Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli Stati Uniti hanno denunciato la preoccupante escalation militare russa nel Mar Nero

Le navi da guerra russe attraccano nella città portuale di Sebastopoli in Crimea (Ucraina). EFE / Sergey Ilnitsky / Archivio

Oggi, lunedì, il Dipartimento di Stato americano ha condannato la decisione della Russia di limitare la navigazione di navi militari e funzionari stranieri in tre regioni del Mar Nero., Che potrebbe avere un impatto sull’accesso ai porti ucraini.

“Questo fatto è particolarmente preoccupante”, ha detto il ministero degli Esteri, “tra i rapporti credibili di un aumento delle forze russe nella Crimea occupata e attorno ai confini ucraini, ora a livelli non visti dall’invasione russa nel 2014”.

Lo hanno riferito i media statali russi Mosca intende chiudere parti del Mar Nero a navi militari e ufficiali straniere per un periodo di sei mesi.

La mossa potrebbe influenzare l’accesso ai porti ucraini attraverso il Mar d’Azov, collegato al Mar Nero attraverso lo stretto di Kerch, all’estremità orientale della Crimea, che la Russia ha annesso nel 2014.

“Questo sviluppo è particolarmente preoccupante tra i rapporti credibili sull’accumulo di truppe russe nella Crimea occupata e intorno al confine ucraino.Ora a livelli mai visti dall’invasione della Russia nel 2014 e da altre azioni provocatorie da parte delle forze a guida russa “.

Aerei da guerra russi sorvolano un ponte che collega la terraferma russa e la penisola di Crimea dopo che la Russia ha impedito a tre navi della marina ucraina di entrare nel Mar d'Azov attraverso lo stretto di Kerch nel Mar Nero, Crimea, 25 novembre 2018 (Reuters)
Aerei da guerra russi sorvolano un ponte che collega la terraferma russa e la penisola di Crimea dopo che la Russia ha impedito a tre navi della marina ucraina di entrare nel Mar d’Azov attraverso lo stretto di Kerch nel Mar Nero, Crimea, 25 novembre 2018 (Reuters)

Il quotidiano turco ha riferito che quattro navi da guerra russe sono passate nel fine settimana attraverso i Dardanelli e il Bosforo, dirette al Mar Nero. risoluzioneQuesto collega il trasporto di navi alle crescenti tensioni sui confini russo-ucraini.

READ  Due aerei in volo portano milioni di vaccini moderni donati dagli Stati Uniti | Può essere destinato all'immunizzazione di minori di 18 anni

Gli Stati Uniti ribadiscono il loro fermo sostegno alla sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina entro i suoi confini internazionalmente riconosciuti, che si estendono alle sue acque territoriali.. Il Dipartimento di Stato ha sottolineato che gli Stati Uniti non riconosceranno e non riconosceranno mai la presunta annessione della Crimea da parte della Russia.

La Casa Bianca ha elogiato la posizione dell’Ucraina di non rispondere alle provocazioni del suo vicino e ha esortato la Russia a fermare le molestie alle navi nella regione e a invertire la concentrazione delle sue forze lungo il confine e nella penisola di Crimea occupata.

di venerdì, Mosca ha annunciato che dal 24 aprile al 31 ottobre terrà esercitazioni navali su larga scala nel Mar Nero, in particolare intorno alla penisola di Crimea.Pertanto, molti settori marittimi saranno chiusi alla navigazione.

Gli Stati Uniti erano stati informati all’inizio del mese dell’invio di due navi militari nel Mar Nero, ma mercoledì scorso hanno ritirato l’avviso, come confermato dalle autorità turche.

I carri armati delle forze armate ucraine sono fotografati durante un'esercitazione in un luogo sconosciuto vicino al confine con la Crimea in questa foto rilasciata dallo Stato maggiore delle forze armate ucraine, il 14 aprile 2021. Stampa dello Stato maggiore delle forze armate dell'Ucraina / Newsletter tramite Reuters
I carri armati delle forze armate ucraine sono fotografati durante un’esercitazione in un luogo sconosciuto vicino al confine con la Crimea in questa foto rilasciata dallo Stato maggiore delle forze armate ucraine, il 14 aprile 2021. Stampa dello Stato maggiore delle forze armate dell’Ucraina / Newsletter tramite Reuters

Lo stazionamento delle forze, per ordine della Russia, al confine con l’Ucraina e in Crimea – la regione ucraina annessa da Mosca nel 2014 – è la “più grande concentrazione” di quella regione, pari a circa 150mila soldati.Lo ha denunciato lunedì Josep Borrell, alto rappresentante dell’Unione europea per la politica estera.

READ  Zoo sottosopra: i visitatori sono in gabbia mentre gli animali vagano liberamente intorno a loro

Secondo il capo della diplomazia europea, il dispiegamento militare significa questo “Il rischio di un’ulteriore escalation è evidente”. Il dispiegamento continua con più risorse militari e ospedali da campo. È il più grande dispiegamento dell’esercito russo al confine ucraino “. Ha sottolineato che l’Unione europea non riconoscerà l’annessione della Crimea da parte della Russia.

I commenti sono arrivati ​​nell’ambito di una riunione dei ministri degli esteri di 27 paesi dell’Unione europea, che lunedì hanno iniziato una videoconferenza per discutere della drammatica escalation delle tensioni tra Ucraina e Russia.

“Questo rinforzo militare deve cessare e chiediamo alla Russia di avviare una riduzione dell’escalation”.Il capo della diplomazia europea, che vede “con grande preoccupazione” lo sviluppo delle vicende al confine ucraino, ha chiamato perché le esercitazioni coinvolgono un gran numero di forze, e questo significa che “potrebbe scattare una scintilla”.

Con informazioni da Francia Agenzia di stampa S EFE

Continuare a leggere: