Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il presidente russo Vladimir Putin. | Pagina 12

Lo ha detto venerdì il governo russo Stabilirà nuove basi militari nell’ovest del paese, come “contromisura appropriata” all’espansione della NATOdistanza Svezia e Finlandia, dopo decenni di non allineamento militare, hanno deciso di candidarsi per aderire alla NATONonostante gli avvertimenti del Cremlino. “I nostri vicini più vicini, Finlandia e Svezia, hanno presentato domanda per entrare a far parte della NATO. Pertanto, la tensione continua ad aumentare nell’area di responsabilità militare occidentale”, ha affermato il ministro della Difesa. Sergej Shoigu. “Stiamo prendendo le contromisure appropriate. In queste condizioni, stiamo lavorando attivamente per migliorare la composizione in combattimento delle forze”, ha aggiunto il ministro.

‘Minacce crescenti’

Tra le contromisure decise dal governo Il presidente russo Vladimir PutinE Shoigu ha spiegato che entro la fine dell’anno “saranno formate 12 unità e subunità militari nel distretto militare occidentale”.Lo ha detto in una riunione del consiglio di amministrazione del ministero della Difesa russo. Shoigu ha inoltre affermato che quest’anno le forze russe riceveranno più di 2.000 moderne armi e attrezzature militari. Secondo il funzionario, la situazione è sull’ala strategica occidentale “caratterizzata dall’aumento delle minacce militari vicino ai confini russi”, tra cui un riferimento all’intensità dei voli strategici statunitensi in Europa, moltiplicata per 15 – Tra i tre ei 45 anni – e le visite delle navi statunitensi con missili guidati nel Mar Baltico divennero sistematiche. Ha osservato che gli Stati Uniti e la NATO stanno conducendo esercitazioni di Defender of Europe vicino ai confini di Russia e Bielorussia, “con la partecipazione di un massimo di 40.000 soldati provenienti da 30 paesi del blocco”.

READ  Gli Stati Uniti assicurano che oltre il 40% delle forze russe al confine con l'Ucraina siano in posizione di attacco

Il conflitto tra Russia e Ucraina minuto per minuto

L’ingresso di Svezia e Finlandia nella NATO è stato fortemente sostenuto dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che giovedì ha sottolineato che entrambi i paesi soddisfano “tutti i requisiti”, ma è stato respinto dalla Turchia, membro dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico. Così, con un veto, il suo presidente, Recep Tayyip Erdogan, sta attualmente insistendo per bloccarlo sulla base del fatto che entrambi i paesi ospitano “terroristi” curdi. questo venerdì, Erdogan ha avviato un giro di contatti che coinvolgono almeno i leader di Finlandia, Paesi Bassi e Regno Unito, in un apparente tentativo di risolvere la questione. Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha già confermato i suoi contatti con la Turchia per annullare i divieti d’ingresso di Svezia e Finlandia.

Terrore curdo

domanda principale Erdogan è legato alla presunta clemenza di questi paesi del nord nei confronti di organizzazioni che Ankara considera “terroriste”, come il Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) e le Unità di protezione del popolo (YPG). Ma il governo svedese ha definito “disinformazione” il rapporto a cui allude Erdogan tra il Paese scandinavo e il PKK. “A causa della diffusa disinformazione sulla Svezia e sul PKK, vorrei ricordarvi che il governo di Olof Palme è stato il primo governo dopo la Turchia a dichiarare il PKK un’organizzazione terroristica nel 1984”, ha detto in una lettera la cancelliera svedese Anne Linde. .