Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La bolletta elettrica di agosto sarà di 20-30 euro più cara di un anno fa

L’aumento del prezzo dei megawatt nel mercato all’ingrosso non è un numero astratto, quando arriverà la ricevuta il mese prossimo, ne noteremo gli effetti e potrebbe essere uno dei cinque prezzi più alti della nostra storia, secondo le organizzazioni dei consumatori

Julia Fernandez

La bolletta elettrica ad agosto può spaventarci molto. In alcune case si stanno già preparando per questo, soprattutto al sud. Le alte temperature e un’ondata di caldo che ha alzato i termometri in alcuni punti sopra i 42 gradi per diversi giorni possono essere costosi quando si tratta di pagare il mese prossimo. A casa di Miguel e Joanna, ad Antequera, lo sanno e ammettono di avere “paura” della ricevuta che potrebbe arrivare.

Al Nord, forse dovremo ringraziarlo per il tempo che ci ha causato così tanti problemi, ma dovremo anche sciogliere il portafoglio. E più di uno di loro prenderà fiato quando riceverà una lettera dalla loro compagnia elettrica con la ricetta. “Quest’anno, con il Corona virus, non siamo andati in vacanza all’estero. Pensavamo fosse economico, ma non molto”, lamenta Eva di Bilbao, che ha deciso di far divertire i suoi due figli “insegnando loro a fare le torte, pane e gelato”.

Nessuna famiglia manca di ragione. Questo mese il prezzo dell’energia elettrica ha battuto diversi record consecutivi, ed è stata questa la situazione in cui si sono alzate molte voci che chiedevano una regolamentazione del settore. Anche il governo ha cercato di superare la situazione a metà del mese di pensionamento minacciando di “nazionalizzare” le società responsabili della fornitura di elettricità, che sembrava più un brindisi al sole che una potenziale realtà.

READ  Apre a Valledupar un centro di design che incoraggia il rilancio economico | globalismo

Saresti davvero così cattivo? chiederanno. La risposta è si. Con la disponibilità di dati e calcoli effettuati dalle organizzazioni dei consumatori, potremmo dover spendere 20-30 euro in più di un anno fa in queste stesse date, se i prezzi sono alti in quelle prime due settimane del mese.

L’anno scorso, la fattura media di agosto era di 63,77 euro, secondo i dati di FACUA-Consumidores en Acción. Hanno notato che questa volta “saranno 91,62 euro”, se non ci sono variazioni al ribasso, contano da questa entità. L’utente medio che questa entità utilizza per le sue analisi ha una potenza contrattata di 4,4 kW – la stessa nelle ore di punta e non di punta – e un consumo di 366 kWh al mese.

Prezzo in kilowattora

  • agosto 2020
    Il prezzo era di 12,18 cent

  • agosto 2021
    Il prezzo medio nelle prime due settimane è stato di 22,03 cent, ma varia a seconda del periodo: 15,28 cent nelle ore non di punta, 19,85 cent nelle ore di punta e 30,96 cent nelle ore di punta

Cinque giorni di record

Responsabile di questo aumento sono cinque giorni consecutivi di aumento della tariffa massima MW/h nel mercato all’ingrosso. Il plafond è arrivato venerdì 13 con 117,29 euro. “È un evento straordinario e assolutamente senza precedenti nel suo sviluppo”, hanno osservato dall’Organizzazione dei consumatori e degli utenti (OCU). Questo mercoledì sarà alle 105:40. Questo prezzo contrasta con 80,13 euro in Francia e 78,64 euro in Germania. Anche se in Portogallo sarà intorno a 106,79 e in Italia sarà 111,78. I paesi più cari per domani saranno registrati in Romania e Ungheria, con 130,08.

Se queste previsioni saranno soddisfatte, agosto entrerà direttamente nel rating delle cinque banconote più costose della nostra storia. L'”onore” di essere in cima al podio è il primo trimestre del 2012. Quindi, abbiamo pagato una media di 88,66 euro… poi l’Iva era del 18%. Segue gennaio 2017 (con un’imposta sul valore aggiunto del 21%) a 87,81 e … il mese scorso, luglio di quest’anno, con 85,34. Al quarto posto, settembre 2018 (83,5) e maggio scorso (82,13).

Le bollette elettriche più costose della storia

  • Primo trimestre del 2012
    8.866 euro.

  • gennaio 2017
    87,81 euro.

  • luglio 2021
    8534 euro.

  • settembre 2018
    83,5 euro.

  • maggio 2021
    8.213 euro.

Ridurre l’imposta sul valore aggiunto

Per ridurre l’impatto dell’aumento dei prezzi dell’elettricità e facilitare il più possibile le economie delle famiglie, il 21 luglio il governo ha deciso di ridurre l’imposta sul valore aggiunto in entrata fino a dicembre. Pertanto, verrà applicato un supplemento del 10% sulla bolletta di agosto. Ma l’aumento dei prezzi nel mercato all’ingrosso è stato di un tale livello che se non ci fossero state vendite nei prossimi giorni, nessuno di noi l’avrebbe preso.

Se analizziamo lo sviluppo annuale, questo è confermato. Iniziamo il 2021 con un pagamento medio di 80,48 euro. A febbraio siamo scesi a 62,08, ma da allora il conto è solo aumentato. L’Iva della squadra di Sanchez risparmia circa 9 euro, conferma FACUA. Ma “se continua ad essere applicato il 21%, la cifra da pagare a fine mese sarà di circa cento euro”. Quindi prevedono che “tutto indica che questo mese finirà la bolletta elettrica più costosa della storia”.