Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Huawei MateView: eccellente monitor 4K

Abbiamo sempre percepito il monitor di un computer come uno schermo mediocre, e allo stesso tempo il nostro sistema di valutazione del monitor si basava sulla valutazione dello schermo stesso.Lo sviluppo di schermi di grandi dimensioni è stato molto lento, fino ad oggi i modelli più diffusi sul nostro mercato sono ancora le stesse poche specifiche dei prodotti, anche se abbiamo più o meno i loro vantaggi in vari aspetti, ma ci sono davvero produttori per fare una differenziazione evidente? In effetti, sono i giganti della vecchia guardia che hanno fatto questo, nessuno ha fatto una svolta o un cambiamento, e i prodotti stanno attirando tutti i clienti con offerte di riduzione dei prezzi, dopotutto i parametri del monitor sono molto trasparenti ora e lo sviluppo lento è anche una caratteristica del mercato.

Il MateView è una di queste nuove direzioni, con uno schermo potente, un design accattivante, una grande esperienza interattiva, un certo livello di intelligenza di collegamento e un miglioramento su alcune delle carenze dei monitor precedenti. Oggi abbiamo messo le mani su questo fantastico monitor, quindi senza ulteriori indugi, passiamo al test.

Design

Come nuovo concorrente, MateView si è impegnato molto nel suo aspetto. Che si tratti di una reception che mette in mostra l’esterno dell’attività o di una casa moderna e minimalista, lo stile di design di MateView andrà bene con esso. L’intera parte anteriore del dispositivo offre un effetto a schermo intero mozzafiato con margini sinistro, destro e superiore ugualmente ampi, che sono larghi solo 6 mm come le cornici dello schermo di molti laptop attuali e un margine inferiore di soli 9,3 mm – la visuale complessiva effect è probabilmente un leader nel settore dei display.

READ  Egan Bernal difenderà da Budapest il Campionato Zero de Italia 2022

Come possiamo vedere, il monitor MateView rinuncia alla soluzione snap-on dei monitor tradizionali e opta per rendere il monitor magneticamente sottile, con l’intero schermo che misura solo 9,3 mm nel punto più sottile. Con una transizione graduale, riusciamo a malapena a percepire la differenza di spessore tra la parte superiore e quella inferiore di questo monitor e, anche nel punto più spesso, è molto più sottile di molti monitor dello stesso posizionamento. Un altro segreto dell’estrema sottigliezza è il supporto: invece di integrare la scheda madre nello schermo, la scheda madre del MateView è integrata nel supporto. Il supporto ha un’apertura per il modulo altoparlante che consente anche il raffreddamento della scheda madre, un design molto intelligente.

Anche il MateView è realizzato con una grande quantità di alluminio e il case argentato sembra un dispositivo di qualità.

Qualità dello schermo

Naturalmente, un buon monitor inizia con un ottimo schermo, e in questo caso MateView viene fornito con uno schermo 3:2 28,2 “4K + IPS con copertura dello spazio colore DCI-P3 del 98% e HDR400.

Il più grande vantaggio di 3:2 rispetto a 16:10 è che è più ampio in modalità verticale e mostra più contenuti verticali. Con MateView, Huawei ha ulteriormente ampliato il formato verticale portando il formato verticale a 2560 mantenendo la risoluzione orizzontale di 3840 del tradizionale 4K. Questo 3: 2 migliora l’esperienza del documento mantenendo la densità di pixel degli ultimi 27 “schermi 4K.

Abbiamo anche testato ampiamente lo schermo con il colorimetro i1 Display Pro e il software DisplayCal di terze parti.

Il primo test è stato il test della luminosità: a differenza della maggior parte dei display di fascia media sul mercato, MateView raggiunge una luminosità a schermo intero più elevata di 500 nit. Nel nostro test, MateView è stato in grado di raggiungere una luminosità a schermo intero di 545nit quando è impostato al 100% di luminosità nel menu OSD, il che è un risultato davvero impressionante. dopotutto, 400 nit sono ancora la maggior parte dei monitor IPS. Se ci capita di avere un’alba, lo schermo opaco da 550 nit ti offrirà una visione migliore. Inoltre, un dispositivo con una luminosità maggiore ha un vantaggio maggiore durante la riproduzione di video HDR.

READ  Bandiere francesi "in fiamme" per combattere il gelo

Per quanto riguarda lo spazio colore, MateView ha una funzione per cambiare lo spazio colore: Nel menu OSD, puoi cambiare lo spazio colore dello schermo su sRGB, DCI-P3 e spazio colore massimo, per cui abbiamo testato le prime due modalità separatamente.

In modalità sRGB, MateView è stato in grado di coprire bene lo spazio colore target e ha raggiunto una copertura sRGB del 98,6%, mentre MateView ha raggiunto una copertura dello spazio colore DCI-P3 del 93,7% in modalità DCI-P3, che è un ottimo risultato è perché sia ​​sRGB che DCI-P3 raggiungono una copertura di oltre il 95%. Copertura, cosa rara nei monitor LCD. In termini di copertura dello spazio colore grezzo, MateView raggiunge una copertura DCI-P3 di oltre il 95%.

In termini di precisione del colore, anche il MateView si comporta bene, con una precisione del colore media di 0,71 per sRGB, che è eccellente, ad eccezione del rosso, che ha un’elevata dominante di colore, poiché la copertura dello spazio colore è leggermente al di fuori dello standard sRGB . La maggior parte dei contenuti che vediamo con MateView viene visualizzata con colori reali.

Quando si visualizzano contenuti con un’ampia gamma di colori, MateView ha anche una leggera inclinazione di 1,57. Per i film HDR e le immagini con un’ampia gamma, l’inclinazione media di 1,5 non è quasi una deriva del colore e il supporto di Windows per i contenuti con un’ampia gamma è ancora scarso.

Conclusione

Nel complesso, la qualità dello schermo del monitor 4K MateView è a un livello eccellente, indipendentemente dal fatto che siamo registi, designer o un ufficio quotidiano o un festival cinematografico. Questo monitor ci offre un’esperienza visiva eccellente.

READ  Jorge Barrasa: Italia, estasi di giocare bene | Autori | Gli sport