Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’economia tedesca è in recessione e l’economia italiana è in crescita – DW – 30/03/2024

L’economia tedesca è in recessione e l’economia italiana è in crescita – DW – 30/03/2024

Da 25 anni Mauro Congido trova e ripara piccoli tesori architettonici nel Salento, penisola dell’Italia sud-orientale. “Le cose stanno andando di nuovo bene”, dice l’architetto cinquantenne. Gli appartamenti e le case riparate da Congido hanno interessi in Germania e Inghilterra. Durante la pandemia di coronavirus, le imprese sono state completamente paralizzate. Ma quello che è successo dopo in Italia è stato “folle”, dice.

Sebbene prima della pandemia i governi italiani fossero abituati a presentare deboli previsioni di crescita, il Paese è ormai diventato il motore dell’Europa. Nell’ultimo trimestre l’economia italiana è cresciuta dello 0,6%, mentre nello stesso periodo l’economia tedesca si è contratta dello 0,3%.

Anche se si guarda più lontano, i numeri supportano la terza economia più grande del continente. “Dal 2019 l’Italia è cresciuta del 3,8%,” dice alla DW Jörg Cramer, capo economista della Commerzbank. Spiega che questo è “il doppio dell’economia francese e cinque volte l’economia tedesca”.

Ma in Germania le prospettive sono più fosche. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) prevede per la Germania una crescita dello 0,3% nel 2024, mentre i maggiori esperti prevedono solo lo 0,1% quest’anno. Secondo l’Ocse l’Italia crescerà dello 0,7% nel 2024.

Aumenta la fiducia della Meloni

Gli economisti hanno reagito con cautela quando Giorgia Meloni è entrata in carica come primo ministro nell’autunno del 2022. Il primo ministro di estrema destra ha poi annunciato un percorso economico “Made in Italy”. Dopo la sua elezione, il settimanale tedesco rigoroso La descrisse come “la donna più pericolosa d’Europa”. Ma sul piano economico la Meloni ha seguito la stessa strada del suo predecessore, Mario Draghi.

READ  Macri viaggerà in Italia per gareggiare nel World Bridge - Notizie
Il premier italiano Giorgia Meloni.
Il premier italiano Giorgia Meloni.Foto: AFP tramite Getty Images

Ciò ha dato i suoi frutti per l’Italia, almeno sul mercato obbligazionario. Il tasso di interesse al quale l’Italia prende in prestito denaro è tornato al livello precedente all’insediamento della Meloni. In una conferenza stampa all’inizio di quest’anno, la Meloni ha cercato di prendersi il merito della manifestazione. A suo avviso, l’instabilità politica del passato ha portato ad un rallentamento dell’economia. Quanto di questo successo può essere attribuito a lei?

“Non molto”, dice Kramer. “La forte crescita può essere ben spiegata dalla politica fiscale allentata dell’Italia”, dice l’esperto. Ciò significa che la crescita italiana dipende principalmente dal nuovo debito. Prima della pandemia di coronavirus, il nuovo debito rappresentava l’1,5% del Pil italiano. Nella prima metà del 2023 questa percentuale è salita all’8,3%.

Cresce anche il debito dello Stato. A gennaio, una stima della Commissione europea indicava che il debito italiano nel 2024 avrebbe superato il 140% del Pil e che avrebbe continuato ad aumentare nel 2025. In Germania, in confronto, questa cifra è intorno al 66%.

Programma di costruzione gigante

Dalla fine del 2020 lo Stato italiano promuove progetti di miglioramento abitativo. Uno dei più gettonati è il cosiddetto “Superbonus 110” per le ristrutturazioni energeticamente efficienti: tutti coloro che ristrutturano la propria casa per renderla più efficiente dal punto di vista energetico riceveranno un bonus che compensa integralmente le spese, più il 10 per cento attraverso una riduzione del carico fiscale che può durare diversi anni. “Potete immaginare quanto siano aumentati gli investimenti nell’edilizia”, ​​afferma Kramer. “Questo effetto spiega due terzi della crescita a cui stiamo assistendo”, sottolinea.

READ  Economia fluviale: quanti soldi devi ea quali club

Congido non è particolarmente entusiasta di questo super bonus. Dice che adesso è tutto più caro. “Se lo Stato paga tutto, alla gente non importerà quanto sarà cara la bolletta”, dice. Secondo lui la ricompensa per la ristrutturazione degli edifici è buona, ma crede che anche i proprietari dovrebbero contribuire e non ricevere tutto dallo Stato. Non ha molto da dire sulla Meloni. Tieni presente che sì, il super bonus è già scaduto. Il leader di estrema destra lo ha declassato. Nel 2023 lo Stato ha pagato il 70% dei costi. Nel 2024 questa percentuale scenderà al 65%.

I costi associati a queste obbligazioni ridurranno significativamente le entrate statali nei prossimi anni. Pertanto, è molto conveniente per Roma ricevere miliardi di euro da Bruxelles attraverso il Fondo europeo per la ricostruzione del coronavirus. Fino al 2023 ci saranno quasi 200 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti. “Lo Stato italiano deve ridurre il suo altissimo deficit di bilancio”, dice Kremer. “Una volta che inizierà a risparmiare, il miracolo economico finirà sicuramente, perché questi anni non sono stati utilizzati per attuare riforme strutturali”.

(dzk/pp)