Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Misureranno la valutazione di Netflix e delle piattaforme

combattere tra Villamisare lumaca e Finché i soldi non ci separeranno, da RCN, selezionare la TV più vista del paese è un vero e proprio avviso. Il primo ha un punteggio di 8,11 e il secondo ha un punteggio di 7,71.

Ogni punto di valutazione (nel portello principale, che va dalle 20:00 alle 22:00) rappresenta 280.000 persone.

I dati sono forniti da Kantar Ibope Media, la società responsabile della misurazione degli ascolti nel paese, numeri su cui le agenzie pubblicitarie fanno affidamento nelle loro pubblicità per vari programmi TV.

La cosa curiosa è che spesso gli spazi che non compaiono in cima ai più visti sono una tendenza nei social network, mentre quelli in cima alla lista non hanno rilevanza nei network. Qualcosa sta succedendo con lo spazio Celebrità del maestro chefche nonostante abbia perso la classifica contro il suo avversario Sfida del fondoÈ sempre di tendenza su Twitter.

Il motivo è che in Colombia si misurano solo gli schermi televisivi e non i dispositivi mobili (al momento), come tablet, computer o telefoni, dove gli spettatori seguono i loro programmi preferiti.

E la connessione alla piattaforma di streaming, come Netflix, HBO, Disney+, Star Plus, ecc., non viene misurata.

come misurato

Carolina Ibargüen Giraldo, direttore generale di Kantar Ibope Media in Colombia, spiega che la misurazione si basa su due variabili: la presenza (accendere la TV) e il tempo trascorso. La valutazione è proporzionale al tempo in cui rimangono collegati.

Attualmente, 1.100 case nel paese sono misurate da 2.200 persone, distribuite in 22 città e sei regioni della Colombia.

“I contatori di persone misurano non solo i televisori, ma anche le persone davanti a loro, con la possibilità di determinare i dati demografici di ciascuno”, spiega Kantar Ibope Media, amministratore delegato di Kantar Ibope Media.

READ  Pompei apre al pubblico sette case finora inaccessibili | Cultura e Spettacolo | Edizione America

L’azienda annuncia un nuovo progetto di misurazione dell’audience su piattaforme e dispositivi domestici che “consentirà di misurare i contenuti video per una visione a 360 gradi del consumo domestico”, spiega Carolina Ibargüen, sottolineando che ciò sarà possibile grazie ai nuovi dispositivi, chiamati Focal Meters, che sono già installati. .

Hanno sottolineato da Kantar Ibope Media: “Abbiamo iniziato con i test con le strutture focali e la raccolta dei dati è continuata, ma non possiamo parlare di quando i dati verranno consegnati”.

piattaforme

La tecnologia Focal Meter si basa su pannelli e alimentata dal router di casa, raccoglie dati e misura qualsiasi dispositivo connesso alla rete Wi-Fi domestica (SmartTV, laptop, tablet e smartphone), così com’è. In Canada, Regno Unito, Svizzera, Finlandia, Italia, Norvegia e Israele.

Oggi il record delle serie, dei film e dei documentari più visti su piattaforme diverse viene consegnato dalle stesse società, cosa che Ibope potrà determinare in futuro, grazie a Focal Meter.

Al momento, non è considerato misurare le tendenze mostrate dai social network, nonostante il loro impatto.

Un’altra misura

Mentre Kantar Ibope Media (che misura gli ascolti in Colombia da 30 anni) si adegua ai nuovi dispositivi che consentiranno un più ampio ridimensionamento del consumo TV e delle piattaforme, questa settimana è stato pubblicato e approvato dal National Center un nuovo rapporto di Claro. Consulenza (CNC).

I risultati di questo studio indicano una distanza da Ibope, poiché mostrano che la differenza di classificazione tra Caracol e canali specifici per RCN è minima.

Il primo 45,9% (famiglie che controllano), il secondo 45,8%. In Kantar Ibope, la differenza è abbastanza significativa: Caracol ottiene il 59% e RCN solo il 32%.

READ  Juana Viale si reca a Parigi con la figlia Ambar trasferendosi in Francia: le foto emozionanti di addio di Agustin Golden Horn e Nacho

Per questi record, Claro e CNC hanno preso in considerazione 130.000 decoder in 77.000 case che avevano un abbonamento con questo operatore via cavo.

A proposito di questo nuovo rapporto, Carolina Ibargüen Giraldo, di Ibope, confuta di raccogliere dati solo dal 40% della popolazione “e solo dal loro servizio”. Ribadisce che questa nuova misurazione misura solo scatole (decodificatori) e non persone, come fa Kantar Ibope.

A questo proposito, Daniel Rojas, direttore di Claro Media, ha spiegato ai media che il 43% dei 130.000 set-top box guarda la televisione in abbonamento, di cui il rapporto avrà un’ampia rappresentanza.

Oltre a queste differenze e sviluppi che cercano di misurare il numero di persone che guardano la televisione e le piattaforme di streaming su dispositivi mobili, il fatto è che il consumo televisivo, dalla pandemia, è cresciuto in tutto il mondo, al punto che il colombiano medio trascorre 4 ore al giorno in davanti a uno schermo televisivo e 16 minuti