Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ha 81 anni, produce banane a Formosa ed è sul punto di perdere tutto a causa della siccità, del fuoco e del gelo.

Il maltempo continua a colpire la provincia di Formosa, con gravi danni ai piccoli produttori.

Nel nord di Formosa, il clima incide gravemente sull’attività dei piccoli produttori di frutta e verdura. Negli ultimi tre anni, i raccolti sono tornati a secco e oggi le perdite sono ancora una volta significative nelle piantagioni di banane, tra le altre colture.

A tutto questo, difficoltà commerciali, redditività e inflazione scoraggiano il lavoro degli agricoltori nelle regioni di confine dell’Argentina. Questo è il caso Cecilia Vitrell de Fritsuna produttrice di banane di 81 anni che rifiuta di lasciare l’attività e le colture che sviluppa nella sua fattoria a Colonia Marca M, a Formosa.

Donna Cecilia, come è conosciuta in zona, è vedova da otto anni ed è stato suo marito a sviluppare il suo allevamento di banane. Tre anni fa, un incendio ha distrutto i suoi 20 ettari coltivati ​​a banane, è riuscito con fatica e lavoro a ripristinare 10 ettari, ma prima il gelo, poi la mancanza di pioggia e ora un incendio, hanno lasciato solo 5 ettari in vita.. Parte di ciò che è stato bruciato può essere recuperato, ma è necessario investire tempo e denaro in esso.

“Devo chiedere aiuto alla provincia di Formosa e al capo della nazione. È la prima volta nella mia vita che chiedo aiuto. Ho solo la pensione e non mi basta. Pago 20mila pesos al mese in medicinali. Non posso fare altro. Tutti i contadini della zona hanno avuto brutti momenti, quelli che piantavano pomodori o zucche, hanno avuto un pessimo raccolto. Nel mio caso ho bisogno di aiuto per poter coltivare, altrimenti dovrò lasciare tutto ma devo lavorare per mantenermi”È per spiegare.

Doña Cecilia, uno dei produttori colpiti dal clima sfavorevole.
Doña Cecilia, uno dei produttori colpiti dal clima sfavorevole.

Nella fattoria di Colonia Marca M, dove si è stabilita la sua famiglia, arrivata dall’Italia quasi un secolo fa, Doña Cecilia non può assumere personale e ha solo l’aiuto del nipote che la aiuta nell’agricoltura, altri dieci nipoti vivono all’estero da Formosa, e molti Da loro a Buenos Aires, dove sono andati a lavorare. “La vita in fattoria è molto difficile”, ha detto.

READ  Quali sono le 6 piattaforme digitali più consultate per trovare lavoro in Europa

Nell’estate del 2021-22, come molti piccoli produttori di formosa, Doña Cecilia ha perso gran parte delle sue piante a causa di una siccità che ha bruciato gran parte dei suoi raccolti. Con l’aiuto del governo nazionale, dopo mesi di lamentele con altri produttori, le è stato concesso un piccolo sussidio con il quale ha potuto aggiustare parte della sua produzione in perdita. Oggi, a causa del tempo e del fuoco, è di nuovo in uno stato di smarrimento e di rottura.

Questa situazione Raggiunge anche circa 600 famiglie nel nord di Formosino che oggi subiscono perdite dovute a gelate, siccità e incendi. Nel caso delle banane, le piante bruciate possono recuperare investendo in fertilizzanti e annaffiature manuali fino a quando non germogliano di nuovo, non per raccogliere le banane ad aprile, come si fa di solito nella regione, ma entro la fine di maggio o giugno in un stato di guarigione.

Impatto degli incendi a Formosa.

A tal proposito, Donia Cecilia ha spiegato: “Mio marito era intelligente e un lavoratore onesto. Ha portato tutto avanti ma è morto otto anni fa. Nonostante fosse difficile andare avanti con tutto, sono riuscita nel genere. Nell’ultimo incendio sono riuscito a sollevare tutto perché avevo riserve ma ora non ne ho abbastanza. Se la banana non è buona, non viene venduta“.

Con il recente incendio che ha distrutto circa cinque ettari, il danno è stato orribile alla fattoria di Cecilia. “Oggi devo chiedere aiuto, solo un nipote mi aiuta, e gli altri dieci sono a Buenos Aires, dove sono andati a lavorare. È tutto secco, le foglie stanno cadendo. Non funzionano. Manca il lavoro e fertilizzante per ripristinare le piante bruciate, e tutto è molto costoso”, ha concluso. E non ho i soldi per farlo”.

READ  Le vendite al dettaglio dell'Eurozona sono diminuite più del previsto a giugno Secondo Reuters

Continuare a leggere:

Inflazione, bilancio e debito in peso: l’agenda urgente che dovrà affrontare la squadra economica dopo le trattative con il Fondo Monetario Internazionale
Sergio Massa conclude il suo viaggio a Washington: sostegno politico del governo Usa e accordo con il Fondo Monetario Internazionale
Debito in peso: il governo sta valutando un nuovo bond swap per cancellare le ultime scadenze dell’anno
L’economia sta già rallentando, ma il governo eviterà di cadere in una recessione nel 2023