Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lukashenko resta al potere in Bielorussia: senza opposizione e con più di 1.400 prigionieri politici, si candiderà a un nuovo mandato nel 2025

Lukashenko resta al potere in Bielorussia: senza opposizione e con più di 1.400 prigionieri politici, si candiderà a un nuovo mandato nel 2025

Alexander Lukashenko governa la Bielorussia dal 1994 (Servizio stampa presidenziale bielorusso tramite AP)

Alexander Lukashenko, al potere dal 1994, ha annunciato la sua candidatura alle elezioni previste per il prossimo anno in Bielorussia, che domenica terranno un voto parlamentare che l'opposizione considera fraudolento.

La Bielorussia, vicino e alleato della Russia, sta tenendo il suo primo voto nazionale dopo le manifestazioni di massa che hanno scosso il paese dopo le elezioni presidenziali del 2020 in cui Lukashenko è stato dichiarato vincitore. Nonostante le denunce di frode sia da parte dell’opposizione che di gran parte della comunità internazionale.

“Dite loro che mi candiderò per la rielezione (2025).”Lo ha annunciato il presidente, secondo un canale di social media gestito dalla sua squadra. Se avesse scontato un altro mandato, sarebbe rimasto al potere per 36 anni.

Lukashenko accusato di aver truccato le recenti elezioni Ha lanciato un'ondata di repressione contro l'opposizione, imprigionando centinaia di persone e costringendone migliaia all'esilio.

Domenica si voterà senza opposizione. In effetti, i critici del dittatore in esilio hanno esortato i bielorussi a restare a casa e a boicottare le elezioni.

Il gruppo per i diritti umani Viasna ritiene di sì Attualmente in Bielorussia ci sono 1.419 prigionieri politici.

L'opposizione ha esortato il popolo bielorusso a boicottare le elezioni parlamentari previste per domenica (AP Photo/Dmitri Lovetsky)

Leader dell'opposizione in esilio Svetlana TikhanovskajaHa descritto il voto come una “farsa” in un video pubblicato sui social media. Ha detto: “Sia chiaro che il tentativo del regime di usare la farsa delle elezioni per legittimare la sua autorità non avrà successo”.

READ  Paraguay, la cattura di Bayou Cubas e il futuro | L'ex candidato presidenziale è stato arrestato e accusato di cinque reati

Da parte loro, gli Stati Uniti hanno denunciato la “simulazione di elezioni legislative”.

“È impossibile organizzare elezioni libere ed eque in un’atmosfera di paura e in presenza di oltre 1.400 prigionieri politici”.ha annunciato a X il portavoce del Ministero degli Esteri, Matteo Miller.

La Bielorussia è diventata più isolata da quando Lukashenko, considerato “l’ultimo dittatore d’Europa”, ha permesso alla Russia di utilizzare il suo territorio per lanciare il suo attacco contro l’Ucraina due anni fa.

Il regime di Minsk dipende da Mosca politicamente ed economicamente. “Saremo sempre con la Russia”, ha sottolineato domenica il leader.

Svetlana Tyganovskaya, leader dell'opposizione bielorussa in esilio (Sviatlana Tsikhanouskaya/via Reuters)

Lo scorso gennaio, il dittatore bielorusso si è concesso maggiori poteri, attraverso una legge che inasprisce i requisiti per i candidati alla presidenza e vieta gli oppositori andati in esilio. Inoltre, il presidente e i suoi familiari riceveranno protezione statale, assistenza medica, assicurazione sulla vita e assicurazione sanitaria per tutta la vita.

La legislazione prevede che possano presentare domanda solo i cittadini bielorussi che risiedono stabilmente nel Paese da almeno 20 anni e non hanno ottenuto un permesso di soggiorno in un altro Paese.

La nuova misura sembra mirare a questo Rafforzare ulteriormente il potere di Lukashenko E Elimina i potenziali avversari Alle prossime elezioni.

La settimana scorsa l'Unione Europea ha annunciato la morte del giornalista e prigioniero politico bielorusso Igor Lednik In carcere è un esempio della “dimensione disumana” del regime di Lukashenko.

Lukashenko è il principale alleato di Putin (Sputnik/Vyacheslav Prokofiev/Pool via Reuters)

“La tragica morte di Igor Lednik in carcere lo dimostra chiaramente “La dimensione disumana della repressione di Lukashenko”Lo ha confermato tramite il social network Peter Stano, portavoce dell'Alto rappresentante dell'Unione europea per la politica estera e di sicurezza Josep Borrell.

READ  Allarme in Occidente: il dittatore Lukashenko avverte che il gruppo Wagner vuole attaccare la Polonia

Il portavoce della comunità ha osservato che in Bielorussia ci sono più di 1.400 prigionieri politici “che vengono maltrattati o privati ​​di assistenza medica”.

“Il regime è responsabile della loro vita e della loro salute e sarà ritenuto responsabile”.Ha finito.

Lednik è morto in prigione nella regione di Mogilev, ha riferito martedì il Partito socialdemocratico dell'ex repubblica sovietica.

Lednik, la cui salute è peggiorata dal suo arresto nell'aprile 2022, secondo il suo avvocato, è stato condannato a tre anni di carcere per aver diffamato Lukashenko.

Lunedì i ministri degli Esteri dell’UE hanno approvato le conclusioni in cui hanno riaffermato il loro “fermo sostegno” alla ricerca del popolo bielorusso per una Bielorussia libera, democratica, sovrana e indipendente, come parte di un’Europa pacifica e prospera.

(Con informazioni da AFP ed EFE)