Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il “leader” italiano dei vaccini finisce in ospedale causa Covid e chiede di “seguire la scienza”

Il “leader” italiano dei vaccini finisce in ospedale causa Covid e chiede di “seguire la scienza”

02/12/2021

Aggiornato alle 20:25

Lorenzo Damiano, 56 anni, leader dell'organizzazione anti-vaccinazione del Veneto, ha contratto il Covid durante un pellegrinaggio al santuario di Medjugorje (Bosnia ed Erzegovina). Ma Il “miracolo” della sua vera “conversione”. È successo all'ospedale Vittorio Veneto, dove era in terapia intensiva da una settimana, impossibilitato a muoversi con l'ossigeno. Damiano è passato dall’essere un anti-vaxxer radicale a un telepredicatore. Dal suo letto d’ospedale, ha lanciato a bassa voce un messaggio ai suoi follower: “Seguirò la scienza, mi vaccino, dovreste vaccinarvi tutti”.

Damiano, ex candidato sindaco di Conegliano, comune di 34.500 abitanti nel nord Italia, ha citato il nuovo processo di Norimberga contro i promotori della vaccinazione. Un tempo instancabile attivista contro la “dittatura della salute”, Lorenzo Damiano ha ora completamente rivisto la sua visione della pandemia. “ Chiaramente la mia visione del mondo geopolitico è cambiata Damiano spiega. “Sarò pronto il prima possibile perché tutti sappiano quanto sia importante seguire collettivamente la scienza, che è quella che salva”.

Nel suo attivismo, Damiano coniugava posizioni anti-establishment con il fondamentalismo religioso. Durante la campagna elettorale per il sindaco, con la sua lista Norimberga 2, A settembre ha organizzato diversi incontri pubblici con i negazionisti del vaccino E in violazione del passaporto Covid. Ha ottenuto un magro risultato: 412 voti. Con i simboli del rosario e degli ultras. Damiano si è candidato anche alle elezioni europee con il partito neofascista Forza Nuova. Al suo estremismo politico, ha unito il suo radicalismo religioso con il suo gruppo “Cacciatori di pace” con tre punti principali nella sua piattaforma: no all'aborto, no all'adozione da parte di coppie dello stesso sesso e no all'eutanasia.

READ  L'Italia bloccherà le SIM mobili per i minori per impedire l'accesso a contenuti inappropriati su Internet

Attraverso il suo movimento Norimberga II, Lorenzo Damiano promosse la cura domiciliare piuttosto che il ricovero ospedaliero e si oppose alle linee guida sanitarie del governo. Inoltre, nelle sue elezioni e nelle sue riunioni, ha dichiarato teorie del complotto, come l’esistenza di strategie per danneggiare la popolazione con i vaccini. Da qui la proposta del suo movimento di perseguire i responsabili “Reati commessi durante l’emergenza Covid” E agli autori di quello che considero “il grande piano per creare deliberatamente il virus”.

Quando si è trovato in una situazione pericolosa in ospedale, ha avuto il tempo di maturare la convinzione che le sue battaglie erano sbagliate. Ha ammesso che le sue teorie del complotto, che lo hanno reso popolare tra gli anti-vaxxer, erano ridicole.

Lo disse mentre era un cattolico rigoroso “Il vaccino non viene da Dio”. E invocare lo Spirito Santo contro il “Nuovo Ordine Mondiale”. Lorenzo Damiano intendeva acquistare un terreno a Medjugorje per creare un luogo di culto per la sua associazione. Al momento, il suo turno è arrivato in ospedale. Sembra molto dispiaciuto per il suo recente passato Vuole vedere Papa Francesco Che è considerato un diavolo da molti anti-vaxxer nella galassia religiosa estremista. “Chiederò al Santo Padre di incontrarmi e sono disposto a essere testimone di verità e di fedeltà affinché il mondo possa essere salvato”. Perché non ci siano dubbi sul suo pentimento, confessa dicendo: «A volte bisogna entrare per una porta stretta per capire le cose».

Articolo riservato agli abbonati

Accesso senza limiti Al miglior giornalismo

Vedi i commenti