Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Giappone e Stati Uniti chiedono a Israele una tregua umanitaria

Giappone e Stati Uniti chiedono a Israele una tregua umanitaria

Martedì il primo ministro giapponese Fumio Kishida e il segretario di Stato americano Anthony Blinken hanno chiesto a Israele di stabilire una “tregua umanitaria” per consentire l’ingresso degli aiuti nella Striscia di Gaza.

Kishida e Blinken hanno tenuto questo incontro in occasione della visita di quest’ultimo a Tokyo per partecipare alla riunione dei ministri degli Esteri del G7, dove la situazione in Israele e Palestina e la guerra in Ucraina giocano un ruolo fondamentale.

Kishida ha condannato i recenti attacchi di Hamas e ha affermato che il suo Paese “continuerà i suoi sforzi diplomatici nella regione”. Coordinamento con gli Stati Uniti per aderire al diritto internazionale umanitarioMigliorare la situazione umanitaria a Gaza e raggiungere la soluzione dei due Stati”.

Il primo ministro giapponese ha inoltre espresso a Blinken la necessità di “preservare l’unità del G7” non solo a causa del conflitto tra Israele e Palestina, ma anche a causa della situazione in Ucraina e nella regione dell’Indo-Pacifico.

“Il G7 è più che mai necessario alla luce della situazione in Israele e Palestina, della situazione in Ucraina e delle sfide nella regione indo-pacifica, e spero che l’incontro dei ministri degli Esteri costituisca un’opportunità per un vivace dialogo discussione all’interno del G7”. Kishida ha detto.

Da parte sua, Blinken ha anche espresso il desiderio di continuare a lavorare “per rafforzare il coordinamento tra Giappone e Stati Uniti e rispondere ai vari problemi che la comunità internazionale deve affrontare”.

E anche questo martedì Blinken ha incontrato la sua controparte giapponese, Yoko Kamikawache ha condannato anche gli attacchi di Hamas e ha affermato di voler sostenere gli Stati Uniti nei loro sforzi diplomatici in Medio Oriente, affinché la situazione non si “diffonda” nella regione.

READ  La Spagna ha occupato il fondo dell'Europa piantando l'auto elettrica

Tokio e Washington hanno così avuto uno scambio di opinioni sull’escalation del conflitto israelo-palestinese, che sarà una questione centrale nelle riunioni degli affari esteri del G7 (Germania, Canada, Stati Uniti, Francia, Italia, Giappone e Regno Unito). . , oltre all’Unione Europea), iniziato martedì e terminato oggi nella capitale giapponese.