Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Michelle Bachelet non cercherà un secondo mandato come Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani | “È ora di tornare in Cile”, ha detto.

Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Cile Michelle Bacheletanno Domini Questo lunedì a Ginevra Non si candiderà per un secondo mandato Ha sostenuto “per motivi personali”. La prima presidente donna del Cile è stata torturata durante la dittaturaÈ stato nominato alla carica dal segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, nel 2018. Il suo mandato scade a fine agosto e negli ultimi giorni ha ricevuto alcune critiche per il modo in cui ha compiuto una visita storica in Cina.

“Con la scadenza del mio mandato come Alto Commissario, questa cinquantesima sessione del Consiglio sarà l’ultima in cui mi esprimerò”.Lo ha detto l’ex presidente cileno, 70 anni, al Consiglio per i diritti umani di Ginevra. Bachelet ha detto durante la conferenza stampa di aver informato il suo “presidente” Antonio Guterres della decisione due mesi fa. “Voleva che restassi, ma non sono più giovane e dopo una lunga e ricca carriera voglio tornare nel mio paese con la mia famiglia”, ha spiegato.

La posizione di Alto Commissario per i diritti umani è sottoposta a forti pressioni politiche da parte di molti paesi del mondo. Sebbene potesse essere eseguito per due mandati, quasi tutti gli antenati Bachelet evitarono di rimanere per più di un mandato.

L’approccio basato sul dialogo di Bachelet ha segnato una netta rottura con il suo predecessore giordano, Zeid Ra’ad al-Hussein. “Continua a cercare il dialogo”, ha detto l’ex presidente davanti al Consiglio delle Nazioni Unite, e ha continuato: “Devi essere disposto ad ascoltare l’altro, capire le loro opinioni e lavorare attivamente per trovare un terreno comune”.

Forchetta cinese

Di recente, Bachelet è stato oggetto di intense critiche da parte degli Stati Uniti e di ONG come Human Rights Watch o Amnesty International., che l’ha accusata di mantenere una posizione eccessivamente tollerante di fronte alle violazioni dei diritti umani in Cina. Lo incolpano per non aver condannato questi abusi con maggiore fermezza nel processo La sua visita al colosso asiatico, la prima di un Alto Commissario dal 2005.

READ  USA: il gruppo di esperti raccomanda di dare la priorità ai vaccini Pfizer e Moderna rispetto ai prodotti Johnson & Johnson

Bachelet ha sottolineato che “questo non ha nulla a che fare” con la decisione di non introdurre un secondo mandato, sottolineando: “Ascolto sempre le critiche, ma non è questo che mi fa adottare certe posizioni”.

Bachelet ha insistito sul fatto che durante i suoi incontri con funzionari cinesi, incluso il presidente Xi Jinping, ha parlato di violazioni dei diritti umani. “Ho sempre sottolineato l’importanza del dialogo nelle mie interazioni con tutti gli Stati membri“Anche sulle questioni più difficili”, ha affermato Bachelet, che ha annunciato un accordo con la Cina per organizzare un incontro annuale di alto livello dedicato ai diritti umani.

Saluti Borek

Presidente del Cile, Gabriel BorekHa risposto a Bachelet tramite il suo account Twitter: “Bentornato!”. durante la campagna, L’ex presidente ha pubblicamente approvato l’allora candidato alla Convergenza sociale. Dopo aver annunciato il suo ritorno in Cile, Sono iniziate le speculazioni sul ruolo che avrebbe giocato nella campagna per il referendum costituzionale di settembreCosa che non è stata ancora decisa, secondo gli ultimi sondaggi d’opinione.

“La sua presenza e il suo ruolo in entrambi i governi, la sua capacità di attuare la riforma costituzionale della scala che ha intrapreso e il suo impegno per il cambiamento costituzionale sono chiari e, pertanto, determineranno come parteciperà a questa campagna”, ha affermato il presidente del Partito socialista Polina Vodanovic.

Arresto e tortura

Nato il 29 settembre 1951 a SantiagoBachelet ha trascorso la sua infanzia in varie città cilene dove suo padre era un pilota di stanza nell’aeronautica cilena. Nel 1970 ha iniziato a studiare medicina ed è entrato a far parte della Gioventù Socialista.

READ  Oggi si saprà il verdetto contro Romina Piccolotti, accusata di aver utilizzato fondi pubblici per spese personali

Ha vissuto nel suo corpo il colpo di stato militare dell’11 settembre 1973 e la sanguinosa dittatura del generale Augusto Pinochet (1973-1990). Suo padre, Alberto Bachelet, morì nel 1974 a causa delle torture. Rimanere fedeli al governo del deposto presidente socialista Salvador Allende.

La morte di suo padre rimarrà un segno nella vita di Michelle, che ha sempre cercato di essere nel fiore degli anni. Nel 1975 è stata arrestata con la madre dai servizi segreti. Sono stati portati a Villa Grimaldi, un centro di tortura segreto a Santiago.

Poi andarono in esilio prima in Australia e poi nella Repubblica Democratica Tedesca, dove proseguì gli studi di medicina. Tornò in Cile nel 1979 e si laureò tre anni dopo.

Questa pediatra, madre di tre figli, è stata due volte presidente del Cile. dopo, dopo Primo mandato (2006-2010)Concludendo con livelli record di popolarità, Bachelet non ha potuto candidarsi immediatamente perché la Costituzione non le consente di servire due volte di seguito.

È stata poi nominata capo di UN Women a New York, una posizione internazionale da cui è stato accresciuto il valore delle donne in politica. Alla fine del 2013 è tornato a correre alla guida del suo paese e ha scontato un secondo mandato (2014-2018).Durante il quale ha promosso molte riforme progressiste, come l’adozione del matrimonio tra persone dello stesso sesso e la depenalizzazione dell’aborto.