Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia testerà un candidato vaccino contro il coronavirus

L’Italia testerà un candidato vaccino contro il coronavirus

L’Italia sta lavorando per sviluppare un candidato vaccino contro il virus Corona, che ha causato la morte di oltre 21.000 persone nel Paese. Sarà testato sugli esseri umani a fine aprile Pertanto, in caso di successo, “potrebbe essere distribuito in tutto il mondo già nel 2021”.

Ha aggiunto: “Abbiamo completato i test di laboratorio e ora testeremo il vaccino (candidato) su più di 500 volontari sani di età compresa tra 18 e 55 anni, in modo che ciò sia possibile”. In caso di successo, potrebbe essere distribuito in tutto il mondo nel 2021.“Lo spiega in un'intervista il direttore generale dell'azienda italiana Irbm Matteo Liguori.

L'azienda, fondata nel 2009 nella città di Pomezia (Lazio, centro del Paese), opera nel settore delle biotecnologie molecolari, delle scienze biomediche e della chimica organica ed è una delle aziende più conosciute a livello nazionale e è già nel Nel 2014 ha lavorato al lancio di un vaccino contro l’Ebola.

Ora, un team di scienziati e tecnici di Irbm e della sua controllata Advent stanno lavorando instancabilmente per trovare un potenziale antidoto in grado di sconfiggere il Covid-19. Hanno appena completato i test di laboratorio e si preparano a testare queste dosi su persone sane per verificarle Come reagisce il tuo sistema immunitario e la sua potenziale tossicità.

A partire da questo mese sono previsti esperimenti sull'uomo nel Regno Unito, in collaborazione con lo Jenner Institute dell'Università di Oxford. “Collaboriamo con loro da dieci anni e fin dall'inizio questo era stato deciso Questi test verranno effettuati nel Regno Unito e non in Italia“Conferma.

Liguori spiega come sarà il processo: un team di scienziati isolerà la cosiddetta proteina “spike”, che è la chiave di cui il virus ha bisogno per entrare nella cellula, “per replicare la sua formazione”. Materiale genetico e inserito in un virus simile “Come l'influenza.”

READ  Benefici del pomodoro: un alimento ricco di sapore e sostanze nutritive

Spiega: “Questo virus dotato della proteina “Spike” verrà introdotto nel corpo umano in modo da attivare il sistema immunitario e generare anticorpi”. Più di 500 persone si sono offerte volontarie per sottoporsi a questi studi clinici.

Sono tutte persone sane, verranno sottoposti al test anticorpale pregresso e saranno isolati in una zona specifica, senza contatti con il resto del Paese.

Saranno monitorati in ogni momento da esperti, scienziati e medici, che monitoreranno il modo in cui interagiscono con il farmaco e otterranno dati per la successiva preparazione. Riporta la risposta del tuo corpoAnche.

Se questa prima fase darà buoni risultati, il direttore generale dell’Irbm prevede di somministrare a settembre le dosi, ancora in fase sperimentale, ai settori più a rischio, come gli operatori sanitari e le forze dell’ordine, mentre Esercitati con gli ultimi test precedenti Essere riconosciuto dalle autorità mediche competenti.

“Parallelamente ci sarà un aumento della produzione in modo che il maggior numero possibile di vaccini possa essere distribuito a partire dal 2021. Se tutto andrà bene e avrà successo, l’intenzione sarà quella di renderli disponibili a tutti i Paesi che ne hanno bisogno, e non proprio loro”, ha osservato, sottolineando che l’Italia farà affidamento sui sistemi sanitari.

L’azienda è già in trattative attive con il governo italiano, affinché possa essere distribuito in Italia il prima possibile, se non ci saranno fallimenti e i risultati saranno chiari, soprattutto per proteggere le persone più vulnerabili.

“È un virus che si sta evolvendo molto velocemente e ne sappiamo molto poco, la comunità scientifica non ha avuto abbastanza tempo per studiarlo adeguatamente. Si tratta comunque di un problema globale che vinceremo a livello globaleOppure dobbiamo agire rapidamente per trovare un trattamento il più rapidamente possibile per fermare la diffusione”.

READ  La toccante storia dell'ispirazione del sacerdote che ha unito fede e scienza

Virus Corona dentro In Italia i morti sono 21.067Secondo l’ultimo conteggio ufficiale, dalla scoperta del primo caso locale il 21 febbraio sono state registrate 162.488 infezioni totali.

Evie