Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La produzione globale di vino è diminuita – Commercio e Giustizia

La produzione globale di vino è diminuita – Commercio e Giustizia

Secondo l’International Wine Organization, i record del 2023 saranno i più bassi degli ultimi 60 anni

IL Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino (OIV) Martedì si prevede che si vedrà la produzione globale di vino per l’anno Un calo del 7% rispetto al 2022 e il livello più basso in sessant’anni a causa delle condizioni climatiche.

La produzione quest’anno sarà compresa tra 241,7 milioni di ettolitri e 246,6 milioni di ettolitri, il che rappresenta un calo del 7% rispetto al volume del 2022. che era già al di sotto della media, Secondo il rapporto, che ha raccolto informazioni da 29 paesi, che insieme rappresentano il 94% della produzione globale.

La Francia, che guida la produzione mondiale con 45,8 milioni di litri – un volume leggermente superiore alla media degli ultimi 15 anni – non è stata in grado di compensare questo calo. Il calo significativo si è registrato nel resto dei paesi dell’Unione Europea, soprattutto in Italia (-12% annuo), Grecia (-45%) e Spagna (-14%), i cui campi sono stati colpiti da siccità e muffa.

Un altro paese che sta godendo di condizioni favorevoli sono gli Stati Uniti (+12%), il cui volume di produzione sarà “non solo superiore a quello del 2022, ma anche alla media registrata negli ultimi anni”.

Allo stesso modo, il meteo ha sostenuto anche la Germania (+1%), il Portogallo (+8%) e la Romania (+15%).

Mentre, Le condizioni erano negative nell’emisfero meridionale Con un calo annuo della produzione compreso tra il 10% e il 30%: Australia (-24%), Argentina (-23%), Cile (-20%), Sud Africa (-10%) e Brasile (-30%). “Sono stati fortemente colpiti dalle cattive condizioni meteorologiche”.

READ  Il prezzo della benzina e del diesel continua a salire e si avvicina ai livelli dell'anno scorso

La Nuova Zelanda, nonostante abbia registrato un calo del 6% rispetto al 2023, la sua produzione è rimasta superiore del 14% rispetto alla media degli ultimi cinque anni.

Previsioni di produzione globale previste per quest’anno, se raggiunte Questo sarebbe il più basso dal 1961, quando era di 214 milioni di litri, e persino inferiore alle “cifre povere” del 2017 di 248 milioni di litri.

“Ancora una volta, condizioni meteorologiche estreme, ad es Gelate precoci, piogge abbondanti, siccità, “Ha influenzato in modo significativo la produzione mondiale del vigneto”, osserva il rapporto sullo scenario di quest’anno.

Tuttavia, secondo il rapporto, una minore produzione “potrebbe riequilibrare il mercato globale” in un contesto in cui “il consumo globale sta diminuendo e le scorte stanno aumentando in molte regioni del mondo”.

Nel caso dell’Argentina, il Paese si classificherebbe all’ottavo posto nella produzione mondiale con 8,8 milioni di litri (contro 11,5 milioni di litri dell’anno scorso), dietro a Francia (45,8), Italia (43,9), Spagna (30,7), Cile (10,0), Australia ( 9.9). ), Sudafrica (9,3) e Germania (9,0).

Il rapporto indica che il volume previsto per quest’anno “rappresenta uno dei volumi più bassi registrati nella sua storia”.