Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Carlos Fernando Galán ha vinto la carica di sindaco di Bogotá

Carlos Fernando Galán ha vinto la carica di sindaco di Bogotá

L’ex senatore Carlos Fernando Galán, del Nuovo Partito Liberale, È l’attuale sindaco eletto di Bogotá Secondo i dati del Registro Nazionale, ha ottenuto 1.299.757 voti, pari al 48,84%, alle elezioni locali e regionali che si sono svolte domenica in Colombia.

Con l’87,77% dei voti scrutinati, Galán batte l’indipendente Juan Daniel Oviedo, che ha ricevuto 536.833 voti (20,17%). E anche l’ex senatore Gustavo Bolivar, della coalizione storica al governoUn totale di 500.169 voti (18,8%).

Questi risultati Rappresenta una sconfitta per la coalizione del presidente colombiano Gustavo PetroUna delle sue principali roccaforti elettorali è Bogotà, città di cui lui stesso è stato sindaco.

Galán conferma così il favoritismo datogli dai sondaggi sulle intenzioni di voto e da allora ha evitato di passare al ballottaggio, previsto solo a Bogotà. Riceve più del 40% dei voti e un vantaggio di oltre dieci punti Percentuali entro il secondo, in questo caso Oviedo.

Sindaco virtuale eletto È il figlio del politico liberale Luis Carlos Galan SarmientoFu ucciso nell’agosto del 1989 dalla mafia del narcotraffico mentre si candidava alla presidenza della Colombia alle elezioni del 1990.

Quasi 39 milioni di colombiani sono stati chiamati oggi alle urne per eleggere 1.102 sindaci e 32 governatori, oltre ai membri dei consigli comunali, distrettuali e amministrativi locali.

Le elezioni per governatori e sindaci svoltesi in Colombia sono state teatro di alcuni conflitti, che hanno portato alla sospensione delle elezioni in una delle città del dipartimento di Nariño. Precedenti sondaggi d’opinione prevedevano un progresso dell’opposizione, e per questo motivo la giornata di oggi è stata considerata un test elettorale per il governo di sinistra del presidente Gustavo Petro.

READ  L'Ucraina ha segnalato le prime evacuazioni dai villaggi allagati a Kherson dopo l'attacco alla diga di Kagovka

Petro ha votato presto in una scuola nel sud di Bogotà e ha detto che spera che la giornata passi tranquillamente e che la Colombia voti pacificamente.

“Questo è un giorno per la pace, un giorno in cui la Colombia deve dimostrare al mondo che ha votato definitivamente e ha votato per la pace. Questo è un voto per la pace “Ciò che ha fatto oggi la stragrande maggioranza dei colombiani dovrebbe essere dimostrato pacificamente”, ha affermato.

Secondo il quotidiano colombiano, il presidente ha confermato che tutto il materiale elettorale è già stato distribuito “in tutto il Paese”. Paese.

Il presidente colombiano Gustavo Petro vota a Bogotà. Foto Reuters

esaurireo Ha iniziato il suo mandato 14 mesi fa tra grandi aspettativeessendo diventato il primo presidente di sinistra della Colombia con un programma di profonde riforme economiche e piani ambiziosi per ridurre la violenza nel paese.

Tuttavia, le elezioni arrivano in un momento scomodo per il suo governo: la coalizione che lo ha portato al potere SoluzioneGli accordi legislativi furono violati e alcuni scandali, tra cui le accuse di corruzione contro suo figlio, erosero la sua amministrazione.

I sondaggi d’opinione hanno previsto vittorie dell’opposizione nelle principali città, e gli analisti consultati da Telam hanno detto questa settimana di aspettarselo. Il riemergere dell’opposizione di destra nei governatorati e nei sindaci.

Gran parte di questa violenza è attribuita ai dissidenti delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC), esclusi dall’accordo di pace del 2016, e persino all’Esercito di liberazione nazionale (ELN) e al Clan del Golfo, anche se continuano i colloqui con il governo .