Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il futuro del golf spagnolo passa per Castellón: queste le sfide di Carla Tejedo dopo l’anno migliore della sua carriera

Parlare di golf nella comunità valenciana significa parlare della famiglia Teguido Mollet. Carla e la sua sorellina Rossio non si stancano mai di abbattere le barriere, e ora ha toccato il più grande. Dopo il bronzo agli Europei, Ora è una campionessa mondiale dell’università Al torneo in Italia che riporta il Valencia nel media center del golf nazionale.

Mentre la nativa di Castellón continua i suoi studi a Louisiana State University L’idea di essere tra i migliori giocatori del mondo è nella sua mente. Inoltre, i passi che compie sono ancora diretti verso di lui. La sua crescita da quando ha deciso di buttarsi nello stagno è stata esponenziale, ed è ora una delle grandi speranze per il futuro dei golfisti nazionali, anche se sta già raccogliendo i frutti nel presente.

Questo torneo non si gioca da molto tempo “Il Covid l’ha fermato e infatti fino ad ora non sapevamo nemmeno che esistesse. La verità è che avevamo una rosa molto completa e abbiamo anche giocato sul campo dato che in realtà abbiamo giocato per la squadra europea di singolare l’anno scorso, il che ha reso le cose un po’ più costose, ci dice Tejedo.

Carla Tejedo: “Con la fiducia del primo giorno, la testa è a posto e un inizio come questo rende le cose molto difficili per te”.

Il primo giorno di gare Rippare il record della sessione di creazione del dominio“Mi ha aiutato molto riuscire a vincere gestendo quel vantaggio sin dal primo giorno, perché mi ha dato tanta fiducia. È vero che questo non garantisce nulla perché poi tutto può succedere, alla fine queste cose possono funzionare o meno, ma con la fiducia del primo giorno la testa è subito e un tale inizio mette le cose a posto”, spiega il golfista di Castellon.

READ  Max Verstappen guida un emozionante GP di Formula 1 spagnolo e cerca di guidare il campionato

è più, L’ultimo giorno non c’era nessun leader Lo ha fatto al secondo posto, “e questo mi ha dato un vantaggio in più. Alla fine inseguire qualcosa che non hai ti fa giocare con maggiore intensità e alla fine sono riuscito a battere il mio migliore amico che è arrivato secondo. Carolina Lopez è una grande giocatrice, ma questa volta le cose sono cadute dalla mia parte”, ammette Carla.

E questa vittoria conferma quello che è un segreto di Pulcinella: Il futuro del golf spagnolo passa per Castellón. A questo titolo si aggiunge il bronzo europeo ottenuto in Galles. Giocare lì “Un altro tiro. Le condizioni di gioco nelle Isole Britanniche non ci avvantaggiano affatto e devi prepararti per poter gareggiare bene lì. Devi combattere vento e acqua e un campo molto più difficile, ma noi ha fatto una preparazione entusiasmante con concentrazione e siamo stati in grado di affrontarla”, dice il giocatore.

Carla Tejedo: “Negli Stati Uniti abbiamo molte strutture per unire lo studio al lavoro sportivo, e qui non hanno dubbi sul scommettere molto sullo sport e dimostra che siamo ancora indietro in questo aspetto in Spagna”.

Per il nativo di Castellón, “il 2022 è stato un grande anno, posso chiedere di più. Ho avuto un’ottima annata potendo vincere un campionato negli Stati Uniti, vincere la conferenza ed entrare tra i primi cinque della regione. Alla fine , se valuti e tieni conto di come va, non puoi chiedere di più. Negli Stati Uniti abbiamo molte strutture per unire lo studio al lavoro sportivo, e qui non hanno dubbi sul scommettere molto sullo sport, e dimostra che siamo ancora indietro in questo aspetto in Spagna”.

READ  Giorni e orari confermati per le prime date

Attualmente Inizia una vacanza per tornare negli Stati Uniti Perché lì stiamo iniziando la stagione e voglio essere al vertice dei tornei di singolare e se possiamo essere la migliore università del Paese, spero che tutto questo mi apra le porte di Augusta, che è senza un dubbio uno dei miei sogni”, sottolinea Carla.

I suoi successi come ispirazione per sua sorella Rossio

Carla Tejedo: “Qualcuno dovrà fermare Rocío perché se non rovinerà tutto”.

È impossibile parlare di Carla senza che la sua sorellina Rossio si presenti a un certo punto della conversazione e viceversa.. Oltre ad essere sorelle, sono amiche, in carne e ossa dentro e fuori dal campo, ed entrambe sentono che i risultati dell’altro sono i propri e, in particolare, dai risultati, entrambi hanno più che abbastanza.

Per esempio, Il primo giorno in Italia ho fatto Carla-9 Ma Rossio l’ha già fatto quando ha solo 15 anni. Fin dalla sua nascita, ho voluto darle il buon esempio, e ora che la stimo di più, preferisco sbagliarmi in modo che non commetta quell’errore. Voglio fare del mio meglio per ispirarti e farti sapere quanto sia difficile raggiungere questi obiettivi”.

è un sentimento speciale “La amo più di chiunque altro, ed essere negli Stati Uniti senza di lei è molto difficile, e il rapporto va oltre quello delle sorelle, ma dobbiamo fare questi sacrifici per realizzare i nostri sogni. Voglio ispirarla, come dicevo, ma qualcuno dovrà fermare Rocío perché se non lo fa, rovinerà tutto. Cerca la perfezione, è più introversa di me (sono un terremoto), è molto organizzata e se vuole qualcosa la ottiene. Alla fine rimarrò un po’ al suo fianco e spero che succeda”, conclude Carla.

READ  Controverso elenco delle 10 squadre più preziose al mondo: l'incredibile posizione della squadra di Lionel Messi al Paris Saint-Germain