Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il futuro di Novak Djokovic in Australia è deciso: la sessione è iniziata, ma senza essere veicolata al pubblico

I fan del tennista serbo Novak Djokovic si radunano fuori dal Park Hotel, dove si trova il serbo (Reuters)

Queste sono le ore di massima resistenza alla trazione per Novak Djokovic in un Australia. In pochi minuti, il serbo si presenta davanti alla Corte federale di Melbourne in seguito al ricorso presentato dai suoi avvocati dopo che il suo visto è stato revocato all’ingresso nel paese ai sensi delle attuali normative covid-19. È il giudice che alla fine deciderà se telaio Potrà restare per giocare il primo torneo importante dell’anno o se verrà trasferito. Questa seconda alternativa potrebbe arrecare danni più gravi alla prima posizione mondiale.

La sessione doveva iniziare alle 10:00 di lunedì (23:00 GMT di domenica, 20:00 in Argentina), ma A causa di problemi di trasmissione, il suo avvio è stato ritardato di 40 minuti. Poiché i problemi tecnici non vengono risolti, chiunque non sia coinvolto nel processo non può osservare ciò che sta accadendo. È Nicholas Wood che rappresenta il tennista e i suoi avvocati Hall e Wilcox. Christopher Tran appare per conto del governo australiano.

il giudice Anthony Kelly deciderà se è d’accordo con il tennista e annulla la cancellazione del suo visto o se appoggia la decisione delle autorità di rifiutare l’ingresso al leader della pace. Nel caso in cui il giudice approvi questa decisione di revoca del permesso, telaio Potresti subire una penalità ancora più grande da allora Potrebbe essere vietato l’ingresso in Australia fino al 2025.

quotidiano sportivo serbo veloceCitando fonti di confine australiane, l’ho menzionato Una persona il cui visto è stato annullato può essere impedito di rilasciare un visto temporaneo per un periodo di tre anni, Il che impedirebbe a Djokovic di essere nel primo torneo del Grande Slam di quest’anno fino al 2025. Va notato che il serbo è Vincitore di tutti i tempi degli Australian Open, con nove titoli al suo attivo dopo aver vinto le edizioni 2008, 2011, 2012, 2013, 2015, 2016, 2019, 2020 e 2021.

READ  Jorgelina Cardoso ha mostrato le conseguenze della brutale distorsione alla caviglia di Angel Di Maria nella finale contro il Brasile.

Ma quali sono le opzioni per il numero uno al mondo?

Innanzitutto, va notato che il processo non è facile in quanto i partiti pubblici australiani, federali e provinciali, e un’organizzazione privata, l’organizzatore del torneo, sono coinvolti nel conflitto. Inoltre i tempi sono brevi perché mancano solo sette giorni all’inizio dell’attività, motivo per cui il giudice ha respinto la richiesta delle autorità di rinviare l’udienza.

In tale contesto , Il giudice deve analizzare se i funzionari dell’immigrazione hanno agito di conseguenza Con il tennista, e lui, a sua volta, ascolterà le argomentazioni della difesa dell’atleta, che sarà presente e potrà essere interrogato e interrogato su qualsiasi questione che lo riguardi.

Secondo un rapporto dell’agenzia Agenzia di stampa Franciae Se il giudice Anthony Kelly deciderà a favore di Djokovic, annullerà la cancellazione del suo visto, che sarà di nuovo valido. Sarebbe una vittoria drammatica per Djokovic, che è scettico su un vaccino, e una drammatica battuta d’arresto per il governo australiano, che da quasi due anni impone severi controlli Covid-19 alle sue frontiere. Il team legale della star serba ha rivelato ciò che il giudice vuole pronunciare in questo scenario. In un brief di 35 pagine prima dell’udienza, hanno chiesto il suo “rilascio immediato” prima delle 17:00 di lunedì. Hanno anche chiesto al giudice di pronunciarsi “il prima possibile”, senza aspettare che vengano chiariti i suoi motivi legali che, dicono, potrebbero essere rilasciati in seguito. L’Australian Open inizia appena sette giorni dopo l’udienza di lunedì.

Knoll è il primo vincitore nella storia degli Australian Open con nove titoli (Reuters)
Knoll è il primo vincitore nella storia degli Australian Open con nove titoli (Reuters)

Tuttavia, secondo Christopher Livingston, uno specialista certificato in diritto dell’immigrazione con oltre 20 anni di esperienza, il governo farà sicuramente appello a tale sentenza. S Durante l’appello, ha affermato in un’analisi del caso, “il signor Djokovic continuerà a essere detenuto per motivi di immigrazione”.

Ma siSe l’udienza si risolve a favore del governo australiano, il governo australiano probabilmente tenterà di espellere Djokovic dal Paese con il prossimo volo disponibile da Melbourne. Giovedì scorso, il giudice ha ordinato al ministro dell’Interno di: Karen Andrews per non aver licenziato Djokovic durante il suo appello. Questo ordine termina lunedì alle 16:00. Livingstone ha affermato che il caso del governo si basa su una sezione della legge sull’immigrazione che, secondo lui, “alla fine porterà il signor Djokovic a non presentare la sua domanda”. Secondo la legge, il ministro deve solo dimostrare che la presenza del titolare del visto “può o potrebbe essere” un pericolo per la salute, la sicurezza o il buon ordine degli australiani. Ma anche se vince il governo, la star serba può fare appello.

READ  Nadal e Djokovic si incontrano nelle semifinali del Roland Garros - Tennis - Sport

Se il giudice archivia il caso tennis, potrebbe esserci un appello da parte di Djokovic. “Se perde, è molto probabile che verrà presentato un appello”, ha detto. John FindleyÈ un avvocato specializzato in questioni di immigrazione, famiglia, affari e fiscali. Ha aggiunto che in questo caso gli avvocati di Djokovic dovranno sostenere che c’è un errore e potrebbero evidenziare alcuni punti non dimostrati nella legge. Ma anche se si facesse un simile appello, Djokovic non è stato in grado di rilasciarlo mentre si discuteva del casoha detto Livingston. Sebbene un giudice possa accettare il ricorso, non può ordinare al governo di concedere un visto che consentirebbe il rilascio di Djokovic dalla custodia. Ha detto che il ministro degli interni australiano potrebbe concedere un tale visto. Ma è improbabile che lo faccia, data la posizione del governo sul suo caso e sulla sua politica.

È necessario ricordare che questo sabato, Gli avvocati serbi hanno fatto un’offerta per sostenere l’appello. L’obiettivo principale indica che telaio Ha ottenuto un’esenzione medica per entrare nel paese ospitante degli Australian Open – che dovrebbero iniziare il 17 gennaio – a causa della sua infezione con il virus Corona settimane fa. Primo appuntamento Un test PCR positivo per COVID è stato registrato il 16 dicembre 2021afferma il documento riportato dai media australiani. Tuttavia, non ha avuto febbre o altri sintomi nelle 72 ore successive a questo test positivo. Dopo aver visionato questa risorsa, la polemica è cresciuta non appena hanno cominciato a comparire sui social le foto della numero 1 della classifica mondiale che mostravano la sua presenza in vari eventi circondata dal perdono e senza mascherina in quei giorni di dicembre.

L'Australian Open inizierà il 17 gennaio (EFE)
L’Australian Open inizierà il 17 gennaio (EFE)

Il numero uno al mondo è in attesa di definire il suo futuro al centro immigrazione situato nel vecchio Park Hotel, che ha chiuso bene le finestre e nessuno può entrare o uscire, solo i dipendenti che ci lavorano possono uscire. nelle ultime ore, telaio hanno richiesto Per essere nominato chef personale Al fine di prendersi cura della loro rigida dieta priva di glutine e Hai inviato una richiesta per essere trasferito in un complesso di appartamenti con un campo da tennis Poter allenarsi per raggiungere il suo obiettivo di partecipare al primo Grande Slam dell’anno. In effetti, il serbo si è offerto di pagare di tasca propria per assumere un gruppo di agenti di sicurezza privati ​​per garantire il trasferimento. ma nonostanteCiascuna delle sue richieste è stata respinta dall’Australian Border Force.

READ  Partite del giorno: Agenda calcistica da vedere in TV l'Argentina il 16 gennaio

Continuare a leggere: