Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’esperienza del chirurgo nell’impianto di una trachea artificiale

Facciate esterne al Karolinska Institutet di Stoccolma (Svezia).

Il tribunale svedese apre il processo al chirurgo italiano Paolo Macciarini Controversi interventi chirurgici di tracheostomia eseguiti in Istituto Karolinska di Stoccolmacentro collegato Premio Nobel per la Medicina.

Macchiarini, che in precedenza aveva diretto il servizio di chirurgia toracica presso Clinica dell’ospedale di Barcellonaaccusato di aver commesso un grave reato di aggressione con feriti per l’uccisione di tre pazienti che vi erano stati trapiantati trachea artificiale Nel 2011 e 2012 a CarlolinskaE Come riportato da EFE.

Il accusa mantienilo Un metodo privo di solide basi scientifiche Non è stato adeguatamente testato, quindi si ritiene che il chirurgo, che si dichiara non colpevole, abbia agito con “particolare disprezzo” causando “prolungate sofferenze” ai pazienti.

Il processo è il culmine di un lungo e controverso processo durato più di un decennio, che ha portato a molti fascicoli, dimissioni, indagini e ha sollevato la questione del Karolinska Institutet, l’istituto medico più famoso della Svezia, Standard internazionale di eccellenzaDove sono i vincitori? Premio Nobel per la Medicina.

Il primo trapianto di trachea al mondo

Macchiarini, che ha diretto nel 2008 in Clinica di Barcellona Il primo trapianto tracheale al mondo, contratto due anni dopo come visiting professor a Karolinska e primario presso l’Institute Hospital, dove è stato collegato fino al 2016.

Sebbene nel 2011 a File falsificazione dei dati in un articolo scientificoKarolinska ha rinnovato il suo contratto.

Il “caso Macchiarini” è riemerso all’inizio del 2016 a causa di un servizio della televisione pubblica svedese che ha criticato Mancanza di precedenti esperienze e informazioni per i pazienti Negli interventi chirurgici eseguiti dal chirurgo in Svezia e in altri paesi.

scoppiò la rivelazione I direttori dell’istituto si dimettonocompreso il rettore, e Segretario del Comitato del Premio Nobel per la Medicinaoltre al licenziamento del chirurgo, nel caso considerato Il più grande scandalo nella storia della medicina nel Paese E aveva paura di danneggiare la reputazione di Nobel.

Un’indagine preliminare condotta dalla Procura svedese nell’ottobre 2017 ha concluso che non è possibile stabilire che le azioni della Macchiarini abbiano causato la morte di pazienti o danni al loro corpo, sebbene sia stata critica nei confronti del suo comportamento, ritenendo che “in In contrasto con la scienza e le pratiche collaudate“.

Ma il pubblico ministero ha riaperto il caso un anno dopo dopo che a Reclami per parenti di pazienti decedutiNel settembre 2020 è stata intentata un’incriminazione contro Jarrah, che ha portato al processo, che è già iniziato e dovrebbe concludersi il 23 maggio.

un Il comitato istituito dalla clinica Si è concluso nel settembre 2016 che vi è stata eseguita sia una tracheostomia sia l’articolo successivamente pubblicato sulla rivista ‘LancettaEra “corretto”.

Sebbene possa contenere dichiarazioni, dichiarazioni o note di istituzioni sanitarie o professionisti, le informazioni nella scrittura medica sono curate e preparate dai giornalisti. Raccomandiamo al lettore di consultare un professionista della salute per qualsiasi domanda relativa alla salute.

READ  La commedia di fantascienza italiana dimenticata che prende il nome dalla variante Covid-19 e da altri film che ti aspetti