Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La pericolosità degli alimenti ultra-lavorati, due nuovi studi confermano la loro relazione con lo sviluppo di tumori e malattie cardiovascolari

aggiornato

Nuove prove suggeriscono che il suo consumo è associato a un aumentato rischio di vari problemi di salute e morte prematura

Linea supermercato a Cracovia (Polonia).EFE
  • alimentazione L’epidemia degli alimenti ultra-lavorati: cosa sono, come ti influenzano e perché dovresti smettere di mangiarli

Nuove prove di pericoli Alimenti ultra-lavorati. Nell’ultimo numero della rivista sono state pubblicate due inchieste Giornale medico britannico Verificare i legami tra il consumo di questo tipo di alimenti e un aumentato rischio di malattie come malattie cardiovascolari, cancro del colon-retto o addirittura morte prematura.

Pasticceria, bibite, biscotti, carni lavorate, piatti precotti, dolci… I cibi ultralavorati stanno prendendo sempre più piede nella dieta degli spagnoli, che in pochi decenni hanno gradualmente abbandonato la tradizionale dieta mediterranea Si tratta di opzioni economiche e facili da consumare che, tuttavia, non sono salutari.

Il profilo nutrizionale Di questo tipo di alimento che non contiene un alimento specifico, ma anzi Si basa su prodotti industriali altamente avanzatimolto povero. Inoltre, il suo consumo soppianta altri alimenti ricchi di sostanze nutritive, quindi il suo effetto dannoso è duplice.

Una nuova ricerca aggiunge nuovi dati sull’effetto di questo tipo di prodotto alle prove disponibili, ad esempio studio SUE il Regia di Miguel Angel MartinezProfessore di Medicina Preventiva all’Università di Navarra. Nel 2019, questa ricerca ha mostrato che il consumo di almeno quattro porzioni di alimenti ultra-lavorati al giorno era associato a un aumento del rischio di morte del 62%.

cibi nocivi

Il primo lavoro pubblicato sul British Medical Journal ha esaminato la relazione tra il consumo di prodotti ultra-lavorati e il rischio di cancro del colon-retto negli adulti americani.

READ  La Jornada - Il Messico onorerà il capo della polizia per aver salvato l'arte

In totale, ha analizzato i dati di tre gruppi – un totale di 46.341 uomini e 159.907 partecipanti – le cui abitudini alimentari, attraverso questionari, erano state studiate per quasi tre decenni.

Oltre al loro stile di vita, se fossero più o meno sedentari e come fosse la loro dieta, gli scienziati hanno anche tenuto conto del numero di casi di cancro del colon-retto che si sono verificati in quel periodo.

I risultati hanno mostrato che gli uomini che consumavano più cibi ultra-elaborati Avevano un rischio del 29% più alto di cancro del colon-retto rispetto agli uomini che ha preso meno di questi prodotti. La stessa associazione non è stata osservata tra le donne studiate.

Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che un maggiore consumo di alcuni tipi di alimenti ultra-lavorati, come i prodotti pronti da bere, Era associato ad un aumentato rischio di cancro del colon-retto nelle donne.

Sebbene non siano stati in grado di identificare le ragioni di queste differenze di genere, i ricercatori hanno notato nelle conclusioni del loro lavoro la possibilità di un particolare effetto protettivo esercitato dagli estrogeni.

Nella pubblicazione, osservano: “I nostri risultati supportano l’importanza per la salute pubblica di limitare alcuni tipi di prodotti ultra-elaborati”.

Nel secondo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati di 22.895 adulti italiani (di cui il 48% uomini), tenendo conto del tipo di dieta seguita e di altri fattori di rischio cardiovascolare.

I risultati della ricerca lo hanno mostrato Coloro che mangiavano gli alimenti più elaborati avevano un rischio di morte superiore del 19%. da qualsiasi causa e un rischio di morte per malattie cardiovascolari superiore del 32% rispetto a chi consumava meno prodotti di questo tipo.

READ  La diagnosi di Julian Witch nel bel mezzo della sua salute difficile

Sia gli studi statunitensi che quelli italiani sono di natura osservazionale, quindi non possono stabilire una relazione di causa-effetto tra il consumo di alimenti ultra-lavorati e i danni alla salute, ma le prove che forniscono si aggiungono a quella ricerca precedente.

“I risultati sono convincenti e Supportato da una buona metodologia dopo tre decenni di osservazione. Conosco molto bene questi gruppi e sono la migliore qualità che c’è in epidemiologia nutrizionale. In concomitanza con la mortalità più elevata che abbiamo osservato anche in Spagna in combinazione con alimenti ultra-lavorati, compresi i decessi per cancro, In un articolo che abbiamo pubblicato Sulla stessa rivista tre anni fa. Sono d’accordo con altri studi, come Dora Romaguera, con cui collaboriamo anche dal nostro gruppo e che citano qui. I risultati hanno una plausibilità biologica a causa dell’aumento del rischio di obesità associato al consumo di alimenti ultra-elaborati, per l’effetto cancerogeno di alcuni additivi e anche per gli effetti pro-infiammatori e ossidativi di un ricco modello dietetico”, ha affermato Miguel Angel Martinez, professore di medicina preventiva all’Università di Navarra e uno dei ricercatori che ha studiato in modo completo gli effetti della dieta sulla salute. Media Science Center Spagna.

“Le implicazioni sono chiare, e sono quelle che ripetiamo: Ritorno alla tradizionale dieta mediterranea (Uno degli anni ’50 e ’60) che si basa su alimenti non trasformati o minimamente trasformati, naturali, a base vegetale anziché di origine animale ed è frugale. Siamo tutti preoccupati per la crescita dei casi di cancro del colon-retto, soprattutto tra i giovani, e questa dieta mediterranea frugale sarebbe un’ottima soluzione”.

come standard

Progetto Fiducia

sapere di più

READ  L'altra minaccia di Omicron: le attività strategiche in Europa potrebbero essere paralizzate