Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Medici che pensavano di smettere di prendere il farmaco: “Non ne posso più”.

Medici che pensavano di smettere di prendere il farmaco: “Non ne posso più”.

IL Sicurezza 24 ore su 24 E il Pressione di cura Di cui soffrono i medici sono alcuni dei motivi principali che causano “sindrome del burnout” Tra gli specialisti del settore. Una sensazione che potrebbe portare ai professionisti Perdere il desiderio Praticare la medicina e Considera l'idea di rinunciarcilasciando quella vocazione innata “in Numeri rossi“.

Ha vissuto questa situazione in prima persona. Giulio Armasmedico Casi di emergenza Che, non molto tempo fa, era sul punto di rinunciare alla medicina. Motivi? “Postumi di una sbornia” causati da tutto il lavoro durante L'epidemia E il gran numero di pazienti di cui ha dovuto prendersi cura nell'estate dello scorso anno.

“Nei mesi di luglio e agosto abbiamo avuto un mese con tanti pazienti. C'erano medici in ferie, ma non avevamo sostituti e avevamo 12 ore di lavoro”. Lista d'attesa. al momento Ho pensato di lasciare il lavoro Ha detto: “Poiché non ce la facevo più, sono tornato a casa molto nervoso, non riuscivo a dormire e avevo la sensazione che non stavo facendo bene il mio lavoro”. Scrittura medica.

Armas ricorda che erano tempi molto difficili perché, aggiunge, le persone che si dedicano alla medicina lo fanno Su invitoAbbandonarsi poi al tema del “non dipendere dal medico in sé”, ma piuttosto dal “sistema stesso”, porta a pensare di lasciare “quello che più ti piace”.

La sindrome del burnout e i suoi problemi derivati ​​in medicina

Il tempo passava e Armas era ancora “molto esausto” con il suo lavoro ed ecco perché Problemi di salute, “Cattiva prestazione” sul lavoro e perfino sulla sua esistenza Attriti con i colleghi.

“Non vedevo l’ora di andarci io vivo in Irlanda E iniziare a lavorare con un'auto per visitare i pazienti a casa loro. Questa è stata la mia prima idea, ma quando ho visto che non era possibile, ho pensato di provarci Lavora come cuoco Con un amico ha aperto un ristorante. Un'altra opzione a cui ho pensato è Insegnare all'università“, dettagliato.

READ  Lo studio rileva fattori di rischio associati ai decessi per Covid-19 in Argentina

Come si può risolvere il problema di non voler lavorare in medicina?

Nonostante i possibili modi di allontanarsi dall'ospedale, Armas voleva farlo Risolvi la tua situazione E non rinunciare alla medicina registrandoti Dottorato di ricerca all'università. In questo modo può Riduci l'orario di lavoro Dividilo a metà e stabilisci le tue condizioni quando si tratta di andare al lavoro. Fu affidato anche alle mani di A psicologo Per aiutarti a risolverlo La sindrome del “dottore bruciato”.

Ora Armas si sente molto meglio. Da settembre dell'anno scorso ha mantenuto queste condizioni e poco a poco ha cominciato a lavorare di più. “Il problema che ho riscontrato Non era questo l'invito. “Amo il paziente, quello che ho perso è stata la voglia e la voglia di lavorare.”

Soggiorno in medicina per un risarcimento finanziario

Se lo stipendio che ricevono i medici sia il motivo per cui alcuni professionisti decidono di farlo Aspetta e non lasciare il tuo lavoroArmas afferma di “crederlo”, anche se non era così.

“Quando pensi di lasciare il tuo lavoro, sai che la tua vita è costruita su uno stipendio, e rinunciare a lavorare in un ristorante o dimezzare la giornata lavorativa significa… Perdere potere d'acquisto. Ma guarda, ho messo tutto questo sul tavolo Incontro di famiglia “Ho detto loro: 'Possiamo continuare ad avere una vita un po' più confortevole, ma senza tempo personale e le nostre vite amorose sono un disastro, oppure possiamo adattarci tutti guadagnando meno soldi ma essere più calmi e felici per un po'.'

Attenersi alla medicina per mantenere il potere d'acquisto?

Raúl CalvoIl medico di famiglia conferma che questo dilemma economico esiste tra i professionisti volenterosi Lasciare il farmaco. Secondo quanto racconta a questo giornale, quando c'è uno stato di “burnout”, alcuni medici continuano ad andare avanti per “ragioni economiche” legate alla loro situazione familiare o perché vivono con un certo tenore di vita, e rinunciare al lavoro significa perdite per alcuni. “Non sono disposti ad assumersi la responsabilità“.

READ  Il governo ha iniziato a preparare il bilancio nazionale per il 2022

“Ecco perché alcuni medici rimangono in quel ciclo per lo stipendio, e senti molte persone dire che l'unica cosa che stanno aspettando è lo stipendio.” Inserisci il libro paga Alla fine di questo mese”, ha detto.

Lo shock della realtà in medicina

Questione economica Non era un fattore Era rilevante quando Calvo pensò di lasciare la medicina quasi 20 anni fa. Stava facendo il suo primo tirocinio ed era ansioso di “confrontare il mondo” e dimostrare a se stesso “che grande medico era” e quanto fosse importante avere un professionista familiare ben attrezzato.

“Il risultato è stato che ho lavorato tantissimo, nel turno pomeridiano ero solo io con una collega infermiera e un altro amministratore, e ho creato una squadra”. Elevata dipendenza dai pazienti Nella mia direzione. A poco a poco occupavo sempre più spazio nella loro vita, ma ogni volta sentivo che i miei interventi contribuivano poco alla società.

Ha lasciato la medicina per aprire un negozio di abbigliamento

L'ufficio si riempiva di cose sempre più “meno importanti” da fare per la salute dei suoi pazienti, e lui ne sottraeva del tempo per dedicarlo a chi ne aveva più bisogno, e ogni sera tornava a casa con una sensazione sempre più grande di “inutilità”. “, sia fisico che psicologico. Mentalmente estenuante.


“La visita era piena di cose che diventavano sempre meno importanti per la salute dei pazienti, occupando tempo che avrebbe dovuto essere dedicato a chi ne aveva più bisogno. Ogni sera tornavo a casa con una sensazione maggiore di inutilità, ma anche fisicamente e psicologicamente estenuante.”

Gli venne in mente l'idea di lasciare la medicina, così andò in un centro commerciale per scoprire di quali procedure aveva bisogno Aprire un negozio di abbigliamento. “Fortunatamente, Ho aperto un altro posto Dove lavoravo è arrivato uno dei miei migliori amici e una delle persone più belle che abbia mai incontrato e abbiamo provato Invertire la situazione. Abbiamo apportato alcuni miglioramenti, ma non al nocciolo dell'attività. Alla fine, abbiamo cambiato sede e abbiamo potuto ricominciare”.

Prendersi una pausa dalla medicina prendendosi “anni sabbatici”

In medicina non tutto è bianco o nero, ci sono anche sfumature di grigio. Omar SuarezPediatra, non aveva mai pensato di lasciare la professione, ma ha preso la decisioneParentesi“.

“Non ho mai pensato di dedicarmi ad altro, ma sì Prenditi una vacanza Oppure partire per tre mesi per fare altre cose. Quell'idea sì Appare frequentementeLo ha sottolineato almeno una volta ogni due o tre anni.

Modi per evitare lo stress durante la pratica medica

Come Castro e Calvo, questo medico attribuisce questi pensieri al “superlavoro”. Per evitare che questo pensiero “tra parentesi” diventi più ripetitivo, viene utilizzato Omar Strumenti per alleviare lo stress Durante il lavoro.

“Se ho un sovraccarico di pazienti, dico che non ce la faccio più, oppure dico alla persona di cui devo occuparmi che non posso farlo oggi, quindi deve venire domani. È Pianifica il tuo tempo e sappi come dire di no“, è terminato.

Sebbene possano contenere dichiarazioni, dichiarazioni o osservazioni di istituzioni o professionisti sanitari, le informazioni contenute nella scrittura medica sono curate e preparate da giornalisti. Raccomandiamo al lettore di consultare un operatore sanitario per qualsiasi domanda relativa alla salute.