Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I trapianti scompariranno nella medicina futura?

In Medicina, L’ideale è la prevenzione delle malattie; Se ciò non riesce, è necessario disporre di un trattamento medico efficace che guarisca il paziente o è il chirurgo che alla fine rimuove la lesione Nel rispetto della massima sicurezza degli organi sani.

“Fino a poco tempo, l’epatite C era la ragione principale del trapianto di fegato nel nostro Paese. Negli ultimi anni è diminuita ed è molto probabile che diventerà un testamento”.

Ma ci sono momenti in cui né la medicina né la chirurgia possono eliminare la malattia e poi Non c’è altra scelta che rimuovere il membro danneggiato E sostituendoli con altri sani, sia di un’altra persona vivente (frammenti di fegato o reni), sia di un defunto. È la filosofia del trapianto di organi e tessuti, Non è molto diverso dalla meccanica automobilistica ed è una pratica comune oggi, almeno nel mondo sviluppato.

Verso la prevenzione

Oltre a migliorare ogni giorno queste tecniche, la medicina sta avanzando nella prevenzione o nel trattamento di malattie che sono all’origine di un gran numero di trapianti. Il caso tipico più recente è il trattamento del virus C con moderni farmaci antivirali. Fino a poco tempo, l’epatite C era di gran lunga la causa principale Trapianto di fegato Nel nostro Paese mentre è crollato negli ultimi anni è molto probabile che diventi una testimonianza in breve tempo.

Ma c’è Più possibilità di ricerca possono ridurre la necessità di trapianti. Il L’axolotl è un anfibio messicano Con straordinaria specificità: non solo è in grado di far crescere una gamba o una coda quando viene perso o amputato, ma è anche in grado di riparare il suo cuore e altri organi interni. Questa capacità rigenerativa, insolita al di fuori del regno degli insetti, ha attirato l’attenzione degli scienziati, come gli spagnoli Juan Carlos IsbesoaDel Salk Institute di La Jolla (California), che spesso si riferisce a lui nelle loro lezioni per spiegare le potenzialità delle cellule staminali.

READ  Maurizio Ferrares, filosofo italiano: alla ricerca della verità

Imita il potenziale rigenerativo degli anfibi axolotl

Se potessimo duplicare l’axolotl questo metodo per rigenerare un organo malatoTroveremo la pietra filosofale che ce lo permette Salva i cuoriO i reni o qualsiasi altro organo prima che la malattia li distrugga e lasci il trapianto è l’unica soluzione. Sarebbe Innumerevoli conseguenze In medicina, tra le altre cose Rendi superflui un gran numero di impianti Perché il paziente guarirà prima che sia necessario.

Aglio di anfibi. (IStock)

Solo un bel sogno anche il Team Izpisua Anno Nel 2018 in “Natura” Il I topi guariscono grandi ferite Rigenerando più strati di pelle. Hanno ottenuto questo risultato iniettando in una ferita profonda e aperta, in cui sono stati persi molti strati di pelle, un cocktail per promuovere la sua rigenerazione, composto da quattro agenti riprogrammanti. Questi fattori trasformano le cellule infiammatorie della ferita in cellule staminali della pelle Entro 18 giorni sono stati in grado di chiudere e quindi contattare completamente la pelle circostante.

La formula magica Era “per convincere” le cellule infiammatorie a diventare cellule staminali e per iniziare a rigenerare la pelle Il risultato di cinque anni di lavoro e più di 2000 esperienzeE, combinando 86 diversi fattori da riprogrammare, per ottenere una combinazione di quattro fattori che hanno operato il miracolo.

“I trapianti non scompariranno, ma è possibile che, tra qualche anno, eventuali somiglianze con la situazione attuale saranno puramente una coincidenza”.

C’è ancora molta strada da fare dal topo all’essere umano, ma per realizzarlo, semplicemente no Avrebbe eliminato la necessità di trapianti di pelle in caso di grandi ustioni o problemi causati dal diabete, Ma avrà un ottimo volume Applicazioni in chirurgia plastica ed estetica Elimina le rughe e altre lesioni. Successivamente, l’applicazione arriverà agli organi interni come il fegato oi reni, cercando di rigenerarli ed evitare così la necessità di trapianti.

READ  Blue Moon: cos'è e in cosa consiste questo fenomeno astronomico - scienza - vita

sogno futuro

Queste scoperte non saranno necessarie? Certamente non nel prossimo futuro e se potrà essere applicato in clinica. È probabile che i requisiti diminuiscano in alcune ma non in tutte le malattie, poiché ci saranno sempre processi in cui questo approccio non è fattibile a causa dell’aggressività o di altri motivi.

Insomma, i trapianti non scompariranno e i trapiantatori di organi non dovranno dedicarsi ad altro. Ma è possibile che, tra qualche anno, eventuali analogie con la situazione attuale saranno puramente casuali.