Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

In che modo le fasi lunari influenzano l’attività vulcanica?

Marina Fernandez 7 minuti
Vulcani e fasi lunari
Secondo la ricerca, i vulcani possono risentire dell’influenza del ciclo lunare, quando si trovano in uno stato critico di eruzione.

I vulcani hanno svolto un ruolo fondamentale nell’evoluzione del pianeta e nei primi anni di vita, e oggi continuano a rimodellare la morfologia della Terra. Nella storia sono stati eroi molte volte, ad esempio: Vesuvio, Tambora, Krakatoa, eccetera. Purtroppo se ne va Intere città sotto la lava in eruzioni improvvise. Altri come il Monte Pinatubo, ad esempio, hanno fatto sentire gli effetti della sua eruzione in tutto il mondo.

Attualmente ce ne sono alcuni sulla Terra 500 vulcani considerati “attivi”, di cui tra 30 e 50 eruttano ogni anno. Molti di questi giganti della natura si trovano ancora attivi in aree densamente popolatePiù di 500 milioni di persone vivono vicino ai vulcani.

vulcano Vesuvio
Più di 500 milioni di persone vivono vicino ai vulcani. Vesuvio, Napoli.

vulcani capace di provocare disastri Socio-economici causati da nubi di cenere, valanghe, flussi piroclastici e flussi piroclastici. Ecco perché è Guardarti è importante, per Anticipa la tua attività ed evita il caos. Purtroppo bang, anche oggi con molta tecnologia avanzata, difficile da prevederePertanto, il lavoro di monitoraggio continuo dei vulcanologi di tutto il mondo è molto importante.

Non solo gli scienziati stanno cercando di trovare nuovi modi per comprendere la natura e il comportamento dei vulcani, ma succede Ogni vulcano è diverso E a seconda del tipo di eruzione, hanno più o meno segnali di allarme. Esamineremo qui, alcuni lavori su Possibile relazione tra fasi lunari e attività nei sistemi vulcanici.

Si No …

probabilità che forze gravitazionali Dalla Luna (e dal Sole), maggio Esercita una notevole influenza sui vulcani terrestri, è stato ampiamente utilizzato nel secolo scorso, tra i gruppi di scienziati dediti allo studio delle scienze della Terra.

READ  Dalla medicina c'è anche opposizione alle restrizioni a causa del suo dubbio successo

In particolare, il dibattito si è concentrato sul fatto che le maree bisettimanali (cicli di 14 giorni, direttamente correlati alle fasi lunari), possano o meno influenzare l’attività vulcanica; E, soprattutto, se può portare a un’eruzione del vulcano in determinati giorni.

Per molti anni, gli studi sono stati forniti da esperti Risultati molto contrastanti e inconcludenti. Ad esempio, uno studio condotto da Dipartimento di Geologia e Minerali a partire dal Università del Michigan, nel 1972, ha suggerito che le principali eruzioni prodotte in vulcano Stromboli, sull’isola di Sicilia, Italia, preferibilmente vicino alle maree più basse due volte a settimana (note come alte maree, luna calante e luna calante). Un’altra analisi ha riportato una relazione simile per vulcano Isole Burnettin El Salvador tra il 1979 e il 1980.

vulcano Etna
L’Etna è un vulcano attivo sulla costa orientale della Sicilia, nel territorio della città metropolitana di Catania, in Italia.

Lungi dall’essere conclusivi queste indagini preliminari, i risultati sono apparsi in uno studio condotto da Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria di Romacosa o cosa ا Ha indicato esattamente il contrario. Gli specialisti hanno notato che la frequenza di piccoli eventi esplosivi in Monte Stromboli, aumenta durante le creste di marea bisettimanali (quando si verifica la marea primaverile, cioè vicino alla luna piena o alla luna nuova). Inoltre, altri giganti come QuintoFuoco di Olkan in Guatemala Mayon Nelle Filippine, il Kilauea Alle Hawaii, hanno offerto lo stesso correlazione positiva durante quelle particolari fasi lunari.

Ultimi studi

questi Incongruenze nei risultati, per studiare ulteriormente la presenza o l’assenza di un modello tra le eruzioni vulcaniche e il ciclo delle maree. Tenendo presente, inoltre, il problema più grande è che Non c’erano dati sufficienti per un’analisi robusta.

READ  Quinta sessione. Anno di medicina, tornano le lezioni faccia a faccia e lui non può entrare nel Paese: "In ballo c'è il mio futuro"

Infine, lo studio, che è stato supervisionato dal ricercatore Tarcilo Girona del Dr Laboratorio di propulsione a getto (JPL)Laboratorio di propulsione a reazione) della NASAE il Che è stato pubblicato qualche mese fa sulla rivista Rapporti scientifici, metti un po’ di luce su questo argomento; distanza 13 anni di note La sua ricerca si concentra su QuintoOlkan Rawabihudalla Nuova Zelanda.

Il QuintoOlkan Rawabihu Mostra negli ultimi quindici anni a comportamento inaspettato, con picchi non periodici di attività e riposo, e che Improvvisamente esploso nel 2017. Gli scienziati in Nuova Zelanda hanno tenuto d’occhio questo vulcano sin dalla grande eruzione del 1996, che ha reso disponibili dati sismici continui e liberamente accessibili.

Ruapehu vulcano
Il vulcano Ruapehu in Nuova Zelanda ha mostrato un comportamento imprevedibile negli ultimi 15 anni, con picchi non periodici di attività e riposo. È scoppiato improvvisamente nel 2017.

Il lavoro di Girona, dai dati ottenuti dalla rete di sismometri installati in questo gigante durante i tre mesi precedenti l’eruzione del 2017, mostra che Quando c’era una luna piena e una luna nuova, lo scuotimento della Terra era minore (ampiezza sismica), ma quando la luna era nel suo quarto calante o crescente, il suolo del Ruapehu tremava di più. In ogni caso, ciò non significa che il vulcano avesse maggiori probabilità di eruttare in determinate fasi lunari, ma conclude che possono fornire alcuni indizi per rilevare quando si verificherà l’eruzione.

E quindi, I vulcani possono essere influenzati dall’influenza delle maree quando sono in eruzione criticaQuesto è ciò che gli scienziati potranno utilizzare in futuro per sviluppare nuovi sistemi di allerta precoce ed evacuazione per prevenire conseguenze negative.