattutto in Qatar, dove vengono inizialmente trasferiti gli sfollati. Agenzia di stampa francese.

Afghanistan: i talebani hanno bruciato viva una donna a causa della “cattiva cucina”

Biden ha affermato della Casa Bianca che questa missione di evacuazione è “una delle più grandi e difficili della storia” e che gli Stati Uniti sono “l’unico paese in grado di organizzarla”. È stato anche annunciato che 13.000 persone sono state espulse dal paese. dall’esercito americano dall’inizio delle operazioni il 14 agosto.

READ  Inondazioni, auto galleggianti e blackout: la cronaca di una storica tempesta in Uruguay | Montevideo e Canillon, le due città più colpite

E l’amministrazione Biden è stata interrogata sul fatto di non essere pronta a evacuare dopo un fine settimana caotico. La scorsa settimana, nel suo primo discorso, il presidente degli Stati Uniti ha difeso “con fermezza” la sua decisione di ritirare le forze statunitensi dall’Afghanistan prima del 31 agosto, a seguito dell’offensiva lanciata dopo gli attentati dell’11 settembre 2001. “Sono il presidente degli Stati Uniti. In definitiva la responsabilità è mia».

Due giorni dopo, in un’intervista alla serie ABCHa detto che in qualche modo un ritiro degli Stati Uniti avrebbe portato a una forma di “caos” dopo che il governo aveva promesso che sarebbe stata una situazione controllata.

ag / ds

Potrebbe piacerti anche