Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’embrione di dinosauro splendidamente conservato rivela una postura bizzarra

Science Newsroom, 21 dicembre (EFE). Un team di ricercatori è riuscito a descrivere un feto di età compresa tra 72 e 66 milioni di anni “fantasticamente conservato” all’interno di un uovo di dinosauro fossilizzato, gettando nuova luce sulla relazione tra il comportamento degli uccelli moderni e questi animali estinti.

Il feto, soprannominato “Baby Yingliang”, è stato scoperto a Ganzhou, nel sud della Cina, e apparteneva a un teropode sdentato o oviraptorosauro. Il fossile indica che questi dinosauri svilupparono pose simili a quelle degli uccelli in procinto di schiudersi.

Gli scienziati hanno scoperto che la posizione di Baby Yingliang, uno degli embrioni di dinosauro più completi di sempre, è unica: la sua testa si trova sotto il corpo, i suoi piedi sono su entrambi i lati e la sua schiena è arrotolata lungo l’estremità appuntita dell’uovo.

Questa posizione, non ancora conosciuta nei dinosauri, è simile a quella dei moderni embrioni di uccelli, come affermato in una dichiarazione rilasciata dall’Università di Birmingham (Regno Unito).

Negli uccelli, questi atteggiamenti sono legati al comportamento controllato dal sistema nervoso centrale e sono essenziali per il successo della schiusa.

Dopo aver studiato l’uovo e l’embrione, i ricercatori ritengono che questo comportamento prima della schiusa, finora considerato unico per gli uccelli, potrebbe aver avuto origine tra i teropodi non aviari.

Guidato da esperti dell’Università di Birmingham e dell’Università cinese di Geoscienze (Pechino), il team, composto anche da scienziati canadesi, pubblica i dettagli sulla rivista iScience.

L’embrione si esprime senza alterazioni significative dovute all’ossificazione: con una lunghezza stimata di 27 cm dalla testa alla coda, la creatura è stata trovata all’interno di un uovo lungo 17 cm.

READ  Android | Impara il trucco poco conosciuto per caricare il tuo cellulare senza doverlo collegare | Applicazioni | trucco | Tutorial | Telefoni cellulari | Smartphone | tecnologia | virale | trucco | batteria | nda | nnni | dati

Secondo la rivista, Liang Liu, direttore di una società chiamata Yingliang Group, ha ottenuto l’esemplare nel 2000, sospettando che potesse contenere fossili di uova.

Ma finì in un deposito, e fu in gran parte dimenticato fino a circa dieci anni dopo, quando i lavoratori, durante la costruzione del Museo di Storia Naturale di Yingliang Stone, sistemarono le scatole e scoprirono i fossili; Ora è il tuo posto.

“Siamo molto entusiasti di scoprire Baby Yingliang, che è stato conservato in ottime condizioni e ci aiuta a rispondere a molte domande sulla crescita e la riproduzione dei dinosauri”, conferma Fion Waisum Ma.

“È interessante vedere che questo embrione di dinosauro e l’embrione di pollo si sono formati in modo simile all’interno dell’uovo, il che potrebbe indicare comportamenti simili prima della schiusa”.

Baby Yingliang è stato identificato come un Oviraptorosaur in base al suo cranio profondo e sdentato. Questo è un gruppo di dinosauri bipedi piumati, strettamente imparentati con gli uccelli moderni, conosciuti dal periodo Cretaceo dell’Asia e del Nord America.

È noto che gli uccelli sviluppano una serie di pose piegate, piegando i loro corpi e mettendo la testa sotto l’ala poco prima della schiusa. I feti che non raggiungono queste posizioni hanno maggiori probabilità di morire perché non sono nati.

Confrontando Baby Yingliang con altri teropodi, dinosauri e sauropodi dal collo lungo, il team ha suggerito che il comportamento di piegatura, un tempo considerato unico per gli uccelli, si è evoluto per la prima volta nei dinosauri teropodi decine o centinaia di milioni di anni fa.

I ricercatori hanno riassunto le ulteriori scoperte di embrioni fossili che hanno un valore inestimabile per testare ulteriormente questa ipotesi.

READ  Hubble torna alle osservazioni scientifiche dopo un misterioso errore e rilascia nuove immagini

(c) Agenzia EFE