Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli ospedali delle mense sono in crisi: “Non ci sono letti di terapia intensiva gratuiti”, avverte la Società peruviana di medicina intensiva

Gli ospedali delle mense sono in crisi: “Non ci sono letti di terapia intensiva gratuiti”, avverte la Società peruviana di medicina intensiva

Secondo il comunicato diffuso da Subimi, il numero dei posti letto in terapia intensiva dovrebbe essere 12 ogni 100mila persone, ma attualmente c’è un solo letto. (Foto: Minsa)

Attraverso un comunicato, Società Peruviana di Medicina Intensiva (Sopemi) Annunciare lo stato del sistema sanitario in Perù. Secondo il documento, le attuali condizioni dei medici di terapia intensiva sono così pericolose da compromettere la loro salute fisica e mentale.

In questo senso si segnala che la situazione attuale non è recente, ma piuttosto era prevalente prima e durante la pandemia. COVID-19e ha evidenziato la mancanza di posti letto Unità di terapia intensiva (ICU)Oltre alla carenza di personale specializzato.

Supimi Sottolinea inoltre che le liste d’attesa dei pazienti sono lunghe e non c’è abbastanza spazio per prendersi cura del numero di persone che arrivano in queste unità. Secondo i dati indicati dall’organizzazione, per ogni paziente ricoverato ci sono tra le cinque e le dieci persone che non possono farlo.

generalmente. Il periodo di attesa per i pazienti gravemente malati può variare da 24 ore a sette giorni. Nel comunicato si spiega che “il rapporto di posti letto di terapia intensiva per popolazione raccomandato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico è di 12 su 100.000, ma il nostro Paese ha affrontato l’epidemia con il rapporto più basso dell’America Latina: 1 su 100.000”.

Dopo che l’Ufficio del Difensore Civico ha avvertito che Lima e la vicina provincia di Callao sono rimaste senza letti ventilati meccanicamente nelle unità di terapia intensiva sabato, l’ultimo rapporto del Ministero della Sanità ha sottolineato la gravità dell’epidemia nel paese. nazione. EFE/Luis Ángel González/Archivio

Durante l’epidemia problema familiare Unità di terapia intensiva Ma la questione è diventata più chiara, ma finora non sono state attuate misure efficaci per aumentare significativamente le capacità di queste unità dopo la crisi sanitaria.

READ  Sposata con un conte italiano, madre di due figli

Supimi Indica di aver più volte proposto, senza alcun risultato, di aggiornare la norma tecnica sull’efficiente svolgimento dei servizi di terapia intensiva. Questo documento avrebbe potuto essere inviato a Mensa Nel 2016 e ripetuti nel 2020, 2021, 2022 e 2023, ma le loro priorità non sono ancora state determinate.

Il Perù ha ca 900 medici di terapia intensiva e 64 medici di terapia intensiva pediatrica registrato a Facoltà di Medicina del Perù (CMP). Ma il Paese ha bisogno di almeno 3.000 specialisti in questa specialità per coprire adeguatamente i bisogni. La mancanza di intensivisti crea un grave deficit nella cura dei pazienti critici, incidendo sulla qualità del servizio.

Tra le soluzioni da lui proposte Supimi Vi è la formalizzazione di diversi moduli di supporto funzionale, come la terapia respiratoria e il supporto nutrizionale metabolico artificiale. al momento, Queste unità funzionano senza uno standard tecnico aggiornatoche impedisce la fornitura di cure di qualità ai pazienti gravemente malati.

Nella foto, una registrazione degli operatori sanitari che assistono un paziente affetto da COVID-19 in un reparto di terapia intensiva dell’ospedale Alberto Sabogal, a Callao (Perù). EFE/Luis Ángel González

L’organizzazione indica che i medici di terapia intensiva sono qualificati per guidare queste unità grazie alla loro formazione scolastica in residenza medica.

Un’altra azione proposta è quella di promuovere cambiamenti in Gestire le informazioni sui posti letto in terapia intensiva e liste di attesa per i pazienti critici a livello nazionale. Le proposte includono la registrazione e il monitoraggio dei dati rilevanti, oltre a migliorare gli incontri tra diversi ospedali utilizzando software specializzati per la gestione dei letti e gli indicatori.

READ  Quanto costa e il requisito principale per ottenerlo

Nel gennaio di quest’anno, Almendra Rodriguez, politologa e ricercatrice presso la Rete di Studi sullo Sviluppo (REDES), ha rivelato che più del 10% dei peruviani ha ammesso di aver versato una somma di denaro in un’istituzione, il che potrebbe significare lo sviluppo di un’impresa. Piccola corruzione.

Tangenti ai clienti Polizia Nazionale del Perù O apportare qualche tipo di cambiamento per accelerare le cure presso il centro sanitario ne sono alcuni esempi. In questo senso, Rodriguez sottolinea che questa situazione danneggia le persone più vulnerabili che hanno davvero bisogno di cure urgenti.

“Durante la pandemia, ad esempio, abbiamo visto che il personale amministrativo del settore sanitario veniva pagato 82.000 dollari di Singapore per accedere a un letto di terapia intensiva”, ricorda.