Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Mistero di un cadavere che giace con una cravatta in una grotta sul Monte Edna in Italia | Oggi | DW

La polizia ha trovato le parti del corpo in una piccola grotta sul Monte Edna, nell’isola italiana di Sicilia. La polizia di Catania ha annunciato mercoledì scorso (11/10/2021) che un cane da ricerca e soccorso, Halma, era stato trovato in una fessura vicino al comune di Jafferna Ednia, nella parte sud-orientale della montagna.

Nella grotta, gli agenti hanno trovato resti umani maschili. Ricerche successive hanno indicato che l’uomo era morto diversi decenni fa, a volte tra la fine degli anni ’70 e gli anni ’90.

Resti di un uomo morto trovato in una grotta sul vulcano Edna. La polizia dice che l’uomo era vestito in modo molto intelligente ed è morto tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’90.

Beni del defunto

Indossava pantaloni lunghi scuri, un maglione di lana, una camicia a righe e una cravatta nera. Con i resti c’era un cappello di lana e un impermeabile verde scuro, il che suggerisce che gli eventi si siano verificati in autunno o in inverno.

Hanno scoperto alcune monete della vecchia moneta italiana, le lire – la moneta in Italia prima dell’introduzione dell’euro – un orologio omega, un pettine con la sua scatola e scarpe perno numerate 41.

L’uomo alto 1,70 metri aveva difetti congeniti al naso e alla bocca.

Le prime ipotesi indicano che l’uomo è entrato volontariamente in un luogo di difficile accesso ed è morto per motivi non violenti, molto probabilmente perché non poteva lasciare la grotta situata nella zona di Jaffrana.

L’identità del defunto e le cause della sua morte non sono ancora chiare. I resti umani sono stati trasferiti all’obitorio dell’Ospedale di Canizzaro, dove vengono analizzati nel tentativo di identificarli.

READ  Francisco Cerandolo è rimasto con il Challenger italiano

Giornalista Mauro de Mauro

Dalla scoperta, la polizia ha fornito numeri di telefono a persone che possono fornire dettagli per le indagini. Ha ricevuto numerose chiamate dal pubblico, tra cui la figlia di Mauro de Mauro, giornalista investigativo di 49 anni scomparso a Palermo nel settembre 1970, e il suo corpo non è ancora stato ritrovato. Difensore.

Franca de Mauro ha contattato la polizia dopo aver appreso che suo padre aveva deformità alla bocca e al naso a causa di un infortunio subito durante la seconda guerra mondiale.

Le indagini sulla sua scomparsa hanno seguito diversi indizi, uno dei quali, secondo i media britannici, de Mavro sarebbe stato rapito e ucciso da Cosa Nostra mafia perché era a conoscenza del fatto che il leader dell’ENI Enrico Matte era stato ucciso. .

Alcuni (Dpa, EFE, Difensore)